TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Ti ho trovato

Amorerichiami-del-mare
ti ho trovato
tra i flutti avversi del
mare in tempesta.

Ti ho abbracciato
nel freddo gelo di quelle
acque dove
lampi violacei coloravano di
riflessi rabbiosi la
distesa liquida e turbolenta.

Ho navigato
lascaindomi trasporatre dalle
correnti che
intrecciavano giochi fantasiosi.

Amore
ti ho dato la mano sulla
spiaggia della vita dove
venti e piogge non hanno
vittoria.

Paola

14 commenti »

Quando…

…faccio i biscotti non mi riescono mai proprio bene; quano mi vesto per una giornata speciale mi concentro al massimo perchè gioco con ciò che c’è nel mio armadio; quando qualcuno mi assegna un compito cerco di farlo al meglio, a volte riesce, a volte no; quando disegno e coloro mi rilasso e cerco di farlo più bene possibile; quando giocavo a calcio ci mettevo tutto l’impegno e la forza possibile e devo dire che me la cavavo abbastanza bene; quando gioco con i miei cani ci metto tutta l’allegria del mondo e loro si divertono, e anche io; quando vedo un animale in difficoltà cerco di aiutarlo se possibie e magari collocarlo, spesso non mi riesce nè di salvarlo nè di collocarlo; quando inizio un’amicizia ci metto tanto impegno, a volte fila a volte no.

Quante cose non mi sono riuscite nella vita, quante non me ne riescono, quante non me ne riusciranno, ma sempre, sempre ciò ho messo e ci metterò il cuore, tutto il mio cuore, e non solo disegnandolo nell’aria, ma facendolo pulsare dentro il mio esile torace.

12011167_515673188609324_3352885970737883989_n

 

25 commenti »

Funne/Le ragazze che sognavano il mare – Katia Bernardi

index 12 ottantenni di Daone, Trentino, organizzano una raccolta fondi per andare a vedere il mare.
Le “funne”, cioè le “donne” secondo il dialetto locale, fanno parte del circolo pensionate “Rododendro”, dove si gioca a tombola, si balla, ci si racconta della vita, si sogna di abiti meravigliosi.
Molte di loro non hanno mai visto il mare e nell’occasione del ventesimo anniversario del circolo vorrebbero concedersi questa gita.
Ma economicamente il circolo è in deficit e le “ragazze”, tutte più o meno ottantenni, cercano un’idea: vendere torte? fare un calendario? vendere ricami? le idee non mancano.
Cosa escogiteranno queste irriducibili per coronare un sogno?

60637_ppl
La storia raccontata in questo libro è vera.
Tra le imponenti montagne innevate le funne fanno partire un sogno, un’avventura che le porterà anche ad organizzare un croadfanding. Il sogno è il mare della Croazia.
Tra le righe troveremo sorrisi, dolori, invidie; conosceremo la forza della presidentessa del circolo, Erminia, un vulcano di idee, Iolanda, che prepara le migliori torte di mele del paese, Armida, bravissima ballerina di liscio…. funne
Divertente la descrizione del calendario, della sua realizzazione, anche grazie a Massimo il fotografo, della personalità di ogni funne, interessante la dscrizione delle loro vite nel quotidiano. Un libro che scorre veloce.
E’ una storia poetica che sembra irreale, che ci insegna che per sognare non c’è età, che l’energia non ha età, che la curiosità non ha età.
Che un calendario può avere tredici pagine.

coverlg_home

 

funne_poster  Su questa storia è stato girato anche un documentario (sempre di Katia Bernardi) simpaticissimo, da vedere se vi capita. La storia ha fatto il giro del web e del mondo.

funne-le-ragazze-che-sognano-il-mare_imagefullwide

20 commenti »

Anima

Arcane figure
invadono la mia mente,

non sono demoni
non sono angeli
sono riflesso immaginifico
di chi vive
nella mia anima,

ultima parte pura
del mio involucro

terreno

morninglight

Paola

15 commenti »

Sant’Apollonia

Carlo Dolci - 1670

Carlo Dolci – 1670

 

 

 

 

 

 

 

 

Santa Apollonia è una di quelle sante di cui non si parla spesso. Anzi, mi sono resa conto che moltissimi non la conoscono per niente.
E’ pur vero che oggi i santi passano inosservati…
Di Apollonia non si sa la data di nascita, si presume sia nata negli ultimi anni del II secolo o al principio del III secolo, ci arriva la conoscenza tramite Eusebio di Cesarea (265-340) grazie ad una testimonianza scritta dal vescovo Dionigi di Alessandria.
In Alessandria d’Egitto tra il 248 ed il 249 scoppia una sommossa popolare contro i cristiani; Apollonia, donna cristiana, non giovanissima, non sposata, vergine, e per questo raffigurata giovane secondo l’iconografia sacra, aiuta i cristiani e fa opera di apostolato.Viene catturata e rinchiusa in prigione per una notte; viene poi sottoposta a tortura, il boia gli strappa i denti con delle pinze, poi gli chiede di rinunciare alla sua religione per abbracciare l’idolatria, Apollonia pur di non accettare si lancia nel fuoco preparato per brucialla viva se non avesse accettato.

                      pp152_big             santapollonia
Il suo culto nasce nel primo Medioevo diffondendosi prima in Oriente e poi in Occidente, la devozione la vuole protettrice dei denti e nel dolore che procurano, delle relative malattie, che dal Medioevo in poi si moltiplicaroe.
E’ celebrata il 9 febbraio

Guido Reni

Guido Reni

7 commenti »

Test sanitari

test-aids-in-farmacia-anche-in-italia-ecco-come-funziona_1017049

Non so perchè (cioè lo immagino ma sorvolo) in Italia arriviamo sempre mooolto in ritardo rispetto ad altre nazioni su alcune cose importanti.
Finalmente anche in Italia abbiamo il test farmaceutico per l’Hiv in farmacia. Il test rivelerà se si è sieropositivi o no. I test sono due, uno sulla saliva uno sul sangue.
Non è necessaria la ricetta, il costo si aggira intorno ai 20 euro, il test è vendibile solo ai maggiorenni.. L’attendibilità si aggirerebbe al 100% visto che tra il presunto contagio e l’analisi devono passare almeno tre mesi.
Per il test sul sangue, basta pungersi il polpastrello, dalla fuoriuscita del sangue e il risultato passano circa 20 minuti.
In caso di positività è comunque consiglato l’approfondimento ospedaliaero perchè in alcuni casi può accadere il “falso positivo”, cioè virus che non ci sono.
Questo test è importante, oltre che assolutamente riservato, se si pensa che in Italia è stato stimato che tra le 6.000 e le 18.000 persone non sanno di avere il virus.

 

getty_images_test_hiv_farmacia

4 commenti »

I Magi

I Magi seppero trovare la strada, seguirono la stella, chissà quanti di noi la cercano ma non la vedono o non la seguono per paura di sbagliare la direzione, o semplicemente perchè è più facile oziare che camminare.
I Magi arrivarono da terre diverse, erano di diverso “colore”, eppure fecero la strada assieme, sfidando Erode.0cf1669e4e97332d03b228a96a729c62
I Magi portarono doni preziosi, noi li abbiamo ricevuti i doni preziosi: Vita, Amore, Intelligenza.
Usiamoli nel migliore dei modi e doniamoceli uni agli altri.
Sono la nostra libertà.

 

11 commenti »