TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Tanto per…

su novembre 2, 2014

…dire qualcosa. Ieri mattina mia mamma è stata aggredita mentre faceva una passegiata, una giovane donna con un bambino nel passegino l’ha afferrata per la gola e sbattuta contro un muro, gli intimava di darle i soldi mentre cercava una inesistente collanina, mia madre gli diceva “lasciami che ti dò qualcosa”, ma lei niente, ad un certo punto è arrivato un ragazzo che cercava di spingere via la donna, mia madre si stava rendendo conto che qualcuno aveva infilato la mano nella sua shopper….Intanto il dottore e un’assistente della farmacia di turno, si erano accorti della cosa e sono usciti correndo verso mia madre, i due si sono dileguati, e si! erano “compari”; non ringrazierò mai abbastanza queste persone che prontamente l’hanno soccorsa. Per fortuna non ha riportato ferite o quant’altro, ma il medico ha insistito per chiamare le forze dell’ordine e un familiare. All’arrivo di mio fratello si sono resi conto che gli era stato sottratto solo un piccolo borsello dove erano conservati buoni sconto e 5 euro. Devo dire che mia mamma è stata coraggiosa, è rimasta lucida e tranquilla, è riuscita a dare una spiegazione fisica delle persone che l’hanno aggredita. Io questa cosa l’ho saputa solo ieri sera, mio fratello sapeva che se lo avessi saputo nell’immediato sarei partita subito per Roma, voleva evitarlo; ma l’ho fatto, ho passato la notte da mia madre, e mentre lei dormiva la guardavo; è diventata minuta e fragile, e, come ho scritto in precedenti post, ho capito che la mia tolleranza nei confronti di alcune persone e fatti è ridotta allo zero, una delle cose più “schifose” è aggredire un anziano praticamente indifeso….Avrei voluto averli tra le mani, lo dico senza vergogna, una bella passatina me la sarei concessa. Non posso più giustificare nessuna forma di violenza, assolutamente no. E non mi si venga a parlare che i tempi sono critici…che la gente ha fame…che la gente ha perso il senso del rispetto…non ascolto più nulla. Se tutti andassimo in giro a picchiare altri o quant’altro….Mi sono alzata alle 6, ho fatto colazione con lei e poi sono tornata a casa, con lei rimaneva mio fratello. Avevo bisogno di placare la mia anima, il mio cuore e i miei nervi e sopratutto voler ancora credere che c’è del buono in questa vita.

Come?  Guardando tanta gioventu’ sana29 sett 2014 guardando il volto di mia figlia e i suoi occhi luminosi capire che solo loro possono essere il riscatto di questa società terribilmente malata;  guardare la natura che malgrado l’autunno che avanza mi ricorda che c’è sempre una vita ad illuminare le mie giornate, i momenti bui DSC06661DSC06652; che quella pianta che tanto amo e ho curato fina da quando non era più alta di 50cm sia diventata enorme e mi incita alla vita: per ogni ramo che taglio lei me ne dono altriDSC06654, e mi ripaga tenendo al caldo le piccole vite del giardinoDSC06650, perchè anche la più piccola vita è un dono sacro. E poi ripensavo alle parole di mia madre mentre mi raccontava “….l’ho detto al poliziotto, per favore fermateli, io sono stata fortunata, altri potrebbero farsi veramente male….”, fortunata…e nel cuore mi si è infilata una spada di dolore e per sfogarla ho preso i cani e sono andata a correre da AmerigoDSC06655Foto2187, con Jo che cresce felice (in un mese ha acquistato circa 5 kg)Foto2175 e mi viene voglia di guardare se c’è ancora la tana del serpente, sbircio e sento un brivido dietro la schien, mi volto è lui è dietro di me, verde, lungo più di 1 metro e mezzo, resto paralizzata, Angel e Jo corrono verso di me e lui velocissimo si volta e fugge, li avrei baciati, invece li incito a correre a casa, dove il piccolo (perchè ancora lo è, 9 mesi), si fa coccolareFoto2193 e si addormenta23 ott 2014 (10)23 ott 2014 (4), sicuro…sicuro, che bella questa parola ormai demodè! E poi giù nel bosco perchè mi chiama R. e mi dice  “…se vuoi puoi arrivare oltre la radura, abbiamo aperto fino al rio…”, riparto e mia figlia dice “..a mà oggi non hai pace…dai andiamo.”, pace, che bella parola, la cerco sempre, la sogno, la offro, ma sempre più difficilmente la trovo. Ora sono serena, la pace l’ho trovata guardando questo meraviglioso tramonto che mi fa pensare che un giorno se ne stà andando e l’altro che verrà sarà migliore, in barba all’intervento chirurgico, anche se banale, che subirò mercoledì. La natura, lei è la mia medicina, l’uomo è il mio tormento

DSC06665

Annunci

26 responses to “Tanto per…

  1. Lelly ha detto:

    in bocca al lupo!!!!! vedrai andrà tutto bene! questo tramonto ha trasmesso anche a me un po’ di pace e speriamo davvero che domani sia un giorno migliore :*

  2. 65luna ha detto:

    Grande abbraccio a te e alla mamma. 65Luna

  3. tachimio ha detto:

    Bel post al di là dell’episodio odioso toccato a tua madre. Falle i complimenti per come ha reagito e convengo con te su tutto, anche se a volte, ad essere sincera, non sempre sono poi così positiva come te. Ciao Isabella

  4. Amor et Omnia ha detto:

    cara la mia Tata…… ti abbraccio..

  5. ladybeetle11 ha detto:

    Un post intenso, ricco di emozioni forti come siete forti tu e tua madre . tale madre tale figlia dicevano un tempo 🙂
    Un abbraccio

  6. dimmibarbie ha detto:

    carissima ti sono vicina, mi spiace molto per tua mamma, per fortuna la situazione non è precipitata…
    ti abbraccio e ti invio pensieri di luce e positività perchè la prossima settimana sia serena per te e tutta la tua famiglia….quanto sono amorosi i tuoi cani , deliziosi, loro sì insieme alla natura tutta sono simbolo di amore e bellezza…
    buonanotte
    Barbara

  7. Drimer ha detto:

    Un post che descrive bene, purtroppo il nostro tempo e sempre più spesso lascia il segno; la pazienza è al minimo.
    Un abbraccio e un sorriso 😉

  8. arthur ha detto:

    “La natura è la mia medicina e l’uomo il mio tormento”

    Una definizione che lascia senz’altro a bocca amara, ancora di più nel leggere il racconto della disavventura di tua madre. Sono i tempi o forse è l’assoluta mancanza di ogni limite e pudore che porta la gente a comportarsi come fosse un’animale?

    Dico sempre che oggi la gente è schizzata, violenza verbale e fisica è all’ordine del giorno, basta leggere i giornali e ci si rende conto di come l’animo umano sia cambiato in questi ultimi anni, colpa anche di questa rincorsa spasmodica verso un benessere che alla fine ci ha resi schiavi e dipendenti. Dicevo giusto l’altro giorno con un amico che questo benessere è così illusorio che non ce ne rendiamo più conto. Il possesso dell’inutile che mette in gioco anche ogni fondamento morale e la gente pur di possederlo fa ogni cosa, vedi corruzione dilagante nelle alte sfere.

    Ma sai, la disonestà è sempre esistita, così come la violenza gratuita – vedi quel ragazzino che è finito in ospedale gravissimo per uno scherzo del compagno -, solo che un tempo se ne sapeva di meno, con media meno pruriginosi e meno a portata di mano.

    Comunque mi spiace molto per la tua mamma, ma hai detto delle cose bellissime, basta un sorriso, quello di tua figlia, e tutto torna come prima.

    Ps: complimenti per la figlia, posso dire che è molto carina? 🙂

    • fulvialuna1 ha detto:

      “…che questo benessere è così illusorio che non ce ne rendiamo più conto. Il possesso dell’inutile che mette in gioco anche ogni fondamento morale e la gente pur di possederlo fa ogni cosa, vedi corruzione dilagante nelle alte sfere.” hai centrato perfettamente il nocciolo della questione, e se la disonestà e la violenza è sempre esistita io la trovo ancora più abberrante in questo mondo di informati e acculturati.
      Ps Grazie, puoi dirlo 🙂

  9. Diemme ha detto:

    La delinquenza è sempre esistita e sempre esisterà, ma con delle forze dell’ordine efficienti, un popolo interveniente e non spettatore passivo, una certezza della pena, avrebbe vita un po’ più difficile.

  10. Topper ha detto:

    Episodi del genere mi portano dentro una rabbia enorme solo a leggerli, figuriamoci se avessero toccato direttamente qualcuno della mia famiglia. Se ne sentono tante, è un vero schifo ormai, in certi posti devi veramente guardanti intorno prima di muoverti.
    Cerchiamo di crescere bene i nostri figli (la tua, a proposito, è bellissima) ma non possiamo non sperare che diventino anche forti, furbi, scaltri in certi contesti, proprio perché la vita purtroppo a volte ti costringe a lottare.

  11. ombreflessuose ha detto:

    Carissima, non si tocca nessuno, soprattutto le persone indifese e fragili
    La tua mamma è stata davvero saggia e coraggiosa a non reagire.
    E meno male che c’è quell’ altra madre: la natura, ci dà sollievo e serenità
    Una carezza alla mamma e un abbraccio a te
    Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: