TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Bambini

su agosto 20, 2018

Ci avevano detto che figli non ne avremmo avuti, “colpa mia”, abbiamo cercato l’adozine (anche se abbiamo sempre adottato tutti i figli di amici e nipoti, ce li lasciavano quando doveano uscire o passare una serata a due, un vero asilo), ma mai concessa, perchè all’epoca eravamo girovaghi per lavoro. Poi arriva Melissa e basta, questa volta davverto non si possono avere più, ripensiamo all’adozine, ma ancora no, per motivi miei di salute…vabbè abbandoniamo. In compenso adottiamo non legalmente, nel senso che seguiamo più di qualche bambino per svariati motivi.
Da 10 anni le adozioni di minori si è ridotto di quasi tre quarti. Anche per le adozioni di bambini da parte di Paesi che non sono quelli di nascita, se in parte è giusta l’adozione nei Paesi di appartenenza è pur vero che la maggioranza di loro continua a vivere in istituto.
Un crollo di adozioni. In Italia per le adozioni internazionali: 2010=4000 adozioni; 2017=1500
E’ pur vero che molti Paesi hanno chiuso le adozioni per paura di compravendite e scandali pedofilia.
E non è facile l’adozione, giusto, ma a volte sento cose assurde.

 


34 responses to “Bambini

  1. alemarcotti ha detto:

    Un tema che mi tocca da vicino… Non sono riuscita ad averne quando potevo e poi basta… Il pensiero che possa ammalarsi o non poter essere accudito… Non posso adottare. Sento che avrei potuto essere una mamma simpatica e avrei fatto del mio meglio per renderlo felice. Da piccola ne desideravo tre… Si può amare i bimbi del mondo però e desiderare che non possano soffrire mai. Ma mi manca non averli💖

  2. Perseide💫 ha detto:

    Non so cosa pensare … conosco casi a dir poco raccapriccianti di chi poteva e ha rinunciato perché era non consono alle loro aspettative e chi voleva e non han dato perché a detta di esperto troppo poco benestanti per dare un futuro al piccolo. Gente che ha sborsato sotto banco e parecchio nonostante la legalità per portarsi a casa dopo anni di trafile due sorelle del Senegal che volevano dividere. Nessuno li vede come bambini. Li identificano come merce. 😩

  3. 76sanfermo ha detto:

    Quando c’è’ il”business” di mezzo , e pare che nell’istituzionalizzazione regni sovrano , il fattore umano sparisce …
    Ci sarebbe tanto altro da dire….

  4. Giuliana ha detto:

    Una situazione inaccettabile

  5. annaecamilla ha detto:

    Capisco che lo stato, le istituzioni in genere devono agire per il bene e la salvaguardia del minore, però lasciare tanti bimbi negli istituti senza affetto, senza un po’ di calore umano è tremendo. Se fosse stato più facile quanti bambini ora avrebbero una stanzetta e dei genitori adorati.

  6. Vittorio Tatti ha detto:

    Con l’aborto si rivolserebbero tanti problemi.

  7. Diemme ha detto:

    La questione adozione è drammatica: tante famiglie che vorrebbero un bambino da amare, e che sarebbero in grado di dargli tutto, tanti bambini soli, abbandonati, per strada o in istituto, che vorrebbero una famiglia e non l’avranno mai… dolore innocente, causato da una burocrazia crudele, cieca, incomprensibile, due mondi che non si riesce a fare incontrare, e che sarebbero il paradiso l’uno dell’altro, e invece è inferno, soprattutto per i bambini. 😥

    • fulvialuna1 ha detto:

      Hai chiarito perfettamente.

      • Diemme ha detto:

        Conosco l’argomento, sia tramite AIBI che ho seguito per molto tempo, per un periodo poi ho anche fatto corsi pressi un’associazione che si occupava di affidamento e conosciuto famiglie affidatarie e ambini affidati (che non potevano essere adottati…), poi indirettamente attraverso amici che hanno adottato o tentato di adottare, e poi conferenze e testimonianze presso l’Unicef. Insomma, è un argomento che ho a cuore, e quindi “sto sul pezzo”.

      • fulvialuna1 ha detto:

        Sull’affidamento ho conosciuto una situazione che mi ha sconvolto.

  8. Emozioni ha detto:

    Sì, hai espresso perfettamente anche il mio pensiero.
    Ci son situazioni assurde.
    Melissa quindi è un vero dono del Cielo, allora!
    Come tutti i figli, certo, ma quando son così desiderati, dev’esser un regalo accolto con brividi e grandissimo entusiasmo!
    Che bello!
    😘

  9. cuoreruotante ha detto:

    Sono realtà difficili, vorresti fare di tutto ma ti senti impotente… Sono stata in un Cottolengo, chiedendo prima alla Madre Superiora cosa potevo portare, immaginavo giocattoli. La lista mi ha sconvolta : dentifrici, spazzolini, shampoo… e ti sto parlando di una sede del nord Italia… non oso immaginare nel resto del Mondo. Io mi affido a Save The Children per i regali di Natale ed altre ricorrenze, sono una garanzia. Buona giornata cara 😘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: