TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Il lato positivo (Silver Linings Playbook)

su marzo 18, 2015

locan  regia di David O. Russell.

 

 

 lato-positivo-213389 Tiffany è una giovane donna, rimasta vedova, che ha avuto dipendenza da sesso e psicofarmaci dopo la morte del marito e che ha perso il lavoro.
il-lato-positivo-586x474 Pat, ex insegnante liceale, è un giovane uomo che ha trascorso otto mesi in un ospedale psichiatrico dove ha tentato di curare la sua aggressività (ha picchiato a sangue l’amante della moglie) che gli è costata il matrimonio a cui teneva tantissmo. Pat torna a vivere dai suoi, deve ricostruire il rapporto col padre con il quale non è mai andato d’accordo. Il suo proposito è riconquistare la moglie da cui una restrittiva l’obbliga a stare lontano.
Pat e Tiffany si incontrano ad una cena organizzata dal migliore amico di lui e dalla sorella di lei, ma a differenza degli uomini che Tiffany incontra, Pat non vuole una storia di sesso con lei ma solo amicizia.
Tra situazioni traumatiche e crolli psicologici i due stipulano un patto: Tiffany si propone di consegnare una lettera di Pat alla sua ex moglie, Pat dovrà partecipare a una gara di ballo a cui Tiffany tiene tantissimo ij5g
Il padre di Pat è uno scommettitore incallito e a causa di questo ha perso il lavorio, sogna d’aprire un ristorante e ancora una volta scommette con il fratello Jake che la squadra di football per cui tifa vincerà e che nella gara di ballo i ragazzi prenderanno almeno un cinque…Tutti si disperano, sembra impossibile vincere e se questo non accadrà perderà tutti i soldi per il ristorante.
Nella gara di ballo Pat e Tiffany ottengono il punteggio sufficiente a far vincere la scommessa al padre di Pat che così potrà aprire il ristorante e scopriranno che l’essersi aiutati a vicenda, per superare le difficoltà del passato, ha fatto nascere tra loro una intesa forte e un legame intenso…..

23280650_il-lato-positivo-di-david-russell-21-300x200

 

Film del 2012 tratto dal romanzo di Matthew Quick, L’orlo argenteo delle nuvole.
Il film ha ricevuto otto nomination ai premi Oscar del 2013, aggiudicandosi quello alla Miglior attrice protagonista, Jennifer Lawrence. E’ una commedia che oscilla tra il drammatico e il sentimentale, un buon mix.
Lasciatemi dire che i protagonisti Bradley Cooper e Jennifer Lawrence sono una coppia esplosiva, assortita bene come poche; a Roberta (con cui ho visto il film) sono piaciuti molto e gli ho proposto di vedere gli altri film in cui recitano, e che rivedo volentieri anche io. La Lawrence l’ho trovata molto convincente, con una buona recitazione. Bradley Cooper, con la sua recitazione, trasforma il dramma d’amore quasi in un romanzo. E che dire di Robert De Niro? Fantastico. Dopo film insulsi, finalmente rivedo De Niro, inizialmente pressato nel personaggio di una sorta di caricatura paterna con problemi psicologici, ma mano mano si snoda nella recitazione del grande attore che sa dare al personaggio il giusto ritmo e personalità. Avrei sfruttato meglio la bravissima Jackie Waever (la madre di Pat) jacki-weaver-e-robert-de-niro
All’inizio il film mi è sembrato lento, credevo di non aver capito bene di cosa si trattasse, ma poi mi ha letteralmente avvolto. Il film non ha grandi ambientazioni, per lo più si svolge nel tratto di strada dove vivono i protagonisti, ma proprio questo ne fa il fulcro vitale del film, senza mai annoiare, centra, secondo me, quello che è il messaggio del regista, quanto gli umani, soprattutto nella società odierna, siano fragili: nevrosi, depressione, disturpi psicologici, tradimenti, scommesse, emarginazione…tutto dietro l’angolo, ma anche nelle difficoltà si può trovare una via d’uscita. Un film che consiglio, anche per l’inusualità della storia, la brillantezza dei personaggi, personaggi non stereotipati, anche divertenti; non aspettatevi cenette, bacetti, coccole…ma tanta realtà. Il regista ha saputo portare personaggi che mostrano un vero spaccato della nostra società, anche nel lato dell’emarginazione e per fortuna ha inserito quel lato positivo che spesso dimentichiamo di cercare e trovare. Personalmente emotivamente mi ha toccato, trovare il lato positivo nelle difficoltà è unaa parte di me, è stato, ed è, uno dei ganci che mi hanno salvato, ma non ho lacrimato perchè nel film c’è una realtà talmente asciutta, anche se tocca note personali e sentimentali, che ti coinvolge senza mielosità.
La traduzione del titolo originale del film è “Il libretto dei risvolti positivi” perchè, nel romanzo, il protagonista appunta su un quaderno i buoni propositi giornalieri che gli permetteranno di riconquistare la moglie, nel film questo viene omesso e per questo è stato tradotto in italiano nel Il lato positivo, che altro non è che il lato che vede Pat in ogni cosa che fa, o quanto meno lo cerca in ogni obbiettivo che si è proposto raggiungere. Proprio la danza, che aveva inizialmente rifiutato, gli fa scoprire una parte sconosciuta di se stesso e di Tiffany, e insieme riscoprono che la vita ha sempre lati positivi (lo dico sempre che la danza è una grande terapia, io l’adoro).

 
“Devi fare tutto il possibile, lavorare al massimo e, se rimani positivo, vedrai spuntare il sole tra le nuvole”.
“Sai cosa farò? Prenderò tutta questa negatività e la userò come carburante per trovare il lato positivo! È questo che farò! Non è una stronzata…Ci vuole impegno!”
“Se le nuvole bloccheranno il sole, ci sarà sempre un risvolto positivo che mi ricorderà di continuare a provarci!”

 

Una mia considerazione, durante il film ci ho pensato: Pat corre per ritrovare l’equilibrio in se stesso e per credere ancora in qualcosa di positivo, io ballavo anche se le mie gambe avevano perso i muscoli, erano due cerini in un paio di scarpe (come diceva mio fratello). Ognuno di noi può trovare il modo di tornare a credere, il mondo offre tanto dolore ma anche grandi riscatti, oltre l’amore.

cors

Annunci

6 responses to “Il lato positivo (Silver Linings Playbook)

  1. Ivan ha detto:

    Io gli ho dato tre stelle. Comunque bel film. Se ti interessa sul mio blog trovi la mia recensione, non ti rubo ulteriore spazio 😉

  2. Diemme ha detto:

    Film dolcissimo, quasi quasi mi ha fatto tornare la voglia d’innamorarmi ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: