TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Racconti – Hermann Hesse

su agosto 14, 2013

-Hans Amstein
-Karl Eugen Eiseleinhesse
-Il liceale
-Il miglioratore del mondo
-Sacrificio d’amore
-Una sonata
-La prima avventura
-Frammento di gioventù
-Bella è la gioventù
-Amici
-Taedium vitae
.Il fidanzamento
-Ladidel
-Emil Kolb.

Sono i titoli dei racconti racchiusi in questo libro, che ho terminato oggi.
Racconti scritti da Hermann Hesse tra il 1903 e il 1911.
I temi trattati sono l’amicizia, l’amore, la gioventù con tutte le sue passioni, indecisioni,  avventure, l’avvicinamento al sesso, le paure, il coraggio, le decisioni da prendere.
Era tanto che non leggevo Hesse; a dire il vero avevo deciso di leggere Thomas Mann:  I Buddenbrook, visto che da ragazza l’avevo iniziato e dopo dieci pagine chiuso, intorno ai 30 anni l’ho ripreso ma ho agito allo stesso modo, magari dopo venti pagine, ora ho riprovato, ma niente non vado oltre le prime pagine, ho provato con un’altro suo libro, Altezza Reale, ma niente da fare, non riesco ad entrare in sintonia con questo scrittore, mi mette una grande tristezza. Lascio e decido di leggere Hesse, anzi, vorrei rileggere altri suoi libri; un autore non facile, anche introspettivo, ma a me piace. Mia sorella ha definito queste mie letture “..il suicidio estivo…”, forse ha ragione, qualcosa di più leggereo ci stava, ma quando mi prende la smania non c’è nulla che tenga.


13 responses to “Racconti – Hermann Hesse

  1. Giancarlo ha detto:

    Prova a leggere qualcosa di introspettivo ma più nuovo,qualcosa che ti possa far anche sorridere. Io ho scritto “il confine del tramonto”. Dicono che non è’ male, ma soprattutto si lascia leggere e fa pensare.

  2. ombreflessuose ha detto:

    Cara Penelope, di Hesse ho letto solo una raccolta di poesie, ma onestamente in questo periodo
    non ho desiderio di leggere nulla
    Buona serata di Ferragosto
    Baci
    Mistral

  3. giuliandgiuls ha detto:

    Io mi appresto a leggere Siddharta 🙂

  4. renzodemasi ha detto:

    Hesse è uno dei miei scrittori preferiti e Gertrud, per me, uno dei suoi romanzi più belli. Trovo che solo determinate sensibilità possano accostarsi ad Hesse; nella tua raccolta mi pare non ci sia Knulp, comunque in una raccolta che ho letto io c’era anche questo racconto: devi avere l’animo di Knulp, ossia dell’artista, del perditempo per cogliere certa letteratura.
    Non andare dietro a chi ti dice che sia letteratura da suicidio, capisco che costoro possano riferirsi all’intensità dei sentimenti espressi, comunque è proprio per questo che certi autori sono capaci di farti vivere un’esperienza. Al contrario noto che coloro che disdegnano certe letture, poi si accostano a letture che non hanno nessuna vibrazione vitale.

    • fulvialuna1 ha detto:

      Grazie per il tuo passaggio, condivido molto di quello che hai scritto; per quanto riguarada il suicidio era solo una battuta di mia sorella per prendermi un pò in giro, trova queso tipo di autore “pesante”, lei verte su altri scrittori, diciamo più…”concreti”, più “terreni”, più vicini alla realtà attuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: