TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Albrecht Dürer

su febbraio 25, 2017

800px-durer_selfporitrait Albrecht Dürer nasce a Norimberga nel 1471 da padre ungherese, orafo di professione.
Albrecht ha diciotto fratelli, ma il padre si rende conto che solo lui ha doti eccellenti per diventare un artista, tanto che decide, all’età di quindici anni, di affidarlo al pittore Michael Wolgemut, pittore importante che si dedica all’illustrazione di libri stampati usando la tecnica della xilografia, tecnica che Dürer considera una forma d’arte incredibile che lo affascina e che perfezione portandolo a diventare il migliore incisore di stampe antiche.
Grazie al suo fascino, bellezza e simpatia Dürer si inserisce nei livelli sociali elevati e culturalmente importanti di Norimberga. A ventitre anni sposa Agnes Frey, figlia di un orafo, da cui non ebbe figli. Grazie a Federico di Sassonia, che gli commissiona numerose opere, inizia la sua carriera. Animo inquieto, sempre propenso alla conoscenza, inizia ad interessarsi ai viaggi.
Nel 1495 compie il primo viaggio in Italia, per conoscere le opere dei maggiori artisti rinascimentali italiani e per vedere le opere di Giotto, Raffaello, Leonardo…Di questo viaggio si sa ben poco. In Italia compirà un secondo viaggio nel 1505 dove incontrerà Leonardo da Vinci con il quale condivise la visione dell’uomo come parte armoniosa della natura. Durante un soggiorno Venezia resta affascianto dagli abiti delle donne, dai quadri rappresentanti la mitologia, dal verde, dai grandi spazi, dalla prospettiva; frequenta non solo artisti ma anche musicisti, letterati, entra in contatto con ambienti che lo porteranno verso l’aggregazione esoterica. Il soggiorno durò quasi due anni nei quali l’artista creò diversi ritratti, acquarelli, paesaggi, trittici, pale…
albrecht_durer_s037_il_bagno_delle_donne_1496  Nel 1509 è ormai artista affermato, benestante, con una notevole cultura; un’artista non sottomesso a nessuno, uno spirito libero che si dedica a forme d’arte originali (realizzazione di oggettistica di alta oreficeria mettendo a frutto le conoscenze apprese da ragazzo nella bottega del padre, miniatura, illustrazioni di libri, progettazione di sculture, di architettura e arredo come fontane, monumenti o lampadari e cornici per le proprie opere).
Nel 1520 visita i Paesi Bassi, consolidando la sua fama e il suo prestigio artistico in tutta l’Europa; durante questo viaggio si ammala gravemente di una forma di malaria che, mal curata, non l’abbandonò più; muore improvvisamente il 6 aprile 1528 lasciando la moglie unica erede di opere e di una cospicua soma di denaro.
Albrecht Dürer è stato un grande artista, introspettivo, individualista e anche narcisista (inizia a farsi autoritratti all’età di tredici anni) albrecht-durer-autoritratto-a-tredici-anni-1484; è stato un grande analista della natura, cercando i particolari, i dettagli; portato per l’estetica, l’osservazione, la percezione, non ha mai usato l’astratto gi

Annunci

12 responses to “Albrecht Dürer

  1. Daniela ha detto:

    grande esponente del rinascimento tedesco, c’è una sua raffigurazione di un leone che mi piace molto e trovo molto curiosa perchè riscontro dei lienamenti quasi umani nella testa

  2. pazzaperitester ha detto:

    L’incisione di Dürer che preferisco è “Melacholia I” …l’ho inserita anni fa nella mia tesi e non l’ho più scordata!

  3. 76sanfermo ha detto:

    Io ricordo la sua mostra permanente di Vienna…
    Mi incantava già prima , ma poi l’ho potuto gustare in tutta la sua estesa genialità ….
    Bellissimo post !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: