TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Libertà

su gennaio 9, 2015

“Noi non siamo ancora liberi, abbiamo solo conquistato la libertà di essere liberi. Per essere liberi non basta rompere le catene: bisogna costruire un mondo che rispetti e accresca la libertà degli altri.”
Nelson Mandela

“La libertà significa responsabilità:ecco perchè molti la temono.”
George B. Shaw

Le morti per violenza inevitabilmente portano morti violente.
Non mi riferisco solo ai fatti che purtroppo stanno avvenendo in Francia, che sono avvenuti in Australia….ma ovunque. Certo in questi giorni è il terrorismo islamico a fare banco, la mia sensazione è che si stia moltiplicando velocemente.
E qui mi metto a riflettere ancora di più sulla parola terrorismo, dentro c’è la parola terrore…perchè con questo mezzo l’uomo pensa di poter togliere la libertà.
Ma io “non voglio” che mi venga tolta la “mia libertà”, e per mia non intendo quella personale, fisica, ma quella di identità.
Non ho alcuna voglia ne intenzione di giustificare chi continua a ripetere che bisogna avere rispetto per “l’altro”, quello che non ha la stessa nostra cultura….Io il rispetto l’ho sempre avuto per tutti anche per quelli che non digerisco (perchè ce ne sono, altrimenti sarei davvero una santa!), ma non posso pensare che rispetto vuol dire cercare di imporre una cultura che non mi appartiene; ognuno deve mantenere la sua, è sacrosanto, a meno che non scegli tu di cambiarla, ma non puoi permetterti di imporla; personalmenteio non mi permetterei mai di andare in un’altro Paese e pensare di non rispettare alcune regole, cultura, modo di vivere, di mangiare…allora se non sono d’accordo non vado.
Mio nonno non ha mai avuto la tessere del fascio e i suoi figli erano sempre gli ultimi nei banchi, mia nonna non ha piegato la testa al nazismo anche quando ha rischiato di morire, anche quando mio nonno è stato deportato, non aspettava in casa…, mia zia non ha ceduto a chi gli voleva tagliare i capelli perchè troppo bella….no, non ci stò ad abbassare la testa, in casa nostra non si usa. Non ci stò a pensare di dover “giustificare” chi a casa mia pensa che debbo diventare un fantasma, non posso battere le mani quando mi piace una canzone, non posso tifare allo stadio, non posso leggere una vignetta che ironicamente mi prende in giro…non ci stò.
Nella mia vita ci sono quattro parole importanti: amore, pace, libertà e passione.
Se tu ami vuoi vivere in pace, e vivere in pace vuol dire avere libertà e se sei libero tutto ciò che fai lo fai con passione.
Ma mi concentro su libertà; la libertà la intendo come possibilità di fare le mie scelte senza però limitare o sopraffare la libertà degli altri.
La vogliamo chiamare democrazia? Chiamiamola così….uso comune.
La democrazia è difficile, l’uomo per natura è anche prevaricatore, ma potevo capirlo all’inizio dei tempi, non oggi, non più.
E i giovani solo possono essere la nostra speranza se riusciremo a fargli capire che la democrazia per conquistarla bisogna fondamentalmente volerla.
E credo che solo allora le armi taceranno. Solo non sparando le parole-buffonate di alcuni governanti che parlano di pena di morte, di sparare col cannone….parlassero di cose concrete, più attuabili nell’immediato, dassero loro stessi l’esempio che la democrazia è equilibrio, invece di mangiarsisi uno con l’altro e anche in momenti come questo la finissero di mettersi in mostra, di cercare l’alleanza a tutti i costi e a ogni costo, fanno bei discorsi, ma i bei discorsi se mancano d’esempio non servono a nulla.
ribbon-black_68E mi inchino al popolo francese, alla loro forza e dignità, alla loro compattezza senza violenza, al lor voler non abbassare la testa perchè credono fermamente nella libertà.
“Non fuggire in cerca di libertà quando la tua più grande prigione è dentro di te.”
Jim Morrison

“Il mio mestiere e la mia arte, è vivere”
M.E. de Montaigne

Annunci

11 responses to “Libertà

  1. meo..... laura ha detto:

    Mi onchino anche io al popolo francese.
    Silenzio.

    Marcello

  2. Andrea ha detto:

    Mi piace molto cio che hai scritto, non è individualista anzi.
    Solo su una cosa dissento: i cannoni no taceranno mai… ma non per questo smettiamo di dire no alla guerra! La lotta tra i due estremi, tra bene e male, onestà e malaffare, amore e odio, violenza e dialogo ci sarà sempre, come dici tu è insita nell’uomo, anzi nella natura. Noi possiamo scegliere da che parte stare.
    Ciao
    Andrea

  3. 65luna ha detto:

    Grazie: bellissimo post. Mi aggiungo al tuo inchino. 65Luna

  4. luna ha detto:

    Non ci sono parole.
    Un bacio.
    Luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: