TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

C’è sempre un cane

su agosto 29, 2016

Nella mia vita. Questa mattina con Meli avevamo voglia di parole e allora, non contente dei 9/10 libri che sono pronti per essere letti, siamo andate in libreria. Io ne  sono uscita a mani vuote, tutto quello che mi interessa arriverà tra qualche giorno, Meli ne è uscita con tre libri. Sulla strada del rientro mi dice:”Ferma l’auto c’è un cane a bordo strada, è sdraiato e con il sangue sotto la pancia. Retromarcia…Scendiamo e ci avviciniamo, inizialmente ringhia poi iniziamo a parlargli delicatamente ed ad avvicinarci sempre di più. Avrà capito che volevamo aiutarlo? Credo di si, ci siamo chinate, l’abbiamo toccato e ci siamo accorte che aveva un profondo taglio sul dorso, abbiamo chiamato un nostro amico veterinario che è accorso subito, lo ha caricato e portato via. Un’ora fa circa abbiamo avuto sue notizie: sta bene, è stato suturato, ma non avendo nè tatuaggio nè microcip non si può risalire al proprietario, la ferita è da coltello. Lo adotta l’assistente del veterinario a cui è morto il cane due giorni fa, lo chiamerà Mosè🙂 I cani sono parte di me, chissà perchè, da sempre, da quando Mora mi ha insegnato a camminare, avevo 8 mesi, quando è morta è arrivata un’altra Mora, stesso nome per non farmi confondere, avevo un anno e dicevo solo poche parole, ma  Mora lo pronunciavo perfettamente.

84

 

 

ribbon-black_68

 

 

 


22 responses to “C’è sempre un cane

  1. pj scrive:

    L’insieme di storie del tuo post, che prese singolarmente erano molto semplici e molto umane, l’ho trovato nel suo intreccio davvero commovente.🙂

  2. ehipenny scrive:

    Ferita da coltello… mi chiedo come, anzi perché… ma meno male che è finita bene, complimenti a te e a Meli😉

  3. Mi fai ricordare del mio coniglietto nano bianco,bellissimo,molto intelligente. Lo trovai ormai agonizane dietro la porta del mio terrazzo che cercava aiuto tutto sanguinante con un lungho taglio al pancino.
    Quancuno del vicinato aveva paura di lui che lo vedeva saltare di gioia ogni volta che lo lasciavo libero di giocare.Non poteva mai saltare il muro alto del terrazzo.Immagina certa gente che sembra normale che invece è capace di fare certe azioni terribili.
    Le grandi differenze umane che dividono il mondo.Notte serena cara
    Caterina

  4. Questa foto mi ricorda me quando ero piccola…avevo due pastori tedeschi a quell’età, il mio Max me lo porto sempre nel cuore❤

  5. giomag59 scrive:

    Ogni volta che leggo i tuoi post sui cani ripenso al mio… uno dei motivi per cui spero di andare in pensione al più presto è per prenderne un altro!

  6. romolo giacani scrive:

    Anche io non ne potrei piu fare a meno!

  7. Nikades scrive:

    Le cose brutte non si dovrebbero dire, ma almeno posso pensarle contro chi ha ridotto quel cane in quel modo?
    I cani sono esseri meravigliosi, degli angeli!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: