TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Palazzo Firenze

su giugno 12, 2015

palazzo_Firenze_Roma

Questo palazzo si trova a Roma, nell’omonima piazza.
E, nella migliore tradizione romana, troviamo ancora un papa legato alla storia urbana di questa città. La storia del palazzo ebbe inizio nel 1516, quando il segretario apostolico Jacopo Cardelli, che viveva con una gentildonna, Antonia de Raho, decise di comprare nel rione Campo Marzio un ampio appezzamento di terreno per costruirvi una dimora sufficiente per la sua numerosa famiglia: la de Raho gli aveva dato, infatti, ben dieci figli naturali. Il palazzo passò, dopo la sua morte, al cardinale Ridolfo Pio da Carpi, che vi risiedette fino al 1547. Al suo posto subentrò la famosa cortigiana Tullia d’Aragona, colta e bellissima, che vi rimase soltanto tre anni. Per il Giubileo, papa Paolo III avviò un grandioso piano di rinnovamento del quartiere di Campo Marzio (in stato di abbandono sin dalla caduta dell’Impero romano d’Occidente) con lo scopo di aprire via Trinitatis (attuali vie dei Condotti e della Fontanella di Borghese) per collegare la zona del Pincio al porto di Ripetta; alla sua morte (1549), l’opera fu proseguita dal successore, Giulio III del Monte.
Il nuovo pontefice fece acquistare per i suoi familiari diversi palazzi di Campo Marzio per farli diventare un’unica grande residenza, non potendosi permettere un palazzo suntuoso come quello dei Farnese.
Per “creare” un vero palazzo rinascimentale si appoggiò all’architetto toscano Bartolomeo Ammannati, che aveva già lavorato per la decorazione della villa e della cappella della famiglia del pontefice in San Pietro in Montorio. La decorazione di alcuni ambienti fu realizzata da Prospero Fontana tra 1553 e 1555:loggia la loggia del pianterreno (prima detta del Primaticcio perchè si pensava che gli affreschi fossero una sua opera) decorata con  nove riquadri maggiori sulla volta, sono scene tratte dalla mitologia e dalla storia antica e alludono, in vario modo, ai proprietari, alcune immagini (Giove allattato dalla capra Amaltea e la Contesa delle Pieridi) sono ambientate su un monte (richiamo al cognome di Giulio III), altre costituivano lo stemma personale di alcuni membri della famiglia (l’immagine di Ercole al bivio compariva sullo stemma di Balduino); il Camerino dei Continenti prende il nome dal riquadro centrale che raffigura tre delle quattro parti del mondo, ovvero Asia, Africa e Europa; la Sala del Granducai dai magnifici soffitti intagliati.
Alla morte di Giulio III, e con caduta in disgrazia dei suoi eredi, il palazzo venne confiscato da Pio IV; tra il 1561 e il 1562 il granduca Cosimo Isi acquistò l’edificio grazie ai figli cardinali, prima Giovanni e poi Ferdinando, quest’ultimo fece ornare da Jacopo Zucchi i soffitti della stanza degli Elementi e di quella delle Stagioni; dal palazzo potrebbero provenire anche le nove tele da soffitto dello Zucchi, fatte trasferire a Firenze da Ferdinando, ormai divenuto granduca, per ornare la sala delle Carte Geografiche degli Uffizi. Quando Ferdinando abbandonò il palazzzo perchè insufficiente a ospitare una corte, nel 1587 divenne sede dell’ambasciatore fiorentino a Roma.
Nel 1872 divenne residenza del Ministro di Grazia e Giustizia, quindi sede dell’Avvocatura dello Stato.
Dal 1926 vi ha sede la Società Dante Alighieri.

 
chisiamo2 La Società Dante Alighieri fu fondata da un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci nel 1889, ha il compito di tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana attraverso conferenze, mostre e concerti. Dal 2008 è entrata a far parte della giuria del Premio Strega. Grazie ai Comitati all’estero istituisce e sussidia scuole, biblioteche, circoli e corsi di lingua e cultura italiane, diffonde libri e pubblicazioni. Assegna premi e borse di studio.

IW_PalazzoFirenze_SocietaDanteAlighieri_01

Annunci

4 responses to “Palazzo Firenze

  1. kalosf ha detto:

    Che storia interessante…

  2. 65luna ha detto:

    Interessante excursus storico, grazie! Buon we,65Luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: