TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Una lacrima color turchese – Mauro Corona

su settembre 10, 2015

lacrimaIn uno paese di montagna, il giorno di Natale scompaiono, in tutti i presepi, le statuine di Gesù Bambino.
Il misterioso fatto accade in tutto il mondo intero e arriva il panico.
L’umanità si chiede se sia opera di ladri, o di Satana, o è uno scherzo…
E la coscienza?

 
“…nel paese e nei paesi della valle tornò quel silenzio antico e dimenticato…”
“Nessuno infatti trascinò in famiglia qualche barbone per rifocillarlo.”
“La neve col suo candore fu l’unica cosa pulita e poetica di quella festa ormai vuota e falsa.”

 
Si legge in un paio d’ore, è un racconto breve.
C’è provocazione, forse molto arbitraria, in questo racconto originale dove traspare la forza dell’ipocrisia, uno dei mali maggiori della nostra epooca.
Una storia senza filitri che punta il dito su molti personaggi della nostra società (non solo come cariche pubbliche ma come moralità), Corona la dice come se la sente (per dirla alla romana).
E lo fa scomodando Gesù, simbolo del Natale che non esiste più, e lo fa scomodando il regalo, simbolo del Natale che viviamo ogni anno ormai.
Da non leggere se non vi piace questo autore.

Annunci

8 responses to “Una lacrima color turchese – Mauro Corona

  1. kalosf ha detto:

    Se piace, Corona è veramente un grande…

  2. luna ha detto:

    Letto e apprezzato 🙂
    Luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: