TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Un pensiero, così….

su maggio 4, 2015

Non sono qui a dire se sono favorevole o contraria all’EXPO’, non è di questo che voglio parlare, ma riporto una frase di Arthur Schopenhauer che dice:”Dovunque e comunque si manifesti l’eccellenza, subito la generale mediocrità si allea e congiura per soffocarla.” A volte è vero, questo si è detto anche di questa grande manifestazione, l’eccellenza italiana del momento….ma se poi sento Renzi che dice che chi non credeva che ce l’avremmo fatta si deve ricredere….e poi ascolto che “…il padiglione gestito dalla Sicilia è vuoto e allagato, uno dei padiglioni che più dovevavo rappresentare i prodotti bio del Mediterraneo (Sicilia e 11 paesi delle due sponde del Mare Nostrum) e che c’è la solita partita a tennis, la Regione Sicilia fa cadere la responsabilità sulla dirigenza Expò, l’Expò sulla Regione Sicilia…e intanto il capannone è vuoto e quindi invisitabile, e se penso che oggi qiasi tutti i 40 tornelli installati erano fuori uso….tornelli che sono stati progettati per gestire l’ingresso dei visitatori disabili, per l’identificazione dei visitatori, per leggre tutti i tipi di smart badge e biglietti; e sento dire ieri da Sala che “Il primo giorno ci ha entusiasmato per la partecipazione, per le impressioni che hanno avuto i visitatori, per il fatto che abbiamo raggiunto gli undici milioni di biglietti venduti. Ma, adesso, dobbiamo resettare tutto e cominciare a confrontarci con quello che sarà il lavoro di ogni giorno. Affrontare i problemi che si presenteranno, correggere le cose che bisogna aggiustare, fare in modo che il visitatore esca dal sito contento e soddisfatto. Così come è avvenuto per la giornata inaugurale……Non è un dato che viene da Expo ma, in ogni caso, dalle nostre elaborazioni non possiamo andare oltre le 250000 presenze giornaliere: questo consente il “sistema Expo”, l’organizzazione, la forza umana, la logistica. E questo bisogna dirlo, soprattutto, a beneficio dei visitatori che non devono essere costretti ad affrontare eccessivi disagi ai controlli o essere sottoposti allo stress di lunghe file per visitare i padiglioni. La gente, insomma, deve muoversi con tranquillità. Il problema vero è quello di gestire bene il sito e ce la stiamo mettendo tutta per conseguire questo risultato……” e intanto chi stava aspettando di entrare si è sorbite file lunghe e tempi d’attesa; mi domando: ma non si doveva “sperimantare” tutto prima, magari facendo ultriori controlli e garantire veramente più rapida di accesso, riducendo code e attese? E pensare anche alla sicurezza (che oggi purtroppo è quasi una priorità)? Qualcosa, anzi più di qualcosa non mi quadra… Ora ditemi pure che sono una che l’eccellenza la vuole soffocare (vedi sopra) , ma io dico invece che sono talmente sfiduciata dei nostri “politicanti” che penso alla loro migliore qualità: sapersi ben barcamenare nelle tante bugie che ci propinano. Ovviamente accetto critiche.

ex Dimenticavo…il tutto sarà “rimediato” in 48 ore….

Annunci

19 responses to “Un pensiero, così….

  1. Erik ha detto:

    ah guarda io mi sento tremendamente sconfitto nel non credere più nelle capacità di questo paese, perchè di fatto, non è vero che non crediamo nelle capacità ma non crediamo che chi organizza e gestisce sia in grado di sfruttarle… che se vogliamo è cosa ancora ben peggiore… sapere di avere potenziale che va sprecato e ammassato come cataste di rifiuti che non sono nemmeno destinati allo smaltimento ma alla decomposizione è qualcosa che mi toglie drammaticamente le forze, quelle necessarie per credere…

    avevo pubblicato un post qualche settimana fa proprio sull’expo e sulla questione Ferretti.. proprio per lo stesso motivo di fondo… è possibile che non si riesca a fare un lavoro fatto bene e che nonostante questo ci sia gente che dice che va tutto bene?!!??!? basta vedere il movimento dei biglietti a valuta che tutto va bene.. secoli di storia buttati nel cesso ogni giorno..

  2. Nicola Losito ha detto:

    E’ stata rispettata in pieno la legge di Murphy: se qualcosa può andar male, lo farà. Mi auguro che, alla fine, le cose si sistemino al meglio e l’Italia faccia una bella figura.
    Nicola

  3. ehipenny ha detto:

    Mi trovo assolutamente d’accordo con ciò che hai scritto, e aggiungo un purtroppo… 🙂

  4. ladybeetle11 ha detto:

    Io ogni volta mi chiedo se gli impegni che l’Italia si prende , vedi Expo etc.. arrivano senza prima avvisare!
    Siamo sempre presi alla gola ma, pensandoci, un buon capo non è colui che sa gestire il tempo di realizzazione e motivare in modo da far rispettare i tempi?
    Qui sembra tutto raffazzonato alla meglio e peggio: se io so che tra un mese devo andare, diciamo ad un matrimonio, mi accorgerò la mattina stessa di essermi presa tardi per il vestito?
    Mah, povero paese gestito da azzeccagarbugli.
    Però, se riesco ad organizzare con mio figlio, vorrei andarci per essere partecipe del nutrimento del pianeta.
    Ciaoooo

    • fulvialuna1 ha detto:

      Condivido il tuo pensiero, e proprio come dici devo andare al matrimonio e mi accorgo il giorno prima di non avere il vestito giusto….sul nutrimento del nostro pianeta sono d’accordo, ma devo vedere con i miei occhi e capire se pagare 112euro per un piatto unico giapponese e 5euro per una bottiglietta d’acqua servano a questo “nutrimento”. Io lo trovo vergognoso.

  5. FMtech ha detto:

    IO ho avuto occasione e fortuna di poter vedere un certo bancomat destinato alle spese per rappresentare una regione all’Expo e ti garantisco che la cifra era di tutto rispetto e a poche settimane dall’apertura è andato tutto a catafascio…. E’ proprio vero che ha ragione chi ha scritto che l’Expo sarà lo specchio reale della nostra Italia nel bene e nel male….

    • fulvialuna1 ha detto:

      Non ho visto bancomat, ma sò di ingenti somme che ancora mi chiedo che fine abbiano fatto se alcuni padiglioni fanno acqua da tutte le parti….e credo anche io che l’Expò sarà lo specchio dell?Italia, mi auguro solo che vedendo ciò che non va cercheremo di migliorare.

  6. enricogarrou ha detto:

    Fulvialuna, permettimi di dissentire, siamo catastrofisti noi italiani, da quel che vedo in televisione e su internet e leggendo i giornali, l’Expo è bellissimo, lo confermano le televisioni, i giornali, la stampa riporta che pochi sono i padiglioni da terminare. Non vedo l’ora di visitarlo. Perchè dobbiamo criticare una manifestazione che porta moltissimi turisti in Italia e che farà da volano per altre visite? Torino, per esempio, era una citta grigia, ricca di fabbriche e quindi industriale, ma ha saputo fare un salto di qualità incredibile e con le olimpiadi (sono state deliziose) ha avuto un incremento turistico incredibile. Abbiamo musei invidiati nel mondo: vedi, per citarne due, l’egizio e il museo del cinema, un centro storico completamente riqualificato. Una città bellissima, dove le eccellenze vengono messe in evidenza. Molti politici creano immagini distorte per i loro fini, sanno solo criticare. Prima andiamo a vederlo questo Expo, poi ne parliamo. I ricavi non sempre sono immediati ma portano lavoro e ricchezza nel futuro. Specie nel campo dell’alimentazione dove abbiamo eccellenze assolute. Preferiamo non fare niente? Scusami per questo sfogo, un caro saluto.

    • fulvialuna1 ha detto:

      Caro Enrico dissentire è importante quando è costruttivo, altrimenti che senso avrebbe l’individualità? Il colloquio? Il riscontro di idee?….
      E ora veniamo alla mia risposta.
      Torino: città stupensa, ci siamo stati nell’estate 2012 per visitare in particolare il Museo egizio (che ancora non era stato restaurato, i lavori erano in corso), ma abbiamo girato tutta città e i suoi siti. Ci siamo trovati benissimo: efficenza nerlle informazioni al turista, le carte prepagate, i mezzi pubblici…credimi ci è piaciuta tantissimo e ci torneremo. Presumo che l’Amministrazione, ma anche i cittadini, abbiano lavorato bene per far funzionare tutto ciò, anche dopo le famose olimpiadi.
      Expò: quando, ben dieci anni fa, la signora Moratti presentò il progetto io esclamai”Cavolo che grande idea! Turismo, lavoro, conoscenza….” Parliamo di dieci anni fa e come non posso non pensare che più di qualcosa non mi quadra se siamo arrivati all’apertura con padiglioni ancora chiusi, inefficenza sulla tecnologia, chiodi e viti che rimabalzano sulle teste dei visitanti? Come pensare che non sia stata allestita un’area per permettere alle persone di “consumare” cibi portati da casa insegnando il riciclaggio e l’educazione civica? O pensiamo che i gruppi di rgazzi che vogliono andare siano tutti in grado di pagare un pranzo a svariati euro? Come non pensasre che ci sono famiglie che per mandarli hanno fatto un sacrificio? ben venganoi i turisti…ma noi? Anche noi andremo a vedere l’Expò, non ora, sono un pò insensibile ai grandi entusiasmi del momento e a ciò che dice la tele, i giornali e quant’altro; leggo, mi documento, ma i miei occhi saranno quelli che parleranno….ma alcune cose sono palesi. Ho creduto fortemente nella bellezza di questa manifestazione…chi come me non ha grandi possibilità economica ci ha anchge visto un viaggio nel mondo che non vedrò mai, ci credo ancora, ma attenzione, la positività non può non essere affiancata alla critica se va fatta. Credimi non sono una disfattista, sono una che ci crede sempre (mio marito ad esempio la vede in modo contrario, non è a favore…) ma come non guardare i musei che tu nomini? Vogliamo parlare dei tanti siti romani minori che stanno andando in malora? Del museo Pegorini a Roma? Di Pompei? Della Reggia di caserta? Delle chiese storiche di Palermo che sono in pieno scempio?…..Non mi sento una disfattista, ma credo che da dieci anni fa, a oggi molte cose ancora ballano e allora come credere che tutto sia meraviglioso? Scusa la lungaggine.

  7. Cix79 ha detto:

    E come darti torto… la sicurezza, le non code, l’agibilità.. quanti problemi nascosti dal successo dall’albero della vita!
    E nel mio pessimismo cosmico verso le nostre organizzazioni credo che da qui a fine Expo si tirerà a campare, non si cercherà di migliorare la situazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: