TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Lavoro?

su settembre 30, 2014

Art.300 (18)…libertà sindacale sul lavoro, dignità del lavoratore…e bla bla bla….

1963 legge del primo governo Moro: tutela le donne dal licenziamento per matrimonio…e bla bla bla…

legge Biagi: legge a progetto, tutela dei giovani, delle aziende…e bla bla bla…

Ma quante leggi abbiamo che tutelano il lavoratore? Se ci mettiamo a spulciare, tante, ma mi domando il lavoro dove stà? Non qui in Italia…Quanto è bello essere tutelati per l’orario, per l’opinione…ma dove stà il lavoro per poter ottenere questo? Nei call  center che ti fanno lavorare tre mesi si e tre no? E quando finisci i “spicci” (perchè questo ti danno) dei tre mesi che fai, torni da mamma e papà ad elemosinare due lire per una pizza? E una famiglia come te la crei? E un posto tutto tuo quando riuscirai ad acquistarlo?

Ma un lavoro quando lo troveranno stì giovani? Quanti bla bla bla sento alla tele, ma le soluzioni? Quanti argomenti inutili tirano fuori sti grandi manager della politica, alcuni invece di vergognarsi ancora sparano cavolate pubblicamente, ma sono solo slogan; ancora si fa la guerra tra partiti a ideologie che non esistono più, servono solo a disturbare ancor di più il lavoratore (?) che soffre. Parliamo di Italia come di civiltà, ma scusate se dico che, senza il lavoro, che è motrice per tutto ciò che concerne la vita, l’inciviltà si stà aprendo sotto i nostri piedi. Le prova sono le continue violenze, escamotag, ruberie….che viviamo tutti i giorni. E non mi si venga a parlare come su quei bei giornali patinati, mega illustrati di donne imbellettate, ultima moda, borse, scarpe, uomini depilati dal meraviglioso corpo scultoreo che dondolano su barche dove fare l’amore è più importante che alzare il sedrere e cercare un lavoro…(e ci ricasco cò stò lavoro)  si perchè a forza di “scopare”, scusate il termine un pò forte…tra barche  e profumi voglio vedere la sera cosa mangeranno, dicevo non mi si venga  a parlare che il lavoro bisogna inventarlo…si inventarlo…Sarà anche così, ma quando leggo stò lavoro inventato sento: ho aperto una azienda bio, un b&b ecosostenibile, ho aperto un atelier con tessuti ricilati, uso tutto riciclato per produrre cestini, statue….bello, bellissimo, ma chi va a dormire al b&b, chi compra bio, chi compra cestini, abiti se il denaro non c’è? C’è anche molta ironia nel mio post, ma c’è una grande rabbia, una grande delusione, una grande voglia di tirare calci nel di dietro bello corposo di chi siede sulle sedie del potere….

Questo post nasce dalla grande malinconia di sentire un mio amico, incontrato questa mattina con la sua chitarra in mano…”Dove vai?” ” A venderla” “Perchè?” “Ad Alessandro ne occorre una più attuale per la scuola e io non me la posso permettere, vendo questa, il motorino e gliela compro…” Stretta allo stomaco….Arriva Alessandro e dice “Paola io glielo detto a papà di non farlo, trovo un lavoretto il pomeriggio e me la pago” Lo avrei coperto di baci misti alle lacrime…Ho semplicemente detto”Dai, tuo padre sa quello che fa, è la cosa giusta.” Gli avrei dovuto dire” Tesoro mio dove lo trovi stò lavoretto? Devi studiare, questo è il tuo lavoro…E poi lavoretto che ti verrà retribuito in nero e a due lire…”

E’ questo il futuro?

piange03

Annunci

15 responses to “Lavoro?

  1. tachimio ha detto:

    Già, quanta malinconia…che altro dire? Come dici tu: boh…Isabella

  2. dimmibarbie ha detto:

    sono d’accordo con ogni parola che hai scritto….anche con le virgole che hai messo…ritratto verista di una situazione sociale allarmante, e come diceva Pasolini:”Sono sceso da solo all’inferno per vedere cosa c’è, e ora vi dico attenti , l’inferno sta salendo da voi….siamo tutti in pericolo.”

    Cerchiamo comunque di non perdere la speranza e il sorriso, grazie per questo post.

  3. Diemme ha detto:

    No, scusa, non è l’approccio giusto. Il lavoro, in quanto lavoro, c’è, non è che l’Italia vada avanti (si fa per dire) per automatismi o coi robot. Non si trova lavoro dipendente regolare e ben retribuito, ecco. Forse dobbiamo cambiare registro, e farci pionieri. E se non noi, cresciuti con la mentalità del posto fisso, almeno i nostri figli. Che siano inventori. Che siano pionieri. Che siano audaci.

    • fulvialuna1 ha detto:

      Se leggi bene il post ti accorgi che non ho parlato di posto fisso, io personalmente non l’ho mai avuto e cercato, sono stata una dipendente, ma di quelle con il piede sul filo del rasoio, se andava male ciò che facevo, arrivederci e grazie!!! A 22 anni avevo la possibilità di entrare in banca, te lo immagini? Una pacchia. Mai avrei rinunciato alla creatività del mio lavoro, anche se guadagnavo molto meno. I ragazzi di oggi tentano di essere pionieri, ma le gambe regolarmente gliele tagliano, con tasse, permessi assurdi…Qui da noi venerdì ha chiuso l’ennesima fabbrica, 70 operai a spasso, 6 mesi di disoccupazione, poi stop, tra questi molti giovani, saranno una quarantina, mi domando tutti e 40 si “inventeranno” un nuovo lavoro? Perchè non riconvertire le fabbriche, perchè non tagliare le tasse all’imprenditore, all’operaio (che così può spendere) , perchè farle marcire chiuse e abbandonate? Non è forse lavoro questo? Ti faccio un esempio (ma te ne potrei presentare due tre): 4 ragazzi diplomati, 2 ragionieir, 2 geometri, non trovando lavoro (dopo zoomarine, collcenter, baristi) creano una mini coperativa per pulire giardini, potare alberi, taglaire ulivi….a me ad esempio potano la siepe, comprano l’attrezzatura (una spesa niente male), comprano un vecchio fiorino (altra spesa compresa l’assicurazione), e danno il via alle manutenzioni, che diminuiscono mese dopo mese (se non c’è chi lavoa, anche fisso, come si spendono i soldi?) mentre lo stato chiede una bella tassa sul povero fatturato dell’anno precedente; due di loro mollano e vanno nel Galles, morale: fanno lo stesso lavoro con retribuzione doppia e metà tasse. Non sarà la valle dell’eden, ma vuoi mettere?
      Non è il posto fisso che deve tornare, sono le tasse che devono abbassare.
      E quelle belle storie che leggo sui giornali, quelle che accennavo nel post, poi scopri che: la terra l’ha ereditata e allora che ci vuole a mettere su una coperativa agricola? Che il vigneto è di famiglia…che si è licenziata dal posto fisso e con la liquidazione ha aperto l’atelier….e se le banche non ti finanziano perchè sei nullatenete e se fai un leasing e poi ti rendi conto che l’entrate sono inferiori alle uscite, chi ti aiuta? Inventare è giusto, ma l’Italia deve rinniovarsi, ringiovanire, siamo obsoleti in tutto.

  4. Amor et Omnia ha detto:

    infinita tristezza ….hai fatto un quadro purtroppo vero.

  5. fariv66 ha detto:

    Hai centrato in pieno tutto Fulvia. Non posso che condividere quello che dici.
    Ma … ma e la soluzione? c’è una soluzione? non lo so. mi pare che ormai stiamo avvitandoci in un buco da cui è difficile uscire.
    E i nostri politici? nulla … difendono la casta (il termine non mi piace, ma è proprio così).
    ciao
    FaR

    • fulvialuna1 ha detto:

      Infatti, sono sempre molto ottimista, ma mi sembra che la soluzione non venga fuori, ilmio ottimismo comincia a scemare. La casta, è proprio una casta, e meno male che l’Italia si batte contro i governi che ancora la detengono….Mha!!!

  6. aboer65 ha detto:

    Che storia triste… Ma anche bellissima! Che amore quel papà e che riconoscenza e maturità quel figlio! Possiamo farcela se abbiamo gente così.
    Ciao cara
    Andrea

    • fulvialuna1 ha detto:

      Si sa che i genitori per i propri figli si butterebbero nel fuoco, ma è importante che anche i figli capiscano e apprezzino il sacrificio; dico che se in famiglia si riesce a dare il giusto valore alle cose, ai sentimenti, ci si può riuscire.
      E poi, i giovani di oggi sono meno immaturi di quello che si pensa.
      Un abbraccio Andrea, è un piacere il tuo passaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: