TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Dove eravamo rimasti

su giugno 28, 2018

di Jonathan Demme.

 

 

 

Ricki, sessantenne, è il nome con cui si presenta come cantante rock, il suo vero nome è Linda e deve tornare a Indianapolis, città dove vivono i suoi figli e l’ex marito che ha abbandonato anni prima per seguire la passione della sua vita, la musica.
Ad Indianapolis, la figlia Julie ha tentato il suicidio dopo il divorzio.
Esclusa dalla vita dell’ex marito, che si è risposato, e dei figli che ha trascurato (oltre Julie, uno che sta per sposarsi, l’altro omosessuale), dovrà ristabilire con loro un rapporto d’affetto e unione lungamente perso.
L’opportunità sara il matrimonio del secondogenito, a cui Linda parteciperà con l’attuale compagno, il chitarrista della band in cui canta.
La cerimonia sarà il palco per una sua esibizione a cui si uniranno i figli e gli amici.

Un film che mescola il dramma di una famiglia alla musica. Volevo vederlo già quando uscì nelle sale nel 2015 ma non ci sono riuscita, l’ho fatto qualche giorno fa.
Protagonisti Meryl Streep e Kevin Kline, presente nel cast Mamie Gummer, la vera figlia della Streep.
Film prevedibile, storia per niente originale, vista e rivista, un po noiosa a mio giudizio. Il finale poi è melenso…tutto lieto fine anche se si passa per il dramma, il tormento, il dolore, il riscatto.
Cosa salvo di questo film? La parte musicale, ma soprattutto lei, Meryl Streep. In questo film è da urlo, una delle rare attrici contempoaranee più talentuose. Scontato? Sicuramente, ma tale è. La rocker è lei! La madre è lei!

 

 

Annunci

7 responses to “Dove eravamo rimasti

  1. Emozioni ha detto:

    L’ho visto anch’io alla Tv.
    Stesso pensiero.
    La trama a tratti è “ statica”. Ma lei, lei, vince su tutto.
    Come non amare la Streep? Mi è impossibile.
    Lei è camaleontica.
    Lei è tra le mie attrici preferite.
    Notte, cara Paola💫❤️

  2. 76sanfermo ha detto:

    Non l’ho visto perché’ a orecchio , mi suonava melenso , come confermi tu….
    Certo che lei , pero’ , non sbaglia un colpo , a quanto pare!

  3. Ifigenia ha detto:

    A me non è dispiaciuto. Struggente la dichiarazione d’amore del suo compagno chitarrista, e l’atto d’amore che lo vede privarsi della sua chitarra. Notevole anche la figura della figlia, così sofferente, così umana, così figlia, lontana, distaccata, giudicante, eppure legata a doppio filo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: