TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Api…

su luglio 20, 2015

Alle sei del mattino già il brusio delle api era assordante.
IMG_0098 Questa pianta (che rispetto al giorno che l’ho fotografata ha almeno 30 fiori in più), con i suoi meravigliosi, innumerevoli fiori le richiama. Entrano ed escono da quei calici senza profumo, dal colore delicatoe dal nettare abbondante, con un via vai continuo.
USA - Bees Disappear in the United States Un pò mi inquieta quella massa di operaie rumorose, ma mi affascinano anche.
E se penso che in Europa ci sono molte sostanze chimiche (pesticidi) che sono nocive per la loro vita, anche se l’EFSA, nell’Unione Europea, ne ha dettato norme restrittive, mi viene una grande amarezza.
I pesticidi (in particolare i neonicotinoidi usati per le sementi) possono:
compromettere la loro memoria olfattiva che è essenziale nel loro comportamento;
compromettere la capacità di raccolta del polline non essendo più in grado di tornare alle arnie e non riuscendo a spostarsi in modo efficiente;
causare lo sviluppo di disfunzioni, anche delle larve e delle regine.
Anche i pesticidi usati su mais, vite e melo sono un vero e proprio pericolo per questa specie animale.
In Italia la mortalità media delle colonie di api è del 20-25% annuo e solo grazie agli apicoltori, questo “patrimonio” rimane quasi costante.
Un gruppo di ricercatori dell’Università di Pisa di apidologia e apicoltura del dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali, suggerisce di piantare vedovine maggiori (Cephalaria transsylvanica), piante che fioriscono in autunno quando polline e nettare scarseggiano, per dare ristoro alle api Vedovina-maggiore-api-320x234
Credo che l’unica strada che darebbe risultati sarebbe il totale divieto dei pesticidi promuovendo una agricoltura più sostenibili come spiegano diversi ricercatori; il Kenia lo conferma, dove sicuramente le api hanno una resistenza genetica superiore alle nostre, ma che sono comunque soggette agli stessi parassiti e alle stesse malattie delle nostre, dove l’uso dei pesticidi è quasi inesistente; le api “keniote” non mostrano alcuna moria allarmante. L’ape con il suo “grande” lavoro è una sicurezza alimentare per noi umani .nidodape

Annunci

13 responses to “Api…

  1. L'Internettuale ha detto:

    Che ci vuoi fare, è la loro natura!

  2. enricogarrou ha detto:

    Cara Fulvialuna, ma non era Einstein che affermava che senza le api in tre anni non ci sarebbe più stato l’uomo sulla terra? Senza l’impollinazione delle api questo mondo sarebbe completamente diverso. Un abbraccio

  3. tachimio ha detto:

    Le api operose sono senz’altro un bene per tutti anche per chi ha, come mia figlia, una totale ripugnanza per tutti gli insetti. Un abbraccio cara Paola. Isabella

  4. PaolaSibilla ha detto:

    Ciao !!!!
    Proprio questa mattina intorno alle ore 6:00, ho fotografato i fiori del mio altissimo cactus ,sono bellissimi ma si aprono all’alba e si richiudono nel giro di poche ore ,le api indisturbate volavano intorno a loro approfittando del silenzio intorno ….che meraviglia!!!

  5. ombreflessuose ha detto:

    Possono anche risutare “antipatiche” ma hanno un compito grandissimo nel sistema della biosfera
    Baci
    Mistral

  6. ehipenny ha detto:

    Se non ti dispiace, ti ho nominata qui https://ilmondodelleparole.wordpress.com/2015/07/23/liebster-award/, quando e se ti va di partecipare ci trovi un paio di domande 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: