TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

La Madre arrabbiata

su novembre 26, 2016

Senofane ha detto: “Dalla terra tutto deriva” e io aggiungerei, a lei tutto torna. Anche noi.

8t

 

“Non conosco alcuna specie di pianta, uccello o animale
che non si sia estinta dopo l’arrivo dell’uomo bianco.
L’uomo bianco considera la vita naturale degli animali
come quella del nativo su questo continente: come un fastidio.
Non c’è alcun termine nella nostra lingua con il significato di “fastidio”.

Orso in Piedi dei Sioux Lakota

cf4c4855da5f50835a787f7ab6d61873

Non viviamo più in armonia con la Terra.
Parliamo di cambiamento, questa nostra casa è distrutta, è una realtà: alluvioni disastrose, tsunami, tifoni…la natura si ribella e fa paura, ma la colpa è nostra. Affamiamo, avveleniamo, materialmente, economicamente, politicamente.
Non abbiamo gratitudine per questa Madre che è la natura, che ci ha regalato per fratelli alberi che sradichiamo, ossigeno che eliminiamo.
Ciò che è stato creato dovrebbe essere fonte di gioia per noi, lo abbiamo trasformato in una fonte di morte, una punizione che nessun dovere e responsabilità ci ha evitato, l’abbiamo voluto.
Eppure questa Madre ancora offre, ancora ci sorprende, sorprende i nostri occhi il nostro palato…frutti, rose che sanno d’antico, enormi querce, fiori bianchi, laghi, animali…
Ci dovremmo fermare, mi lascio un piccolo spazio di speranza, anche se non so se si possa più fare in tempo, la natura si ribella feroce, come ferocemente è stata ferita. La natura doveva e deve essere contemplata non posseduta e domata.

 

499fd0f270dd566800f57f3ed1d67a42

 

“Il vecchio pino stormisce
la divina saggezza.
L’uccello, nascosto nel bosco
canta l’eterna armonia.”

Zenrin-kushu

Queste mie considerazioni nascono dall’aver sentito oggi una persona dire:” E che ci posso fare mi dipende solo da me, mica mi posso ammazzare…” parlava di un problema ecologico avvenuto da queste parti, sicuramente non si ammazzerà, ma morirà come tutti noi, che non ci possa fare nulla è falso, può benissimo, ma su una cosa gli do ragione, non è dipeso solo da lui, perchè quanta gente ripete parole come queste! E tutti i nodi tornano, non al pettine, ma all’inizio del disastro che stiamo contemplando.


16 responses to “La Madre arrabbiata

  1. 76sanfermo scrive:

    Oggi, su un blog si parlava di”vecchi” e di quanto spesso siano posti ai margini della societa’ e come siano poco adeguate le strutture sorte per loro. Magari sfruttati per tutta la loro vita , adesso danno fastidio e si preferisce dimenticarli….
    Vedo una grande attinenza con quello che hai appena raccontato tu , sfrutta e butta via…….

    Bellissimo il tuo post!

  2. Andrea scrive:

    Sono poche le cose che non dipendono da noi: I temporali, i terremoti, le opinioni altrui…. Tutto il resto dipende ANCHE da noi.
    Molti di coloro che dicono “i disastri ambientali non dipendono da me” non fanno neanche la raccolta differenziata e si giustificano con un laconico “tanto cosa cambia?”
    In realtà cambia tantissimo, la nostra azione isolata è come un piccolo seme che se trova il terreno giusto germoglierà e dara frutto.
    E se non germoglia? Non importa, noi continueremo a seminare perché prima o poi qualcosa di buono nascerà e anche se non dovesse succedere niente, se la nostra fosse un’azione priva di alcuna conseguenza, io penso sempre che non potrei comunque fare altrimenti, perché sono fatto così.

  3. fariv66 scrive:

    “La rana non s’ingozza mai di tutta l’acqua dello stagno in cui vive.” – Proverbio Sioux

    Ciao🙂

  4. Daniela scrive:

    prendiamo senza dare,mutiliamo,scaviamo,trivelliamo,dissestiamo,cementifichiamo a dismisura,disboschiamo,bruciamo ettari di boschi,seppelliamo tonnellate di rifiuti nocivi…che ci dobbiamo attendere? prima o poi ciò che si semina si raccoglie,se seminiamo morte quella soltanto possiamo raccogliere

  5. gianpiccoli scrive:

    Carissima ,
    è pur vero che potremmo tutti contribuire al sano equilibrio biologico e geologico, vero altrettanto che dovrà divenire l’urgenza del secolo attuale, pena un medio evo incipiente.
    Tuttavia non servirà a nulla, ci estingueremo in ogni caso, come i dinosauri, che vivevano secondo natura, ma la natura ha deciso di fare a meno di loro ( saranno state le immissioni esagerate di “CO 2” per le incontrollabili flatulenze?).
    Un abbraccio
    Giancarlo

    • fulvialuna1 scrive:

      Ciao!
      Che bello averti qui!
      Non sappiamo cosa la natura abbia previsto per noi, geologicamente cambia…ma sapere che l’uomo, essere intelligente, anticipi la sua fine per scopi materiali e non per essere eterno, questo è chiaro, mi sa proprio di bassezza mentale, cattiveria, stoltezza…

  6. mfantuz scrive:

    La natura non si ribella, segue semplicemente il suo corso e se ne frega altamente degli esseri umani che non sanno vivere in armonia con lei. Ormai abbiamo creato un mondo talmente artificiale che parlare di natura sembra quasi fuori luogo. Ma i disastri naturali, di cui ci spaventiamo, esistevano già milioni d’anni fa, quando noi non c’eravamo, e la natura estingueva gli esseri viventi che non si adattavano ai cambiamenti. Buona domenica!

  7. tu sai quanto questo tuo post mi trovi tristemente d’accordo…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: