TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Il posto giusto…

…quando il caldo non era eccessivo.
Anche quel piccolo balcone diventava il posto giusto per una merenda, a volte per un pranzo….non c’è posto per un tavolo, ma il banchetto di vimini, la tua poltona di tela, io seduta a terra con le gambe incrociate, i piatti sulle gamebe e tutto il mondo era lì.
Trasformare uno spazio in un’accogliente zona d’amore e d’allegria, di pace e sorrisi.
Mamma, con te tutto poteva diventare una piccola vacanza. Lo diceva mio padre che eri una “tipetta”
Oggi il balcone era solo piante e silenzio….lo terrò vivo.

 

Annunci
21 commenti »

Donne

“Non dire mai di essere debole, perchè sei una donna.” 
Mary Kom (pugile indiana)

 

11 commenti »

Ciao mamma, mio immenso Amore

In questa foto eravamo in tre…ora sono sola, ma voi siete stati il mio mondo d’amore immenso che nurtre il mio cuore fino all’ultimo battito. Lo siete stati e lo sarete ogni giorno. Tutto ciò che sono lo devo a voi ❤
Non credo di dire una bugia se sto pensando che siete di nuovo insieme, abbracciati come vi ho sempre visti.
Ho una lama nel cuore ma un balsamo nell’anima: il dolore e la speranza di ritrovarvi in un altro mondo.

27 commenti »

E la santità?

Alessandro VI, (Rodrigo Borgia 1431/1503) catalano/aragonese, fu uno dei papi rinascimentali più controversi, sinonimo di libertinismo e nepotismo.
Si trasferì in Italia ancora giovanissimo dove studiò giurisprudenza e si laureò in diritto canonico.
Il suo pontificato fu contrassegnato, oltre che dall’ambizione e comunque una elevata dose di intelligenza (non racconto tutto il suo percorso “politico”, la mia curiosità è di ben altro genere), dalla lussuria e dai vizi.
Suoi grandi sostenitori furono: Ascanio Sforza (cardinale) che nominò Vicecancelliere e gli cedette il palazzo della famiglia Borgia, il cardinale Colonna a cui cedette la città di Subiaco e i vicini castelli, il cardinale Orsini a cui cedette i possedimenti di Soriano nel Cimino e Ponticelli, il cardinale Savelli a cui cedette Civita Castellana. Suo acerrimo nemico e accusatore fu Girolamo Savonarola, a cui, nel 1495, gli proibì di predicare a Roma.
Alessandro VI ebbe una lunga relazione con Vannozza Cattanei (si dice che la sposò tre volte), locandiera romana, da cui ebbe Cesare, Giovanni, Lucrezia e Goffredo; da donne ignote ebbe altri tre figli; l’amante ufficilae però era la bella Giulia Farnese, moglie di Orsino Orsini, qualificata come concubina papae, in termini blasfemi, sposa di Cristo
Il pontificato di questo lussurioso papa mirava a rendere grande la sua famiglia, favorendo la creazione di un regno per il figlio Cesare e imparentando per puri calcoli politici la figlia Lucrezia.
Mirava ad una egemonia politica e territoriale. Grazie ai proventi finanziari dell’Anno Santo e alla vendita di numerose cariche ecclesiastiche e cappelli cardinalizi, riuscì a ottenere i fondi necessari per allestire di un’armata alle dipendenze del figlio, che riuscì a conquistare gran parte del centro Italia, questo fece in modo che lo Stato della Chiesa perse una parte cospicua del suo territorio, passando nelle mani della famiglia Borgia.
Alessandro VI cercò di indebolire la nobiltà romana per favorire l’ascesa della famiglia nella città eterna: fece confiscare alcuni possedimenti a diverse importanti famiglie per ridistribuirli tra i membri della famiglia Borgia, anche perpertando l’assassinio di alcuni cardinali; addirittura diventò Duca di Nepi il figlio dello stesso papa, Giovanni, di due anni e Duca di Sermoneta Rodrigo, figlio di due anni di Lucrezia.
Alessandro VI, morì nel 1503 per cause non del tutto chiare, ufficialmente morì a causa dalla malaria, un’altra versione vuole che la morte sia avvenuta per avvelenamento durante un pranzo organizzato per uccidere il cardinale Castellesi allo scopo di incamerarne i beni, il corrotto coppiere dei Borgia, aveva versato della canterella (veleno a base d’arsenico) insieme al vino, ma la coppa fu inavvertitamente data al papa.
Il cadavere di Alessandro VI fu prima deposto furtivamente (a causa dei disordini scoppiati dopo la sua morte), senza alcuna celebrazione funebre, in San Pietro, fu poi traslato nei sotterranei del Vaticano, nel 1610 le sue spoglie furono portate nella chiesa di Santa Maria di Monserrato, la chiesa degli Spagnoli in Roma, dove rimasero praticamente dimenticate per secoli, nel 1889 gli fu dedicato un monumento degno di un pontefice.

Al busto di Pasquino fu affisso questa scritta (in latino):
“Tormenti, insidie, violenze, furore, ira, libidine,
siate spugna orrenda di sangue e crudeltà!
Giace qui Alessandro Sesto; godi ormai libera,
Roma perchè la mia morte fu vita per te.”

24 commenti »

Giovani si diventa

di Noah Baumbach

Josh, regista di documentari, e Cornelia, produttrice, entrambi quarantenni, incontrano Jamie e Darby, una coppia di giovanissimi, innamorati di tutto ciò che apparteneva alla generazione che li ha preceduti.
Josh e Cornelia sono una coppia unita, che ha rinunciato ad avere figli dopo alcune gravidanze perse; l’incontro con i due ragazzi li trascina verso uno stile di vita “esuberante”.
Josh inizia ad indossare un cappello cool, lei prende lezioni di hip hop, partecipano ad una cerimonia dove si usano bevande allucinogene per “liberarsi”…. L’incontro li porta ad avere la convinzione di poter tornare indietro, di poter avere ancora un soffio di giovinezza.

 

 

 

In questi giorni avevo voglia di qualcosa di “leggero”, con Roberta, che mi fa sempre compagnia, soprattutto nei momenti “delicati” della mia vita, abbiamo scelto questo film.
Una commedia divertente ma non accattivante, a tratti un po noiosa. Anche la situazione è abbastanza prevedibile, nella svolta che prendererà la storia.
Comunque bravi gli attori (tra gli altri Ben Stiller, Naomi Watts), ottima la colonna sonora.

14 commenti »

Sotto un nero manto stellato…

….che rapisce l’anima e la vista ho affrontato un dolore che se pur già provato non è mai scontato, anzi…
Ciao Angel, amore mio immenso, mia Principessa del cuore e della casa, Padrona assoluta del giardino, Ago della bilancia tra gli altri due…Ciao Amica di vita e di sguardi, come l’ultimo intenso, tagliente, non potrò mai dimenticarlo.
Grazie per essere tornata ieri sera ad accuccuarti ai miei piedi, lo so che mi prendono per matta, ma adesso so che ci sei e se pur qualcuno dice che gli animali non hanno un anima, so che ci sei, l’anima la sente chi veramente ama.
Il mio cuore ancora una volta ha perso un battito….ma so che lo ritroverò concretamente in un’altra vita ❤

 

 

 

23 commenti »

Venti di guerra…

…avrà mai pace l’uomo?

 

“La guerra non è vinta con la vittoria”
(Ernest Hemingway)

4 commenti »

Il mio bacio

ioinviaggio

Su lievi ali di farfalla

Ti reco

Impalpabile

Il mio bacio

Di polvere innamorata

View original post

2 commenti »

Non invidio il look…soprattutto in estate…

…ma complimenti a Carlo Ceresa (1609-1679), pittore italiano, per i ritratti tanto dettagliati.

Arciduchessa Maria Erna

Ritratto dell’Infanta Isabella Clara Eugenia

Isabella, regina di Spagna 

Ritratto di una lady

Ritratto di una giovane lady

18 commenti »

La fantasia….viaggia!

Bloccata per un paio di giorni a causa di un piccolo intervento, non mi resta che la fantasia. E allora parto e arrivo in Arizona, e nel Havasu Canyon (Riserva Indiana Havasupai) mi appare una cascata dalle acque color smeraldo: l’Havasu Creek
Magnifiche! Nelle piscine naturali che creano mi vorrei immergere e bearmi di cotanta meraviglia!

 

36 commenti »