TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Un’antica villa scomparsa: Villa Montalto – Negroni

su gennaio 20, 2014

Qualcuno conosce la Stazione Stazione Termini di Roma? terminitermeLa costruzione e il rione Esquilino, che la circonda, sono vasti.   
peretti_a1Proprio questa vasta zona, per circa tre secoli, è stata occupata da una bellissima e sontuosa villa rinascimentale, la più grande che sia mai stata costruita dentro le mura aureliane: Villa Montalto.
Sisto15Fu voluta dal cardinale Felice Peretti (poi papa Sisto V) che nel 1570 comprò, dal medico romano Guglielmini, una prima vigna per 1500 scudi; dopo l’acquisto di zone limitrofe, nel 1576, commissionò all’architetto Domenico Fontana i lavori di inizio della villa; i lavori terminarono nel 1581.
FT250la_villa_peretti_montalto_all_esquilino_nell_incisione_di_g_b_falda_1668_ca_imggalleryL’area era vastissima, con edifici (come il Palazzo alle Terme e il Casino Felice) ornati dalle pitture del Baglioni, del Viviani detto il Sordo, di Cesare NebbiaCONTENT-1b; viali alberati (in parte con cipressi)CONTENT-1giar;  giardini tagliati da viali prospetticiCONTENT-1; giardini terrazzati (circondati da un muro con sei ingressi monumentali)4440-Veduta del giardino di Villa Negroni; frutteti e vigne; fontane (più di 30) che furono le prime a benificiare  dell’Acqua felice (si sospetta che Sisto V abbia voluto quest’acqua proprio per la villa)CONTENT-1y; peschiere, ninfei e piscineCONTENT-1font; numerosissime statue antiche e moderne (ad esempio il gruppo del Nettuno e Tritone, noto anche come Nettuno e Glauco, realizzato da Gianlorenzo Bernini nel 1620 per l’allora cardinale Peretti e che oggi si trova al British Museum)416px-London-Victoria_and_Albert_Museum-Sculpture-04. Un luogo tanto meraviglioso che i viaggiatori stranieri, che venivano in Italia, arrivavano a Roma per vederla.
Sisto V amava vivere a villa Montalto ma a causa dei pressanti impegni del pontificato, decise di regalare la villa alla nipote Camilla Peretti. Dopo la morte del papa (1590) per la villa iniziò il degrado; fu prima venduta alla famiglia Negroni e nel 1789 venne acquistata dal marchese Camillo Francesco Massimo. Nel 1860, in occasione della costruzione della nuova stazione ferroviaria, la villa iniziò ad essere smembrata: di essa sopravvisse una metà fino al 1872, finchè  nel 1887 anche  i due edifici principali vennero distrutti.
300px-Trastevere_-_Fontana_del_Prigione_00721-2L’unico pezzo che si salvò (senza prigioniero) fu la Fontana del Prigione (Gianicolo).
  

Annunci

6 responses to “Un’antica villa scomparsa: Villa Montalto – Negroni

  1. gianpiccoli ha detto:

    Questo non lo sapevo, ma grazie a te ora so che non è solo il nostro tempo un tempo privo di sensibilità verso alcune opere d’arte…
    La fontana senza il prigione, quella l’avevo vista e catalogata tra le stranezze, come Sor Pasquino, che fa bella mostra di se in un posto dove oggi non ha senso, ma il senso glielo hanno restituito i Romani.
    Perbacco, che fantasia, una statua quasi sfigurata che parla, accetta e dona consigli, fa il verso ai politici ed altro ancora.
    Roma e’ una. Dire una …. Roma e’ una e basta.
    Un abbraccio
    Giancarlo

    • fulvialuna1 ha detto:

      Eh si, l’uomo ha corsi e ricorsi, l’arte viene spessa accantonata per cose assolutamente importanti, ma che bisognerebbe avere l’accortezza di trovare altre collocazioni. Su Pasquino: non è l’unico, Roma ha una lunga tradizione di statue parlanti…io le riattiverei per far capire qualcosa ai politici.
      Sò de parte: Roma è davvero una. La mia.

  2. umanoidipazzoidi ha detto:

    Anche noi questa non la sapevamo! 😉

  3. […] orto botanico noto in tutta Europa, Villa Magnani nel cui giardino spiccava il Tempio di Minerva, Villa Montalto Perretti opera di Domenico Fontana, sita dove adesso si trova la Stazione Termini, la Villa Palombara con la […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: