TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Stì romani! (de ‘na vorta)

su ottobre 15, 2016

Campo Vaccino era l’area degli antichi Fori Imperiali.
Il nome deriva dal mercato delle vacche che vi si teneva regolato dal “governatore della dogana di Campo Vaccino”, mercato che cessò di esistere quando iniziarono i lavori di scavo nel Foro, durante l’occupazione napoleonica.
Ma non è del meracto che voglio parlare, ma del fatto che Campo Vaccino è strettamente legato ad una tradizione romana: la sassaiola, cioè una battaglia con lancio di sassi (rocci) che avveniva di solito tra gli abitanti dei rioni, a iniziare furono il Rione Trastevere e il Rione Monti, usanza antichissima visto che il sasso è stata la prima arma usata dall’uomo.
Spesso la fitta sassaiola non esulava dal ricorrere all’uso del coltello che prevedeva le puncicate a l’ingrese, cioè coltellate date a modo.
Ma perchè i monticiani e i trasteverini erano particolarmente rivali?
La verità nessuno la sa, solo ipotesi, tra le più accreditate ed è quella a cui credo io, è che i romani amavano avere la supremazia su un Rione: “chi è er più romano de Roma”.
Il Rione Monti è uno dei primi rioni romani e i suoi abitanti non vollero mai mischiarsi con gli altri, come, secondo loro, aveva fatto il Rione Trastervere che ospitava ebrei, milizie straniere, esuli e malfattori anche di altre città.
I trasteverini dicevano che loro erano romani puri, visto che non avevano mai voluto “passar ponte” per non mescolarsi con i monticiani.
Ma nel tempo anche il Rione Regola, Borgo, Popolo, si unirono alle sassaiole.
Tutto questo terminò, come dicevo prima, con l’occupazione napoleonica e quandoPio VI decretò l’inizio di altri scavi, Campo Vaccino divenne una spianata con alberi dove venivano legati buoi e cavalli, dove recinti contenevano pecore e maiali, per essere venduti…le sassaiole si spostarono allora verso Piazza Navona e il Campidoglio.
A molti romani questo non andò a genio, ma il potere è potere, un poeta anonimo scrisse:

“Piangi, diletto amico,
piangi sul Foro antico
un dì campo di eroi,
or d’asini e buoi.”

CH23203

(mi sorge un dubbio, si riferiva solo agli animali?)


8 responses to “Stì romani! (de ‘na vorta)

  1. Diemme scrive:

    Quanto amo queste storie!

  2. mariluf scrive:

    Grazie! Piacciono molto anche a me…

  3. giomag59 scrive:

    Deliziose queste storie romane!

  4. Andrea scrive:

    Quante storie, grandi e piccole, per le strade romane!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: