TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Sciogliersi…

Perchè le alpi crescono 2 millimetri l’anno?
Geologicamente la crescita è troppo veloce, ma il mistero c’è…che poi mistero non è: la placca africana spinge quella euroasiatica, lo scontro innalza le linee, e questo è immaginabile a me comune mortale, ma non è solo questo, secondo il Centro di ricerca geoscentifica tedesca la causa è da imputare anche allo scioglimento dei ghiacciai; se lo scioglimento avveniva in 18 mila anni lentamente erodendo 4 mila miliardi di tonnellate di rocce, oggi lo scioglimento è più veloce e accellera ancora di più la crescita di queste meravigliose montagne, che si fermerà drasticamente quando l’ultimo ghiaccio sarà scomparso, comportando la diminuzione della pressione sulla crosta terrestre.


Dal 1979 la copertura glaciale dell’Artico è calata in estensione e spessore in modo preoccupante. La riduzione dei ghiacci incide sull’ecosistema, altera le correnti e questo comporta fenomeni metereologici che creano problemi anche alle persone. In inverno l’estensione del ghiaccio è massima fino a marzo, poi inizia a sciogliersi arrivando ad un’estensione minima fino a settembre, oggi è stato calcolato (satellite) che lo scioglimento dura quasi un mese in più negli ultimi 40 anni, sembra poco, ma così non è, perchè questo comporta che cia sempre meno ghiaccio per tornare ad ispessirsi in inverno e più acqua tra i ghiacci; l’acqua assorbe calore e questo amplifica il riscaldamento e la fusione. Si prevede che nel 2040 l’Artico potrebbe non avere ghiaccio in estate.
Se il ghiaccio si scioglie sempre di più, isole e atolli sono in pericolo, come alcuni tratti delle coste italiane (es. Venezia, Versilia…). Gli esperti dicono che in questo secolo i mari si potrebbero innalazare anche di un metro.
Nell’immediato noi siamo ancora al sicuro, ma le generazioni future? Come possiamo non coalizzarci affinchè la colettività potrà fermare la corsa al surriscaldamento, la corsa di questo folle velocissimo cambiamento climatico? Perchè la causa di tutto questo siamo noi: l’uomo! E solo noi possiamo decidere di frenare…

 

PS. L’Australia sta cercando di comprare duemila ettari di terre vicino le isole Fiji per consentire la migrazione graduale di 113.000 persone da un arcipelago di 33 isole coralline ( Kiribati) minacciate dalle acque che si innalzano di 3 millimetri l’anno (ciò vuol dire che in 30, al massimo 60 anni scompariranno).

Annunci
10 commenti »