TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Carol

su febbraio 26, 2019

di Todd Haynes

 

 

New York, primi anni ’50, due donne si incontrano: la bella, algida, ricca e matura Carol, la giovane, deliziosa, fragile, commessa dei grandi magazzini Therese.
Si incontrano per caso, si innamorano, e sfidando le convenzioni sociali e le proprie vite-gabbie, fuggono per vivere il loro amore.
Carol è sposata, ma in fase di divorzio, ha un figlio; Therese è fidanzata e prossima al matrimonio.

 

 

                                                                           

Cate Blanchett (Carol) e Rooney Mara (Therese), regalano interpretazioni straordinarie, dove l’infelicità di Carol si incastra alla perfezione con l’inconsapevolezza irrequieta di Therese. Raffinate interpretazioni che giocano sull’allusione, sull’accennato, il sottinteso, la voglia di libertà. Cate Blanchett, tra le mie attrici contemporane preferite: sempe bellissima, elegante e seducente, una vera scoperta per me Rooney Mara: interpretazione perfetta.
Interessante l’argomento proposto: l’amore saffico che, per l’epoca in cui è ambientato il film, sconvolge e propone un cambiamento nella cultura di un’America ancora intrisa di tabù e convenzioni.
Film premiatissimo, bella la fotografia, ottima la colonna sonora.
Un film drammatico che non mi è dispiaciuto, ma che non mi ha coinvolto complessivamente (salvo le mise di Carol che avrei indossato piacevolmente eccetto pelliccia), ma che un po’ mi ha annoiato, a tratti troppo lento, avrei voluto un respiro sensuale maggiore, a parte gli sguardi non ho sentito emotivamente questo amore, forse mancava l’emozione del momento vissuto tra le due donne, sicuramente gravato dalle situazioni familiari e sociali,  mi saspettavo un’altro finale, un amore coraggioso, pronto a sfidare davvero le convenzioni, vissuto fino in fondo. Cercavo un’alchimia totale che forse è mancata. Comunque da vedere.

 


6 responses to “Carol

  1. maxilpoeta ha detto:

    non ho visto il film, ma la bellezza della protagonista già vale lo spettacolo del film 😉😊
    Buona giornata.

  2. Harley ha detto:

    Allora non era cosi facile in America con i tabu’ e i pregiudizi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: