TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Per pranzo…

su maggio 17, 2014

…ci ha raggiunto il mio amico Jak (prima o poi mi deciderò a parlare di lui), tornato ieri dal Belgio, e precisamente da Bruges, città delle Fiandre, considerata la Venezia del Nord. 280px-Bruegge_huidenvettersplein Non posso postare le foto che ci ha mostrato, per due motivi: le sue personali perchè sarei a rischio di spezzare l’amicizia che dura da ben 20 anni, sono molto particolari, più particolari di quelle ufficiali, si perchè lui è un fotografo indipendente, lavora su richiesta e quindi, secondo motivo, non posso postare le foto che sono state acquistate da una rivista belga; delle sue è gelosissimo e solo pochi hanno accesso: praticamente io e la mia famiglia. Non lo fa perchè è misogeno o eccentrico, ma ha avuto una vita particolare che lo ha reso aperto solo a pochi intimi e al suo lavoro. Vabbè un giorno o l’altro ve lo presento, senza mostrare il volto, che alcuni addetti ai lavori conoscono bene.
Bruges è una città medievale, che l’UNESCO ha nominato patrimonio dell’umanità. Credetemi se vi dico che solo vederla in foto mi ha affascinato a tal punto che mi sono messa in mente di visitarla b
Anche lì sono arrivati i miei avi che l’hanno fortificata, dopo averla conquistata per opera di Giulio Cesare nel I secolo a.C; poi sono arrivati i Franchi (di cui, ho saputo un anno fa circa, potrei avere un pò del loro sangue nelle vene) nel IV sec. e subì alcune incursioni vichinghe nel IX secolo, fino a quando Baldovino I, conte delle Fiandre, rinforzò le fortificazioni. Dalla metà del XI secolo, un graduale processo di insabbiamento fece perdere alla città l’accesso diretto al mare, fino a quando, nel 1134 una tempesta creò un canale naturale che ristabilì il collegamento con il mare del Nord. Importanti monumenti sono:chiesa di nostra signora la chiesa di Nostra Signora, in stile gotico, al cui interno si trova la scultura della Madonna col Bambino di Michelangelo m (menzionata nel film Monuments man) e la Cattedrale di San Salvatore, la più antica chiesa gotica in mattoni del Belgio catt
Questa città è importante per l’industria tessile, la lana, il merletto; già nel IX secolo si tenevano fiere di stoffe e vestiario. Gli imprenditori di Bruges riuscirono a stabilire importanti contatti commerciali con la Scozia, l’Inghilterra, la Normandia, la Guascogna; nel 1277 anche Genova arrivò nel porto di questa città e nel 1314 arrivarono anche le galee veneziane. Divenne il principale centro dei commerci tra Europa del Nord e Mediterraneo, tanto da avere un afflusso finanziario così consistente che nel 1309 fu istituita nella città quella che viene considerata la prima borsa valori del mondo.
Bruges è anche uno dei luoghi turistici più importanti di tutto il Belgio. Il centro storico, circondato da canali, conserva ancora la propria architettura medievale essendo stato risparmiato da guerre o grandi incendi; i canali sono chiamati Reien; inizialmente servivano per il trasporto delle merci, oggi sono utilizzati solo a fini turistici; i canali accerchiano la città formando un ovale in quanto seguono il tracciato delle antiche mura.
Jak è andato a Bruges per un servizio sul cioccolato, perchè questa città è la città del cioccolato per eccellenza. Ho visto foto di vetrine incredibilmente meravigliose e Jak ci ha portato del cioccolato di grande qualità, non ho resistito, l’ho assaggiato tutto (domani vedremo i risultato in brufoli…). A mia figlia ha portato delle pralline in una scatola a forma di casa cioccol521 che ricorda perfettamente quelle vere bcase. In città c’è persino un museo del cioccolato: il Choco–Story, si parte dalla storia del cacao con i Maya, fino ad arrivare ai giorni nostri. Il museo è da visitare: quattro piani, realizzato nel XV secolo.choco-story A Bruges il cioccolato si inserisce alla fine del Medio Evo quando alcune famiglie importarono dalle Americhe il cacao e lo mescolarlo allo zucchero di canna.
Ogni anno si svolge, per un mese intero, la manifestazione “Choc’in Brugge”.

(le immagini sono tutte prese dalla rete)

 

Ora, Bruges a parte, ma il cioccolato non è sempre meravigliosamente invitante?30ua89g

 

 

 

 

Annunci

5 responses to “Per pranzo…

  1. tachimio ha detto:

    Cara Fulvialuna vuoi sapere una cosa? Mio marito ha lavorato tra il 1983- 84 a Bruxelles per quattro mesi, mentre io rimanevo qui con i bambini piccoli. I nostri amici storici dei viaggi in Provenza abitavano in quel periodo proprio lì. Con loro una volta che andai a trovare mio marito,’ abbiamo fatto un giro bellissimo capitando anche a Bruges. E’ vero, chiamarla la Venezia del nord è più che giusto. E’ un luogo molto romantico e fascinoso e gl’ intensi colori autunnali di quando ci capitammo ce l’hanno presentata ammantata in una veste di magico splendore. Dolce notte. Isabella

  2. gianpiccoli ha detto:

    Ho visitato Brugge (o Bruges) e posso garantire che non solo ne vale la pena, ma bisogna assaporarla….
    Il ricordo di una bella giornata di fine maggio, un trionfo di fiori, il lento fluire delle acque nei canali, il rapido volo di molte varietà di uccelli…
    Architetture minime miste a maestose costruzioni , Epoche che si mischiano con una inspiegabile armonia e nel cuore della città una piazza che appare esagerata per dimensione, ma ricorda che in ogni luogo esistono spazi aperti, anche tra i canali. In effetti l’impressione di chi vi si reca assomiglia a “ricorda Venezia”, tuttavia è più intima e vera in quella austerità Fiamminga , che non lascia spazio al divertimento, ma solo alla pura contemplazione.
    Un abbraccio
    Giancarlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: