TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Visto che….

su dicembre 4, 2014

...piove, anzi diluvia, lampi e tuoni a non finire, in questo pomeriggio che sembra già notte inoltrata,  vi và di fare un giro al Museo? Avete mai visitato il Museo Archeologico di Tarquinia (Lazio)?
Se volete vedere (tra i tanti reperti) qualcosa di meraviglioso, fatelo.
640px-Etruscan_Horses_Tarquinia Parlo dei Cavalli alati (simbolo della città), vi affascineranno e stupiranno per bellezza e maestosità.
Ma da dove arrivano questi stupendi cavalli?
Nella zona di Tarquinia, prima dell’arrivo dei Romani, vi vivevano gli Etruschi, che, come tutti i popoli dell’antichità, amavano i cavalli, lo dimostrano tanti oggetti d’arte e affreschi trovati nelle loro tombe; questi cavalli di terracotta appartenevano ad un tempio: l'”Ara della Regina, che sorgeva in posizione cache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_0954f3970219a6dcf93fca813dfb189d dominante sul pianoro della Civita; è oggi il più grande tempio etrusco conosciuto ed il più monumentale; questo edificio veniva utilizzato per la celebrazione di riti e preghiere cache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_05458583d2fa2302c92d5e599fc9b638. A tutt’oggi non si conosce la divinità alla quale era destinato il culto, rimane ancora ignota, ma si ipotizza possa essere stata quella che verrà chiamata Diana.
Il tempio (IV secolo a.C. circa) fu costruito con blocchi di nenfro (roccia piroclastica tipica della regione)cache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_5cfc578ae7a80d6666cde5cdf9cdcc1d, il basamamento, unico resto rimasto, è in macco (pietra calcarea diffusa in Etruria)cache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_49535cf074dfa31fe96cc8ada8529505 . Durante gli scavi del 1938, a cui seguì l’opera di restauro, l’archeologo Pietro Romanelli, rinvenne, a una profondità di 3 metri, una lastra di terracotta frammentata in cento parti, che, grazie al minuzioso lavoro di restauro tornò ad essere quello che oggi possiamo vedere: i cavalli alati. La lastra proveniva dal frontone del tempio, era una delle due che lo ornavano, una raffigurante appunto i due cavalli alati e l’altra la biga a cui erano aggiogati, di questa resta solo il timone, si pensa che fosse montata dalla divinità a cui il tempio era consacrato. L’opera è un preziosissimo altorilievo, una laboriosa manifattura dell’arte etrusca, modellata sicuramente da un valente artista che ha saputo dare profondità al gruppo variando il rilievo, dalle zampe, alle teste cache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_b7868eb6d0e9e7060aa2c53d88671fed, alle ali cache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_4a6c8df7f67c9bb48f3a2d085dd7723a, che ha saputo dare dinamicità alle figure e curarne i minimi particolari cache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_7b7808d6fd641b63ee559fdcc7f10753, non potrebbe essere altrimenti vista la perizia e il gusto artistico che aveva il popolo etrusco. L’intervento di restauro si deve a Ingrid Rein che pur  trovando difficoltoso questo lavoro, anche per le dimensioni del reperto, alto m. 1,15 e largo m. 1,25,  è riuscita anche a riportare alla luce i colori della lastra: il cavallo in primo piano era ocra, mentre quello più arretrato rossoCA2

Annunci

6 responses to “Visto che….

  1. wwayne ha detto:

    Rieccomi! Visto che condividiamo la passione per la storia, ti raccomando ad occhi chiusi il libro di cui ho parlato in questo mio post: http://wwayne.wordpress.com/2014/09/08/roma-zona-di-guerra/. : )

  2. dimmibarbie ha detto:

    Splendida gita al museo….
    grazie e un abbraccio amica mia.
    baci
    Barbara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: