TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Giardini pensili

su novembre 15, 2016

disegno-giardini-babilonesi-a-terrazzi

 

Tra le sette meraviglie del mondo antico trovano locazione anche i Giardini pensili di Babilonia.
Non si è certi che veramente esistessero, non ci sono risultati neanche sulla loro locazione. Non sono mai state trovate nè storicamente nè archeologicamente tracce, neanche a Babilonia (oggi sarebbe una città dell’Iraq posta a 100 chilometri a sud di Bagdag), città che le avrebbe ospitate. Fonti antiche le descrivono, ma nessuna ne delinea la locazione all’interno della città.
Si dice che siano state fatte costruire intorno al 590 a.C. dal re Nabucodonosor II*, ma la leggenda narra che a volerle fu la regina Semiramide** affinchè, malgrado il clima arido della città, trovasse nei giardini ogni giorno rose fresche.
L’architetto tedesco Robert Koldewey fu il primo a teorizzare la loro esistenza, avendo trovato durante scavi fatti tra il 1889 e il 1917, una enorme struttura con volte a botte, composta da quattordici stanze, con un muro demilitatore e un pozzo con fori che potevano essere associati ad una conduttura idrica, ma la teoria fu smontata dal fatto che l’Eufrate era troppo lontano e i giardini inaccessibili dalle stanze.
La seconda teoria fu proposta da Wiseman, che collocava i giardini sopra il Palazzo Sud, estendendoli fino alle rive dell’Eufrate.
Nella prima metà degli anni novanta lo studioso D.W.W. Stevenson propose un’altra tesi: i giardini sarebbero stati un edificio a terrazze indipendente ma vicino al Palazzo Meridionale, anche questa tesi non fu mai confermata non essendo mai stata trovata traccia.
Studi recenti sostengono che i giardini non erano in Babilonia, ma nella vicina città di Ninive, tesi sorretta da documenti assiri dove si parla di impianti idrici, edifici e giardini presso le rive del Khors.
Lasciamo che ognuno di noi viva come vuole il sogno, il mistero di questi giardini…io li lascio a Babilonia, città dalle doppie cinta murarie, interrotta dalla porta di Ishtar, accesso alla città, rivestita da mattonelle smaltate azzurre ed ornata con oltre 120 statue di leoni con le fauci spalancate; sopra questa porta esisteva la struttura a volta che costituiva la base di sostegno dei giardini terrazzati.
Si dice che nei giardini crescesse una flora non originaria della zona e che per irrigarli frequentemente e con enormi la quantità di acqua, fu costruito un complesso sistema idraulico che doveva sollevare l’acqua dal fiume.
I terrazzi furono costruiti interamente in pietra, cosi dice Erodoto.
Ctesia di Cnido e Clitarco di Alessandria ne fanno una descrizione simile: si estendono su quattro lati lunghi circa 123 metri ciascuno, su questa base di circa 3.500 metri quadrati si disponevano su più livelli cinque terrazze, ogni terrazza era sostenuta da una costruzione con colonne istoriate e pilastri in pietra per sopportarne il peso; questo porticato generava una galleria sottostante, la piú alta misurava circa 25 metri ed era posta allo stesso livello della cinta protettiva; i muri erano sontuosamente decorati in rilievo, spessi circa 7 metri, e ciascun passaggio era largo circa 3 metri; ogni terrazza riceveva luce e conteneva delle stanze.

disegno-dei-giardini-di-babilonia

 

*Nabucodonosor sposò la bellissima principessa e ne fece la regina di Babilonia. La regina aveva nostalgia delle montagne e dei giardini del suo paese, allora il re fece costruire dai suoi architetti i giardini più belli del mondo con fiori, alberi da frutta e fontane, i giardini pensili erano i più alti che si fossero mai visti, addirittura come un edificio di trentacinque piani nebukatnezar_03

 

Edgar Degas, Semiramide alla costruzione di Babilonia

Edgar Degas, Semiramide alla costruzione di Babilonia

**Oggi gli storici identificano Semiramide con la regina assira Samuramat, moglie di Shamashi/Adad V (823-810 a.C.) e madre di Adadnirari. Furono i Greci a chiamarla Semiramide e la descrissero come una conquistatrice (nei cinque anni in cui tenne la reggenza al posto del figlio), saggia nel governare, creatrice dei Giardini. Nella Bibbia e nella tradizione medioevale è ricordata invece come simbolo di lussuria e crudeltà.
Diodoro Siculo, attingendo al testo di Ctesia di Cnido (che aveva fatto parte della corte persiana ed era perciò testimone attendibile), dice che Semiramide era moglie di Nino, fondatore del regno assiro e costruttore della città di Nino cioè Ninive, di questo personaggio nei testi cuneiformi non c’è però traccia; nel testo si racconta che Semiramide fosse figlia di un adulterio e per questo abbandonata dalla madre, allevata da pastori fu ceduta in sposa a un dignitario di Corte; il re Nino colpito dalla sua bellezza offrì al dignitario la propria figlia Sosane affinché gli cedesse Semiramide, l’uomo rifiutò e il re minacciò di cavargli gli occhi, questo, disperato impazzì e si suicidò impiccandosi. Semiramide alla morte del marito re fondò altre città, poi quando il figlio ordì un attentato alla sua vita, invece di punirlo gli cedette il potere e scomparve nel nulla al pari degli dèi.
Ateneo riferisce invece che Semiramide fosse una bella etera di cui il re d’Assiria si fosse innamorato, questi si fece convincere a cedergli per cinque giorni il potere, lei allestì una grande festa nella quale convinse i condottieri dell’esercito a seguirla tradendo il loro re che fu posto in prigione e lì dimenticato.

leonedibabilonia


18 responses to “Giardini pensili

  1. tachimio scrive:

    Cara Paola passa da me . Ti aspetto. Isabella

  2. tachimio scrive:

    interessante conoscere tutto questo. Grazie. Isabella

    • fulvialuna1 scrive:

      Ciao Isabella, da te i miei commenti non si vedono….ma ci sono🙂

      • tachimio scrive:

        Cara Paola ma sono tutti in spam!!! Perché ? Che succede? E li posso trasferire dove devono essere? Grazie in anticipo per le delucidazioni che mi darai in proposito. E grazie infinite per ciascun commento. Aspetto tue notizie. Isabella PS Com’è che questa notifica mi è arrivata?

      • fulvialuna1 scrive:

        Questa notifica arriva se rispondo adun tuo commento.
        per togliermi dalo spam devi solo ripristinarmi, purtroppo è un problema che ho con alcuni blog da circa 2 mesi e non riesco a risolverlo. Chi mi dice che qualche blogger mi cestina (ed ho chiesto civilmente di non farlo, basta dirmi di non entrare nel proprio blo9, chi mi dice che dipende da wp, a cui ho scritto ma ho ricevuta un’assurda risposta, incomprensibile.

  3. Giuliana scrive:

    … e ancora oggi non cambia nulla

  4. giomag59 scrive:

    Bella storia… per fortuna non ci sono più, altrimenti li avrebbero distrutti adesso!

  5. bernard25 scrive:

    Bonsoir FULVIALUNA

    SAVOIR PRENDRE
    Prendre le temps d’aimer
    C’est l’éternelle jeunesse
    C’est du rire
    C’est la musique quand on se sens en pleine forme
    C’est pleurer quand on a l’émotion
    C’est du cœur à partager avec les siens ou avec ses amis
    C’est de lire pour s’instruire et avoir su savoir
    C’est écouter
    C’est l’intelligence
    De penser est la clé de la réussite
    De jouer nous rappelle notre enfance
    De rêver c’est un souffle de bonheur
    Il faut prendre le temps de vivre car les jours passent vite
    Passe une belle soirée
    Gros bisous Bernard

  6. giovanna scrive:

    è sempre un piacere passare da te.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: