TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Un sorriso

Stò seguendo un lavoro colletivo a scuola di mia figlia. Tutti gli anni organizzano dei corsi, per una settimana, dove si fanno attività alternative allo studio; due ore di lezione e poi corso. Già lo avevo fatto due anni fa, quest’anno lo ripeto: corso di cucina. Mi piace lavorare con i ragazzi. Dei ragazzi di due anni fa ce ne sono solo tre, gli altri sono nuovi e il più bel complimento che ho ricevuto è stato proprio da uno dei ragazzi; quando mi ha visto ha detto “Che fortuna raga, c’è la signora del sorriso!” Un pò imbarazzata mi sono presentata agli altri. Il cuoco che ci aiuta in questa esperienza ha voluto sapere perchè Edoardo avesse detto così e lui gli ha risposto che la mattina, quando arrivavano nelle cucine, trovavano me sempre con il sorriso pronto, che ero severa nel far rispettare le regole ma che non avevano mai timore di chiedermi spiegazioni o, se sbagliavano, di farmelo notare perchè avevo sempre un’aria serena e rassicurante. Scusate se poco…detto da un giovanissimo non mi può che fare un immenso piacere. Anche perchè sono convinta che nella vita un sorriso, e un abbraccio, siano meglio di una medicina.

23_30_126       Edoardo…domani pesce!              

4 commenti »

Non dimentichiamo…

lys201

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento, perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti, ed io non dissi niente, perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare.

4 commenti »

Il tuo sguardo….

LupoSi avvicinano i giorni e sale l’inquietudine. Il tuo sguardo fiero e selvaggio scava ancora di più la mia anima; ti vedo sempre davanti a me come tu fossi reale e sono sicura che ci rincontreremo. Ogni evento della vita non è casuale, ha un suo fine, scopo che non c’è dato sapere; accade e basta.

Sei con me sempre, ogni notte, ma in questi giorni di più.

3 commenti »

Django Unchained

djIeri pomeriggio ho preso coraggio e sono andata a vedere “Django Unchained”, film scritto e diretto da Quentin Tarantino. Coraggio perchè sapevo il tema che trattava non era proprio il western, ma la schiavitù. La curiosità per la tanta propaganda e le dichiarazioni poco edificanti di Spike Lee (che vedendo il film ho trovato non appropriate) hanno fatto il resto. Premetto che non amo questo regista ma ne riconosco l’incredibile malleabilità ad ogni argomento e una regia impeccabile. Ma qui mi ha ammaliato. Veramente una grande regia. E il cast? Stellare: il bravissimo, e per me (ho un debole per lui) bellissimo Jamie Foxxdja, Leonardo DiCaprio, Christoph Waltz, Samuel L. Jackson e Kerry Washington.
Il film, come dichiarato dal regista, è un omaggio al film Django (1966), diretto da Sergio Corbucci, Djangointerpretato da Franco Nero, che appare anche in questo film.Django_(film)
La trama parla di un cacciatore di taglie tedesco, ex dentista,che, per trovare tre fuorilegge, si serve di uno schiavo negro, Django; da lì si va avanti per tutto il film.
Tarantino si è basato sul western (sua dichiarata passione) ambientato nel profondo Sud degli Stati Uniti, dove i film di solito parlano solo dei grandi proprietari di piantaggioni e di schiavi, ma mai come li ha presentati lui in questo film: uomini avidi, folli, sfruttatori violenti e annoiati. E’ originale anche come presenta la schiavitù, vergona degli USA. Credo che solo le “tarantinate”, io chiamo così molte scene e particolari dei suoi film, potevano affrontare con ironia, sarcasmo, ridicolaggine, anche ilarità, questo tema difficile. Ci sono scene cruente, tipiche di questo regista, c’è anche dell’irreale, ma non mi sono dispiaciute. Il tutto ha evidenziato benissimo la tragedia vissuta dal popolo di colore i quegli orribili anni.
Tra la mie scene preferite: metter in ridicolo gli incappucciati e vedere Trantino nella parte del caw-boy stupido. Certo ci sono state scene fondamentali, ma lì ci ho trovato l’autoironia del regista e la voglia di condannare i violenti.
L’attore preferito in questo film? Christoph Waltz: splendido!dent Ma anche bravo Di Caprio nella parte del cattivo. Credo sia un film da non perdere.

6 commenti »

Un libro per sognare…

CREDERE DI SOGNARE AD OCCHI APERTI-FORUMQuando leggo un libro, a volte  sogno; se la lettura mi coinvolge mi infilo nel libro e ci passeggio dentro, dalla prima all’ultima pagina. A volte supero l’ultima pagina e proseguo il sogno da sola, senza i personaggi e l’autore.

4 commenti »

Fontane dè Roma

A Roma ci sono oltre duemila fontane, tra grandi e piccole. Quasi tutte meritano di essere viste per la loro bellezza, particolarità e perchè opera di grandi scultori e architetti. A noi romani l’acqua e le fontane ci piacciono, sin dai primi acquedotti a quelle moderne. Un vero patrimonio artistico. A parte le più importanti e visitate,  a Roma ce ne sono di piccole in molti quartieri. La caratteristica di queste fontane, che risalgono tutte agli anni 1925-30, è l’aspetto classicheggiante riferito al Rinascimento; purtroppo moltissime sono scomparse.
Una di quelle che resiste  è “La fontana Paolina” che si trova nell’omonima via, in rione Monti.
Fu realizzata da Mariano Ginesi nel 1927; è una piccola fontana dove troviamo rappresentati un putto alato (dalla bocca esce l’acqua), un festone floreale, cornici, stemmi e una piccola vasca. Io la trovo un piccolo gioiello.

paol1

 
Shelley (poeta) diceva: “Bastano le fontane per giustificare un viaggio a Roma”.

2 commenti »

Con me si

“Sarò con voi ogni giorno, fino alla fine del mondo.”

Gesù e la Samaritana(Accademia di carrara)

Gesù e la Samaritana
(Accademia di carrara)

1 Commento »

Proverbio

Un proverbio dice: “Chi sta vicino alla cucina mangia la minestra calda. ” Pensa che cucina che c’è a Montecitorio e affini!!!

3 commenti »

Poesia zen del XV sec.

hoh-rain-forest-olympic-national-park_51546_990x742  Il vecchio pino
  stormisce la divina
  saggezza.
  L’uccello nascosto
  nel bosco canta l’eterna
  armonia.

                                                      dalla raccolta Zenrin-kushu

4 commenti »

Alla Formica

cic Chiedo scusa alla favola antica,
 se non mi piace l’avara formica.
 Io sto dalla parte della cicala
 che il più bel canto non vende, regala.

 G. Rodari

2 commenti »