TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Ciao Endri

su marzo 18, 2016

Te ne sei andato in questo pomeriggio che prelude alla primavera. Non ci posso ancora credere, mi sento svuotata, impotente, ho dolore alle spalle, come se un macigno mi stesse premendo dal collo in giù. Non mangio, non ho fame, non so neanche io cosa fare…vago tra il blog e il divano e la cucina….Ho vagato sotto la tua casa buia, senza luci, senza musica, quella che amavi (tu musulmano), senza la pianta davanti al portone, hanno tolto anche quella. Non riesco a capacitarmi. Neanche mio marito sapeva come darmi questa notizia…La mia giornata era cominciata bene, benissimo e adesso vedo un muro davanti a me.

Te ne sei andato portando via il tuo dolce sorriso, gli occhi a stella quando parlavi dei tuoi piccolissimi bambini che sono troppo piccoli per capire, forse, che il loro papà non tornerà più per prenderli in braccio anche se odoravi di polvere e mattoni, non tornerai dalla giovane e piccola sposa che ti ha seguito fin qui con mille paure ma che poi sembrava aver trovato l’eden; te ne sei andato facendoti abbracciare dal freddo delle lamiere, tu che non amavi chi guidava come un folle e che come un folle ti ha tolto tutto, tu che ri la pace e la tranquillità e la pacatezza fatta persona.

Il tuo dio non era il mio, ma questo non ci ha impedito niente, ne mangiare i cornetti insieme, bere il latte insieme, ridere e ascoltare musica, questo non ci ha impedito di parlare della religione, degli stati ingannatori, delle nostre usanze, delle nostre tradizioni, di mangiare la pizza insieme e ancora e avrò sempre nelle orecchie le tue parole, scandite con quell’accento straniero che impastato con l’italiano sembrava una canzone mielosa, dolce, quelle parole che risuoneranno sempre nella mia testa, quelle parole con cui lodavi il primo pranzo che ho portato nella casa diroccata, che abbiamo mangiato tutti assieme su sedie di mattoni e tavolo di assi da impalcature, che divertimento quel giorno! Che risate! Hai mangiato tutto perchè hai detto che era una benedizione avermi conosciuto.

Te ne sei andato senza dirmi che cosa voleva dire quel saluto albanese con cui mi accoglievi, non me lo hai mai tradotto…ridevi e dicevi “E’ cosa bella tranquilla”.

Non potrò venire al tuo ultimo viaggio su questa terra, ti porteranno lontano, ma non ti dimenticherò mai amico mio dolcissimo, io ringrazio il mio Dio per avermi dato la gioia di conoscerti perchè io e te possiamo dire di essere stata, e lo saremo sempre finchè io avrò il battito del cuore, una delle tante, o poche, non lo so e non mi interessa saperlo, gocce nel mare che bagna le nostre terre ad aver capito che non serve una religione, un’etnia, uno stato sociale, una cultura a dividere, serve il rispetto…ad unire. Quando ci rincontreremo, perchè così sarà, ancora una volta vorrò sentire il tuo saluto; ci rincontreremo perchè al di sopra di questo cielo che ci copre non esistono barriere e confini.

Ecco così posso ricordarti Endri, l’ho fatto con Meli che è sconvolta ma forte, “Mamma era troppo carino, troppo…” e non lo diceva per la tua bellezza, bello non eri come dicevi tu, ma a che serve essere belli fuori se non lo si è dentro? E tu lo eri. Ti ricordo su questo blog e mentre scrivo finalmente le mie lacrime iniziano a scendere, mi liberano da questo peso che sta comprimendo tutta la nostra famiglia, perchè tutti noi ti stimavamo. Ti ricordo in questo blog dove troverò balsamo grazie alle tante stupende persone che mi seguono.

 

389b42883a6d7fa16f4cd770f6913f12

 

Ciao Endri

Annunci

37 responses to “Ciao Endri

  1. domenicomortellaro ha detto:

    MI dispiace molto… le tue parole sono incredibilmente intense. Un abbraccio

  2. bukurie ha detto:

    Sei riuscita a farmi piangere con questo post , da quello che scrivi anche il povero Endri che non c’è più era albanese come me .Le mie condoglianze alla famiglia .Un abbraccio 😪

    • fulvialuna1 ha detto:

      Si era albanese e oggi ho avuto l’immenso piacere di poterlo salutare per l’ultima volta, una cosa inattesa…mi ha catapultata nel mondo di questa cultura, dove tra l’altro mi sono trovata benissimo.

  3. lamelasbacata ha detto:

    Parole dolcissime e intense, le tue. Ci hai raccontato una storia di affetto, amicizia e integrazione che tutti dovremmo prendere ad esempio. Mi dispiace immensamente per questo epilogo così tragico e doloroso. Un abbraccio forte a te e alla tua dolce figlia ❤

  4. kalosf ha detto:

    Ciao endri, alla prossima cosa bella…

    • fulvialuna1 ha detto:

      Non so se sia opera sua, ma Endri un’ultima cosa bella me l’ha regalata, poterlo salutare prima del lungo viaggio nella sua terra. Inaspettato…Mi chiama mio marito e mi dice “Vai, ti aspettano…” E vado, perchè, mentre molti riffuggono quell’ultimo momento, per me è la chiusa di un cerchio, per me è la pace del cuore. Ora sono serena, dopo una notte insonne e lacrime, oggi sono serena.

  5. Patrizia M. ha detto:

    Mettere un “Mi piace” sembra un controsenso visto che una bella persona se ne è andata. Ma quel mi piace l’ho messo perché le tue parole, così colme di dolore, hanno ben descritto cosa significa voler bene andando oltre quello che può essere la religione, la pelle, l’etnia e tante altre cose. Le tue parole fanno capire che è possibile convivere con chi viene da altri paesi.
    Aggiungere altre parole non voglio, sporcherei le tue e non sarebbe giusto, perché sono le tue che devono arrivare al cuore delle persone, le tue che sono limpide, sincere, belle, amorevoli.
    Un grande abbraccio Flavia, che estendo alla famiglia di Endri.
    Ciao Endri, ovunque tu sia ora!!

  6. ehipenny ha detto:

    Mi sono commossa leggendo, e sicuramente se Endri ti ha ascoltata ti abbraccia da lontano… un abbraccio anche da parte mia 🙂

  7. dimmibarbie ha detto:

    vicina al tuo cuore in questo momento di dolore amica mia,
    consapevole che c’è un disegno più grande ,
    anche in questa improvvisa scomparsa…
    ti stringo forte ,
    Barbara

    • fulvialuna1 ha detto:

      E per me quel disegno si è chiuso oggi, tra quelle persone di altra cultura che mi hanno accolto come se fossi loro, abbracciato come una di loro.
      Ora sono serena e pronta a questa giornata “diversa”.

  8. piperimenta ha detto:

    Un abbraccio. L’unione nel sorriso di risate leggere.

  9. Daniela ha detto:

    Grazie a te perchè attraverso il tuo dolore ho sfiorato l’esistenza spezzata di Endri e toccato il tuo grande senso di amicizia e solidarietà diretto verso quelle persone tante volte evitate o discriminate solo perchè straniere.Ciao Endri ❤ sia per te cosa bella e tranquilla come dicevi.

  10. ladybeetle11 ha detto:

    Un abbraccio fraterno a tutti quelli che sanno ascoltare, comprendere, allargare l’animo e lo sguardo, che sanno apprezzare ciò che trovano, che sanno vedere oltre e che guardano con occhio benevolo l’altro. Endri era uno di questi e tu lo hai incontrato efatto conoscere.Grazie
    Paola

  11. Nina Trema ha detto:

    Il 19 marzo del 2005 morì un uomo “troppo carino” e per niente bello che era – e resta, non andrà via mai – un amico. La primavera si porta via fiori e ci lascia con lacrime con cui bagnare altri giorni e altra vita. Di anime come Endri e Roby si puó giusto dire che è stata una fortuna conoscerli, essere per qualche passo un fiore a lato del loro cammino. Un abbraccio

  12. Stella ha detto:

    Intenso e toccante ricordo. Stringe il cuore il pensiero dei suoi bambini così piccoli. Tra qualche anno, se internet esisterà ancora, forse troveranno e leggeranno questo post, scoprendo che tante persone hanno voluto bene al loro papà. Sicuramente anche per Endri è stata una grande gioia e fortuna conoscere te e la tua famiglia nel breve percorso della sua vita.
    Sai, io penso, infondo, che il tuo dio e il suo siano la stessa persona.
    Un abbraccio grandissimo.

  13. caterina rotondi ha detto:

    Ciao Endri,mi dispiace non averti conosciuto come la dolce Fulvia.
    Un grande abbraccio

  14. alessialia ha detto:

    Guarda cosa ho perso….. Non ho potuto abbracciarti quando dovevo…. Uff…
    Mado mi stanno uscendo le lacrime da sole… Bel ricordo gli hai fatto… Non esistono religioni colore o etnie, ma persone…. Mi spiace x la sua famiglia…. Poveri cuccioli piccolini… Mi ha fatto sorridere il modo in cui vi siete conosciuti…. Ti abbraccio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: