TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Olimpiadi e donne

su agosto 12, 2016

Nell’Antica Grecia, alle Olimpiadi potevano partecipare solo cittadini di sesso maschile. Le donne non potevano essere neanche spettatrici.
La prima partecipazione delle donne alle Olimpiadi avvenne non ufficialmente:
a Parigi nel 1900 in gare di tennis, croquet, vela e golf;
a Londra nel 1908 con 36 donne su un totale di 2008 atleti;
a Stoccolma nel 1912 dove furono furono ammesse anche alle competizioni di nuoto dove l’australiana Fanny Durack (Sydney 1889/ Sydney 1956) vinse i 100 m stile libero.

Fanny Durock

Fanny Durock

Le prime gare femminili ufficiali di atletica, nella storia delle Olimpiadi, avvenne in quelle svoltesi ad Amsterdam (Olanda) nel 1928.
Ci furono 300 iscritte proprio nell’atletica, ritenuta fino a quel momento proibite al mondo femminile.
Il primo oro della storia dell’atletica femminile andò alla studentessa polacca Halina Konopacka (1900/1989) nel lancio del disco (ha stabilito tre volte il record del mondo che ha detenuto dal 1926 al 1932).

Halina Konopacka

Halina Konopacka

La gara che richiamò più spettatori fu i 100 metri con una serie di squalifiche per falsa partenza, la finale si disputò solo tra quattro ragazze e vinse  la statunitense Elizabeth Robinson (1911/1999), che divenne in breve la stella mondiale dell’atletica fino ad un drammatico incidente aereo nel 1931, che la lasciò tra la vita e la morte per molto tempo, inizialmente sembrò non essere più in grado di correre, invece partecipò alla staffetta (non potendosi piegare per mettersi sui blocchi di partenza non potè più fare gare individuali) vincendo l’oro di squadra all’Olimpiade di Berlino del 1936.

Elizabeth Robinson

Elizabeth Robinson

L’argento fu conquistato da giovanissime ragazzine tutte provenienti da Pavia.
La più giovane atleta della storia delle Olimpiadi fu la riserva italiana Luigina Giavotti (1916/1976), quasi dodicenne.

Luigina Giavotti

Luigina Giavotti

Da questa Olimpiade in poi le donne parteciparono senza interruzioni alle Olimpiadi, una grande conquista nella società e nel mondo dello sport.

 Myrtle Cook, Canada; Miss Wilson, New Zealand; Miss Horst. Olanda Amsterdam

Myrtle Cook, Canada; Miss Wilson, New Zealand; Miss Horst. Olanda
Amsterdam

Annunci

3 responses to “Olimpiadi e donne

  1. gianni ha detto:

    Una società di qualunque tipo non può fare a meno di metà della popolazione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: