TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

L’ultimo lupo

su aprile 1, 2015

lupo  di Jean-Jacques Annaud
  Due giovani studenti di Pechino, durante la Rivoluzione Culturale, vengono mandati nelle zone più interne della Mongolia allo scopo di istruire i componenti di una comunità di pastori nomadi, uno di loro è Chen Zhen.
La comunità nomade vive nella steppa che è anche l’habitat del lupo con il quale intrecciano le loro vite.
Chen Zhen resta affascinato dal lupo e dalla sua vita, tanto che decide di addomesticare un cucciolo sfidando il parere contrario, l’osticità e le tradizioni della tribù. Poco dopo il governo decide di eliminare tutti i lupi della zona e la vita per i due si complicherà.
Un film bellissimo e drammatico tratto dal romanzo, in parte autobiografico, Il totem del lupo di Jiang Rong (il più letto in Cina dopo il libretto rosso di Mao), che è stato tra i protagonisti di piazza Tienanmen e per questo ha scontato una pena in carcere fino al ’91.
Come la maggior parte delle volte contesto la traduzione italiana del titolo, inappropriata vista la forza che nel libro e nel film si vuole dare al significato del lupo…un dio, una forza protettiva per quel popolo, si evince dalle prime scene dove una pelle di lupo sventola nel campo dove vivono i pastori e spesso viene inquadrato durante il film. Un totem….
16-_11_33075912_note-di-cinema-dal-deserto-ultimo-lupo-di-jean-jacques-annaud-2015-4 Nel film c’è una forte componente ambientalista che evidenzia l’alterazione dell’equilibrio tra la natura e l’uomo  proprio a causa di questo, ho apprezzato molto anche se le scene mi hanno fatto soffrire molto per la crudeltà di alcune situazioni che vanno a colpire proprio l’animale. L’uomo e il lupo, uno dei legami più forti e combattuti da sempre in natura.
maxresdefault E quanto sono belli sti lupi grigi di Mongolia (si chiamano proprio così)! images  Belli da togliere il fiato, che ti ammaliano con i loro occhi astuti, intelligenti, dal colore indescrivibile e il corpo forte e snello. 41468_pplimages b  Spettacolari sono i scenari naturali, supportati da un’ottima fotografia. UltimoLupo_TSR1423615573808_0570x0388_1423615852083 Bravissimi e belli gli attori, coinvolgente la colonna sonora.
Il film ancora una volta mi fa porre una domanda, quanto è convinto l’uomo che sia necessario sconvolgere secoli di tradizioni che donano e determinano la serenità e l’armonia sufficiente di alcune popolazioni per vivere un connubio positivo con la natura preferendolo a un progresso che sempre più spesso si rivela controproducente?
201501121842390a629_550 Popoli che da sempre sfidano venti, gelo, animali, ma che ne rispettano la maestosità, il silenzio, i predatori.
imagesm Perchè soffocare la libertà ancestrale di popoli e terre?

E apro una parentesi, forse un giorno racconterò questa storia…ho sofferto molto nel vedere questo film perchè un lupo è dipinto nei miei occhi e incastonato nel mio cuore, per sempre.

 

“Non si cattura un Dio per farne uno schiavo.”

wolf_totem_foto_2_


21 responses to “L’ultimo lupo

  1. dimmibarbie ha detto:

    come sempre una splendida recensione 🙂
    volevo andare a vederlo, e ci andrò ancora più convinta dopo aver letto il tuo post ,
    un bacio amica mia,
    Barbara

  2. kalosf ha detto:

    Voglio andare a vederlo. Tu bravissima come sempre

  3. Cix79 ha detto:

    Tutte domande lecite quelle finali.. se mi capiterà sarò felice di vederlo questo film.
    I lupi.. precedentemente portati alla ribalta col famosissimo “Balla coi lupi” e da qualche anno tornati in auge grazie al “Trono di spade”

  4. Andrea ha detto:

    Il lupo è un animale meraviglioso: bello, intelligente, fiero, libero. Mi ha fatto venire una gran voglia di andare a vedere questo film. Grazie!

  5. arthur ha detto:

    Ti sei ormai specializzata nella recensione dei libri, oltretutto fatta in modo creativo. bella!

    Buona Pasqua cara Fulvia, insieme a tutti i tuoi cari e… cosa prepari di buono domenica? 🙂

  6. luna ha detto:

    Vado a vederlo!
    Luna

  7. ladybeetle11 ha detto:

    Auguri di buona Pasqua!

  8. tachimio ha detto:

    Penso che soffrirei tantissimo a vedere questo film. Ma la tua recensione invita comunque. Buona Pasqua cara Paola. Un abbraccio. Isabella

  9. ombreflessuose ha detto:

    Un buongiorno di buona Pasqua 🙂
    Mistral

  10. giuma56 ha detto:

    L’ha ribloggato su noncerosasenzaspinee ha commentato:
    Un film tosto… come nello stile
    di Jean-Jacques Annaud
    un bacione a Firenze!
    http://girobloggando.blogspot.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: