TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Gli altri…

su ottobre 10, 2016

Pensa agli altri

 

Mentre prepari la tua colazione, pensa agli altri,b45aa44c53ef3ff3bee3e9eecdfd555d
non dimenticare il cibo delle colombe.
Mentre fai le tue guerre, pensa agli altri,
non dimenticare coloro che chiedono la pace.
Mentre paghi la bolletta dell’acqua, pensa agli altri,
coloro che mungono le nuvole.
Mentre stai per tornare a casa, casa tua, pensa agli altri,
non dimenticare i popoli delle tende.
Mentre dormi contando i pianeti , pensa agli altri,
coloro che non trovano un posto dove dormire.
Mentre liberi te stesso con le metafore, pensa agli altri,
coloro che hanno perso il diritto di esprimersi.
Mentre pensi agli altri, quelli lontani, pensa a te stesso,
e dì: magari fossi una candela in mezzo al buio.

 

Mahmoud Darwish

 

 


17 responses to “Gli altri…

  1. lamelasbacata scrive:

    È proprio vero. Ognuno di noi è un altro rispetto a qualcuno, ognuno di noi è al sud o al nord di qualcun altro. Buona notte cara Paola.

  2. atouristabroad scrive:

    Sono parole splendide e veritiere. A volte basta fermarsi un attimo a pensare. Oggi impariamo tutti a comportarci come delle isole vaganti in un mare infinito, mentre basterebbe allungare una mano e sfiorare quella di chi ci sta accanto. Grazie, dolce notte🙂

  3. alessialia scrive:

    E non ci rendiamo conto che qualcuno ci vede come l’altro rispetto a lui…

  4. shio76 scrive:

    Vero, ma non è mai così, un po’ per egoismo, un po’ per paura, un po’ per solitudine, l’essere umano potrebbe far tanto, ma in sostanza fa davvero poco.

    • fulvialuna1 scrive:

      Il problema è che diventiamo sempre più egoisti e ci chiudiamo sempre di più al mondo, anche se sembra il perfetto contrario…basta guardare il virtuale…

      • shio76 scrive:

        Esattamente, però ci sono sempre le eccezioni. Io ad esempio ho iniziato a frequentare il mondo virtuale perché ero sola in quello è devo dire che sto conoscendo tanta bella gente, bella dentro che nonostante siamo separati da uno schermo, sono riuscite a farmi sentire meno sola. Mi sono state e mi sono attualmente più vicine loro, che le persone che mi circondano nella realtà.

      • fulvialuna1 scrive:

        Questo accade infatti, ma l’uomo ha bisogno del contatto umano, che sembra sparire sempre più, quando poi arriva la solitudine si cerca il virtuale.
        Attenzione non ho niente contro questo, altrimenti non sarei qui, ma dico che il calore del contatto, lo sguardo e poter sentire una voce è tutt’altro.
        PS Lascio commenti nel tuo blog, ma non si vedono, sono sicuramente in spam da te, come è accaduto per altri blog che seguo, se ti fa piacere mi puoi ripristinare? Grazie.

  5. Diemme scrive:

    Purtroppo pancia piena non pensa a quella vuota… anche perché pancia piena non capisce la vuota… o non la vuole ricordare!

  6. claudio80to scrive:

    Ovvero: sii grato di cio’ che hai!!😉 Bella poesia!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: