TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

E che Emozione sia!

su dicembre 7, 2016

Ieri Roma mi ha accolta con un pioggia fredda e insistente.
Il freddo pungente mi fa camminare veloce fino alla porta del Teatro, entro e…ancora freddo, il palco è buio, le poltrone vuote.
Mi siedo e poi inizia la prima magia, i versi francesi di Baudelaire mi avvolgono e incantano, dimensione inaspettata.
Poi la seconda magia, il teatro si muove, prima si provano i movimenti, poi la voce, poi le entrate, poi la musica e le parole….e nasce lo spettacolo.

ad-lucem
Abbiamo portato in scena Ad Lucem (https://tuttolandia1.wordpress.com/2016/11/06/lemozione-e-una-luce/) di Barbara Bricca, e ancora una volta lo spettacolo si presenta forte, intenso, commovente tocca la realtà femminile con decisione ed emozione.
Ogni storia è un frammento di vita reale anche se tu attore, su quel palco, entri in un’altra dimensione.
Prima c’è il timore, ma varcata la soglia del buio dietro le quinte il calore della luce ti scalda, l’anima vola e tu diventi il tramite tra l’Arte e il pubblico.
Doni te stesso alla parola, al movimento, alla rappresentazione e anche a chi ti ha preparato e diretto con passione e amore.
Su quel palco puoi trasformarti o semplicemente restare te stesso, puoi investirti di ciò che diventi o creare una frattura tra te e il personaggio.
Personalmente quel palco è stata l’altra dimensione. La prima fase del monologo che mi è stato assegnato recita “Mia madre…” e da lì in poi non sono stata più Paola, ma la figlia che ricorda una madre provata dalla vita.
Ieri ho dovuto cambiare un po’ la scena d’entrata, ogni luogo ha le sue esigenze, ed è lì che entra in gioco il regista, con la sua visione, passione, professionalità, le sue indicazioni sono il tutto, sono la molla che ti da sicurezza e ti sostiene. L’allestimento di uno spettacolo non è facile, c’è da considerare tanto, a volte lavorare sul filo del tempo.
Lasciatemi dire che lo spettacolo coinvolge, tanto, ma io mi incanto sempre quando osservo, ascolto Barbara nel suo lavoro, nel suo “dirigere”; è forte, passionale, eclettica.
E sul palco è imbattibile, il suo monologo di chiusura la presenta in “forme” diverse: gestualità, voce, espressioni che si adattano ad ogni sfumatura del personaggio o dei personaggi che deve presentare.
L’appalauso è la gratificazione per l’attore, ma a volte non arriva e magari pensi che il pubblico non apprezza o tu non hai “dato”, ma poi scopri che a volte è solo l’emozione a pietrificare quell’attimo, dopo scopri che il pubblico ha pensato di te che sai emozionare. E non c’è applauso che valga.
Ci tengo a dire che per l’impegno speso in questo spettacolo a tema sociale, andato in scena per la Giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne, Barbara Bricca ha ricevuto il premio “Donna nell’arte 2016”.
Non dimentichiamo che il teatro non può scindere dal sociale e che questa Arte apre le menti e la persona alla bellezza culturale, fondamento che dovrebbe essere essenziale nelle società di ogni luogo del mondo.

 

img-20161207-wa0011  img-20161207-wa0013  img-20161207-wa0015

 

PS . Ora faccio un appunto personale ma che sento doveroso: ringrazio Barbara per il calore che le sue mani hanno sviluppato sulle mie spalle, donandomi la forza per entrare sul palco. Grazie di cuore per il fondamentale sostegno.
Grazie ai compagni di viaggio che sempre mi accolgono con affetto e con me dividono le loro sensazioni ed emozioni.

Annunci

24 responses to “E che Emozione sia!

  1. dimmibarbie ha detto:

    grazie a te carissima Paola,
    per esserti lasciata guidare in quella dimensione metafisica,
    di cui tanto ho parlato nei miei post,
    in quell’Oltre pirandelliano,
    che appartiene solo al Teatro,
    che è, e resterà
    l’esperienza più alta, complessa e profonda ,
    che un essere umano può e potrà sperimentare, nel suo viaggio terreno…
    Grazie per la stima che sempre mi dimostri,
    per l’impegno e la passione che hai messo in campo,
    e che hanno contribuito a rendere “Ad Lucem” , uno spettacolo ricco di Emozione,
    perché sia luce, ancora luce, per sempre luce,
    per tutte le donne che ogni giorno
    combattono la loro battaglia.

    Ti abbraccio con affetto grande,
    Barbara

    (P.S. le mie mani sulle tue spalle avevano il compito di donarti tutta l’energia possibile
    per compiere il tuo primo passo sulla scena, un rito, un momento unico,
    che ricorderemo nella sua preziosa essenza…)

  2. Giuliana ha detto:

    sei molto brava a descrivere tutte queste sensazioni ed emozioni, ci hai fatto salire sulla scena virtualmente

  3. shio76 ha detto:

    Che meraviglia!
    Leggere il tuo articolo mi ha fatto stare lì con te, sei fantastica. Mi sono emozionata a leggere il tuo articolo, il mio unico rammarico è che non ho potuto assistere allo spettacolo e poterti applaudire di persona.
    Buona festa.

  4. caterina rotondi ha detto:

    Ti giuro carissima,mi sono emozionata molto leggendo ogni tua parola piano come se tu fossi sul palco ed io seduta in platea …come potevo battere…semplicemente le mie mani mentre era il cuore che batteva più forte e non interrompere bruscamente quell’emozione intensa che si sprigiona che ti cattura…nella sua magia,più di un mago sul palco mentre ti attira a se con ogni suo gesto e ogni sua parola che vibra in una energia piena di luce.
    Credo che la cara Barbara ti abbia dato una grande carica di energia ♥
    Mi complimento carissima e ti ringrazio per il tuo compito nel sociale che non è poco …ma di grande valore,oggi più che mai.
    Non solo…vi aplaudo tutti. …ma,vi stringo in un grande abbraccio.
    Buona IMMACOLATA carissima

  5. voulaah ha detto:

    great, thank you for nice sharing
    kisses

  6. Grazie Paola per un’altra bellissima recensione. Dei sempre stata un’ottima spettatrice e adesso, posso dire, una grande compagna di viaggio. L’emozione che si prova stando sulla scena non è quantificabile e ancora meno descrivi le ma tu sei riuscita a restituire tutto quello che è stato per noi ad lucem. Speriamo che sia solo il primo di tanti altri spettacoli. Un abbraccio.
    Gabriele

    • fulvialuna1 ha detto:

      Grazie a te Gabriele per questo passaggio.
      L’emozione è forte su quelle assi in quella dimensione, avere compagni com voi aiuta a sostenerla e ad evolverla in forza positiva.
      Un abbraccio.

  7. 76sanfermo ha detto:

    Ragazze, state vivendo in una emozione infinita…
    Vi ammiro e un po’ …vi invidio!

  8. giovanna ha detto:

    Che bello leggere il tuo articolo, sarebbe stata una bella emozione poter essere presente.

  9. argopaolo ha detto:

    Ciao Paola,mi hai fatto rivivere tutto lo spettacolo,è stato bellissimo averti accanto a noi,che dire….solo emozione…un abbraccio e buona IMMACOLATA..

  10. Katia ha detto:

    Cara amica, vedere come ti muovi con garbo, con estrema gentilezza e femminilita’, e ascoltare il monologo che ti ha assegnato Barbara, pronunciando ogni singola parola con umiltà, mi fa vibrare e mi rende felice di essere tua amica e tua compagna di viaggio. Continua così sei un’esempio da seguire. Ti abbraccio Katia

    • fulvialuna1 ha detto:

      Eccoti!
      Cara Katia, le tue parole mi sono molto care e ti ringrazio per l’apprezzamento, non è stato facile, ma ce l’ho messa tutta; stare accanto a voi che siete “veterani” del palco mi rende orgogliosa di conoscervi e di avere la vostra amicizia e considerazione. Da sempre ti ho considerata mia “sorella”, e tu lo sai.
      Ti abbraccio e alla prossima ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: