TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

St.Vincent

locandina di Theodore Melfi.

 

Una madre, Maggie, infermiera, che passa molte ore fuori casa per lavorare; un padre assente perchè divorziato dalla madre; un vicino, Vincent, ubriacone, con un impossibile carattere e una casa fatiscente; una “donna della notte”, Daka, incinta; al centro di tutto ciò Oliver un bambino intelligente e apparentemente fragile.
Maggie affida a Vincent (retribuito) Oliver per qualche ora al giorno. Vincent porterà Oliver in posti inadeguati per un bambino, ma gli mostrerà anche un cuore generoso.
Grazie ad Oliver Vincent diverrà santo…..

 
Film del 2014 non particolarmente originale, ma a me questo film è piaciuto molto. Un film passato in sordina nelle nostre sale, malgrado abbia ricevuto diversi riconoscimenti, qui in zona non è mai arrivato. Una commedia “leggera” con argomenti già visti: l’amicizia tra un adulto stravagante e un bambino dolcissimo e insicuro, una mamma sola costretta a lavorare diverse ore fuori casa, buoni sentimenti, sorrisi, commozione….Detta così sembra una commedia sdolcinata, ma così non è, anche se a me emotivamente mi ha toccato, perchè c’è tutta la fragilità umana; è una commedia dolce/amara.
La grande forza del film sono sicuramente gli attori, bravissimi, perfettamente calati nel loro ruolo: stt un Bill Murray poco educato, scostante, beone, scommettitore incallito, una interpretazione strepitosa (forse sono un pò di parte); in contrasto la dolce rassegnazione della brava McCarthy (la madre); bravissima Naomi Watts e sorprendente il piccolo e bravissimo Jaeden Lieberher.Toronto Film Festival

Oliver, con tutta l’innocenza e la lungimiranza dei bambini ci spiega in questo film chi sono veramente i santi, una descrizione che io ho approvato molto, perchè certamente i santi non sono solo quelli che appartengono al cielo, ce ne sono moltissimi che appartengono alla terra, basta saperli riconoscere.
Un film da vedere e godere con occhio leggero, è un film con ritmo, divertente, lo definirei gradevole.

Lascia un commento »

Eccomi!!!!

Qualcuno dirà: ancora tu?

Certo, io… l’unica….l’incorreggibile (come dice una famosa canzone)…lasciarti non è possibile, questo spero dicano i miei amati blogger, quelli che seguo e che mi sono mancati, ma le ferie sono sacre, stoppo tutto.

E riprendo pavoneggiandomi, non facendo la ruota, come il pavone che ho ammirato sull’Isola Bella (Lago Maggiore), ma due nomination molto gradite…

DSC06982

 

passione

Ringrazio di cuore la meravigliosa Carla del blog https://ladimoradelpensiero.wordpress.com, che non posso far a meno di visitare, fatelo anche voi, vi sorprenderà ;-)

Le regole da seguire:
utilizzare il logo
ringraziare
rispondere alle domande che troverte di seguito
nominare
avvisare i nominati

Domande e Risposte:

Quale è il tuo profumo preferito?
Sarà sempre Schu di Emilio Schuberth. Mio padre me lo regalò quando vinsi la borsa di studio che mi ha permesso di continuare gli studi, costava un patrimonio, lo comprava in Via Condotti e lo faceva ogni volta che lo terminavo, per lui era il profumo delle principesse e come mi ha voluto mettere il nome della sua preferita, così mi donò questo profumo; non lo uso da quando mio padre non c’è più, ma ne conservo gelosamente una bottiglietta, quando ho nostalgia di lui l’annuso.
Attualmente cambio profumo secondo le stagioni, l’uomore…

Quale è il tuo smalto preferito?
Uso solo smaliti Collistar e base Collistar, il colore è un gioco da abbinare agli abiti.

Quale è la tua palette preferita?
Anche qui Collistar o prodotti comunque attendibilissimi come qualità e anche qui gioco con i colori, ma l’età avanza e devo un pò adeguarmi :-)

Quale è il tuo rossetto preferito?
Qui solo prodotti altamente qualificati, amo il colore neutro ma non disdegno l’arancio, il rosa pallido…un volta mettevo anche il rosso ma ora….

Quale è il tuo libro preferito?
Ne ho diversi di preferiti.

Preferisci acquistare in negozi o online?
Solo in negozio.

 

estate

Devo ringraziare la travolgente padrona del blog https://ilmondodelleparole.wordpress.com, per questa simpatica nomination, Tag ideato da Iriseperiplo.

Le regole da seguire:

Citare il Blog che ha creato il Tag e quello che vi ha nominati
Inserire come immagine principale quella che vedete qui sopra
Nominare 5 blog e avvisarli di averli taggati
Raccontare le vostre preferenze estive, iniziando con Abiti, Calzature e Creme solari. Continuare con il piatto estivo e il gelato preferito. E per ultima la vostra canzone dell’estate per Eccellenza
Abiti: abiti leggeri, colorati, tubino scollatissimo nero di sera, top e camicie di lino su pantaloni di cotone o jeans.

Calzature: sandali con zeppa rigorosamente con strisciette, tante, infradito e scarpe di tela, chiuse, ultrapiatte e colorate.

Creme solari: solo olio Lierac con media protezione senza alcuna profumazione.

Piatto estivo: non ho preferenze, mangio di tutto, ma amo gelato e frutta insieme, una specie d’insalata.

Gelato preferito: stracciatella, vaniglia, banana, amarena, con cialda e panna, tutto artigianale.

La canzone dell’estate: non ne ho una in particolare, ma preferisco quelle di “movimento”, mettono allegria.

 

Per quanto riguarda le nomine: invito chiunque passi di qua a partecipare, siete tutti nominati.

Un bacio estivo a tutti

32 commenti »

Ciao

Il blog chiude per ferie.

Un bacio tutti coloro che passano di qua e a……

1_s350e19d

58 commenti »

Una ricetta speciale

Ingredienti:
prendete Aristofane, “originale” drammaturgo, commediografo, dell’antica Grecia;
prendete una sua opera “Le donne al parlamento” (391 a.C.);
prendete il “CineTeatro 33″ a Roma;
prendete una giovane e passionale regista, Barbara Bricca;
prendete Ugo De Vita che rielabora l’opera di Aristofane  nella lingua  di Trilussa;
prendete due compagnie d’attori: La Compagnia del Cavaliere e Le Sibille.

Preparazione:
mescolate il tutto e suddividetelo in entità, luci, palcoscenico, musica, recitazione.

Dosi per….e qui non si può fare, perchè le persone erano tante, la dose era abbondante per tutti.
Allegria, simpatia, spigliatezza, voglia di presentare qualcosa del passato ma che risuona incredibilmente attuale. E si, perchè Barbara Bricca ha avuto l’intelligente idea di rispolverare questa commedia greca che provoca in modo ironico, satirico, simpatico, il mondo maschile nel gettare lo sguardo su quello femminile, che non ha mai avuto voglia di discriminazione, di sottomissione e stereotipi.
Seguo il lavoro di questi gruppi da diverso tempo e devo dire che Lunedì sera mi hanno veramente definitivamente conquistato, ci hanno messo grinta, voglia, passione; chi era meno spigliato ha acquistato padronanza e coraggio, tutti migliorati tantissimo e lo dico con immensa gioia perchè conosco il grande lavoro che fanno su loro stessi e il grande lavoro che la loro regista opera affinchè tutti possano avere lo spazio giusto su quelle assi di legno che compongono un palcoscenico, che non sempre è “il teatro” inteso come struttura, ma che è il Teatro come Arte meravigliosa e Sacra.
Questo gruppo viene coinvolto non solo come recitazione, ma cosa ancor più interessante e culturalmente positiva è lo studio che viene a loro proposto di figure storiche, mitologiche, poeti, romanzieri, è la storia del Teatro come aspetto, come radice, come espressione dell’anima e del proprio io (.

Grazie a tutti voi, grazie a Barbara, grazie a chi vi affianca con tanta passione; grazie per tutto quello che mi date ogni volta che vi incontro, quello che mi trasmettete con le vostre rappresentazioni.
Grazie per quest’ultimo lavoro che mi ha fatto dimenticare il trascorrere del tempo, tanto era presa a guardarvi, ascoltarvi, a sorridere per la gioia e la simpatia.

bigllietto759

14 commenti »

Festival della carne di cane in Cina – 22 giugno

Lo so, qualcuno dirà che sono tradizioni, che in italia anche si fa mattanza di animali (anche se non cani e gatti) da mangiare, che sono la meno indicata per parlare visto che mangio anche carne….

Se avete stomaco tosto guardate qui….io ho “rigettato” (lo dico con educazione e non commento altro perchè potrei diventare velenosa), e questo non perchè possiedo cani ma perchè è qualcosa di veramente indecente…fare addirittura una festa di 10 giorni per il solstizio d’estate…

Se volete firmare la petizione per “cercare” di fermare questo scempio, e vi ringrazio di cuore:
http://firmiamo.it/facciamo-chiudere-lo-yulin-festival-per-sempre

9 commenti »

Omero

“I cuori dei giovani ondeggiano sempre.”

713

11 commenti »

Datemi un pizzico…

…e ditemi che sto sognando.

in India, un villaggio sperduto dell’entroterra, Mangli Munda, diciottenne, viene considerata affetta da malocchio persistente; gli anziani del villaggio, a cui si rivolgono i genitori per trovare una via d’uscita alla situazione, consigliano di fargli sposare un cane. Perchè un cane? Perchè in alcune zone dell’India si crede che questi animali attirino su di loro gli spiriti malvagi…Ecco la soluzione per liberare la ragazza! Così Mangli ha sposato il cane Sheru, splendidamente vestita di arancio….La ragazza non voleva, ma la famiglia l’ha obbligata. La domanda più banale che mi viene in mente è: gli spiriti malvagi se ne sono andati? (Oddio!!!)

index

cane

 

25 commenti »

Palazzo Firenze

palazzo_Firenze_Roma

Questo palazzo si trova a Roma, nell’omonima piazza.
E, nella migliore tradizione romana, troviamo ancora un papa legato alla storia urbana di questa città. La storia del palazzo ebbe inizio nel 1516, quando il segretario apostolico Jacopo Cardelli, che viveva con una gentildonna, Antonia de Raho, decise di comprare nel rione Campo Marzio un ampio appezzamento di terreno per costruirvi una dimora sufficiente per la sua numerosa famiglia: la de Raho gli aveva dato, infatti, ben dieci figli naturali. Il palazzo passò, dopo la sua morte, al cardinale Ridolfo Pio da Carpi, che vi risiedette fino al 1547. Al suo posto subentrò la famosa cortigiana Tullia d’Aragona, colta e bellissima, che vi rimase soltanto tre anni. Per il Giubileo, papa Paolo III avviò un grandioso piano di rinnovamento del quartiere di Campo Marzio (in stato di abbandono sin dalla caduta dell’Impero romano d’Occidente) con lo scopo di aprire via Trinitatis (attuali vie dei Condotti e della Fontanella di Borghese) per collegare la zona del Pincio al porto di Ripetta; alla sua morte (1549), l’opera fu proseguita dal successore, Giulio III del Monte.
Il nuovo pontefice fece acquistare per i suoi familiari diversi palazzi di Campo Marzio per farli diventare un’unica grande residenza, non potendosi permettere un palazzo suntuoso come quello dei Farnese.
Per “creare” un vero palazzo rinascimentale si appoggiò all’architetto toscano Bartolomeo Ammannati, che aveva già lavorato per la decorazione della villa e della cappella della famiglia del pontefice in San Pietro in Montorio. La decorazione di alcuni ambienti fu realizzata da Prospero Fontana tra 1553 e 1555:loggia la loggia del pianterreno (prima detta del Primaticcio perchè si pensava che gli affreschi fossero una sua opera) decorata con  nove riquadri maggiori sulla volta, sono scene tratte dalla mitologia e dalla storia antica e alludono, in vario modo, ai proprietari, alcune immagini (Giove allattato dalla capra Amaltea e la Contesa delle Pieridi) sono ambientate su un monte (richiamo al cognome di Giulio III), altre costituivano lo stemma personale di alcuni membri della famiglia (l’immagine di Ercole al bivio compariva sullo stemma di Balduino); il Camerino dei Continenti prende il nome dal riquadro centrale che raffigura tre delle quattro parti del mondo, ovvero Asia, Africa e Europa; la Sala del Granducai dai magnifici soffitti intagliati.
Alla morte di Giulio III, e con caduta in disgrazia dei suoi eredi, il palazzo venne confiscato da Pio IV; tra il 1561 e il 1562 il granduca Cosimo Isi acquistò l’edificio grazie ai figli cardinali, prima Giovanni e poi Ferdinando, quest’ultimo fece ornare da Jacopo Zucchi i soffitti della stanza degli Elementi e di quella delle Stagioni; dal palazzo potrebbero provenire anche le nove tele da soffitto dello Zucchi, fatte trasferire a Firenze da Ferdinando, ormai divenuto granduca, per ornare la sala delle Carte Geografiche degli Uffizi. Quando Ferdinando abbandonò il palazzzo perchè insufficiente a ospitare una corte, nel 1587 divenne sede dell’ambasciatore fiorentino a Roma.
Nel 1872 divenne residenza del Ministro di Grazia e Giustizia, quindi sede dell’Avvocatura dello Stato.
Dal 1926 vi ha sede la Società Dante Alighieri.

 
chisiamo2 La Società Dante Alighieri fu fondata da un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci nel 1889, ha il compito di tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana attraverso conferenze, mostre e concerti. Dal 2008 è entrata a far parte della giuria del Premio Strega. Grazie ai Comitati all’estero istituisce e sussidia scuole, biblioteche, circoli e corsi di lingua e cultura italiane, diffonde libri e pubblicazioni. Assegna premi e borse di studio.

IW_PalazzoFirenze_SocietaDanteAlighieri_01

4 commenti »

Per Kalosf

Grazie a mia madre che mi ha “concesso” questo spazio e un grazie infinite a Kalosf che ha accettato di visionare e darmi un giudizio su questi miei scatti. Melissa.

Prima della pioggia…

20150605_17554420150605_17544720150605_17550820150605_175439

Dopo la pioggia…

IMG-20150609-WA0001IMG-20150609-WA0005IMG-20150609-WA0003

L’albero

IMG-20150609-WA0004IMG-20150609-WA0007

Un temporale lontano…

IMG-20150611-WA0019IMG-20150611-WA0016

IMG-20150611-WA0013IMG-20150611-WA0014

Dopo il temporale…

IMG-20150611-WA0006IMG-20150611-WA0005IMG-20150611-WA0003IMG-20150611-WA0009

Il cielo

IMG-20150611-WA0002IMG-20150611-WA0010IMG-20150611-WA0011

Prospettive

IMG-20150611-WA0012

Queste sono le fotografie che mi ha fatto la mia amica A. che vorrebbe fare la fotografa, io sono il suo esperimento :-)

IMG-20150610-WA0006IMG-20150610-WA0013IMG-20150610-WA0000

Le mie preferite

IMG-20150611-WA0001IMG-20150611-WA0007IMG-20150611-WA0008

I miei ultimi lavori, consegnati per il voto sulla pagella…speriamo bene.

Roma 20150520_155035

dal dipinto di Boccioni “Dinamismodi un giocatore di calcio”, il mio primo olio su tela (il proff ci ha dato però una fotocopia falsata nei colori)

CRI_24678620150521_192336

25 commenti »

L’arcobaleno dei libri ,Tag

tag

Ringrazio di cuore Viola, del blog https://violetadyliopinionistapercaso.wordpress.com, per la nomination a questo Tag ideato da https://unacontraddizioneambulante.wordpress.com per raccontare di libri oppure eBook abbinandoli ai colori.

Ecco le regole per partecipare:

– citare il creatore del tag e il blog di chi vi ha nominati

– usare l’immagine che lo rappresenta

– nominare altri cinque blog

Cito i libri che abbino con i colori.

Arancione: armonia interiore. Quale libro ti ha soddisfatta per il finale.
“La lunga vita di Marianna Ucrìa” – Dacia Maraini

Grigio: prudente attesa. Per quale libro stai aspettando il momento giusto per leggerlo?
Nessuno, tutti i libri hanno un momneto giusto nella mia vita.

Verde: Conoscenza superiore. Un libro che ti ha aperto gli occhi.
“Deviazione” – Luce D’Eramo

Rosso: Passione. L’amore più appassionato che tu abbia letto.
“Anna Karenina” – Lev Tolstoj

Giallo: Creatività. Il libro con una storia intricata di cui hai pensato “l’autore/autrice” è geniale.
I gialli di Agatha Christie.

Nero: Negazione. Un libro che hai odiato fin proprio alla fine.
Nessuno, non posso odiare i libri, al massimo dopo le prime pagine, se non mi piacciono, non li leggo.

Indaco: Risveglio interiore. Un libro che ha messo in crisi le tue certezze.
Nessuno in particolare, tutti se li leggo con attenzione…

Blu: Tranquillità. Un libro distensivo.
“L’alchimista” – Paulo Coelho

Viola: Attitudine a identificarsi col prossimo. Quale personaggio ti rispecchia di più?
“Il gabbiano Jonathan Livingston” – Richard Bach

Rosa: Amore per se stessi e gli altri. Un personaggio che non volevi morisse.
Nessuno in particolare, ogni personaggio ha il suo motivo di essere così come è stato creato.

Marrone: Soddisfazione a livello fisico. Un libro erotico e piacevole.
”Il delta di Venere” – Anaïs Nin

Azzurro: Comunicazione. Un personaggio al quale veniva voglia di urlare i tuoi consigli.
Nessuno.

Bianco: comprende tutti i colori. Ergo: il miglior libro che hai letto.
Ci sono tanti libri che ho letto che sono “i migliori”, cito “Le braci” di Sándor Márai che rileggo ciclicamente da anni….

 

Questi sono i cinque blog che nomino:

https://ordineecaos.wordpress.com

http://topperharley.org.

https://marisacossu.wordpress.com

https://ilmondodelleparole.wordpress.com

https://lucia250.wordpress.com

8 commenti »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 384 follower