TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Palazzi e torture

su aprile 2, 2019

Tra Via del Corso e Via di Ripetta (Campo Marzio) c’è Via della Frezza, che prende il nome dalla famiglia Frezza che qui aveva un palazzo. Questa zona nasce intorno al 1500.
All’altezza di Vicolo delle Colonnette c’era “lo spiazzetto” dove, tra le finestre dei palazzi, tra cui quello della pia signora Pulieri, era appoggiata la trave che permetteva il supplizio della corda per i condannati a questa tortura bestiale; proprio su questo palazzo era posta la trave principale.
Nel 1816 la pia donna fece murare la finestra su cui pose una croce in ricordo dei condannati e per la misericordia di Dio.
Nel 1930 iniziarono i lavori che modificarono completamente questa strada, eliminando lo spiazzetto e molti palazzi


La tortura della corda consisteva nell’appendere, per i piedi o le braccia, il condannato ad una carrucola, veniva sollevato e tirato fino a che tutte le giunture non si fossero slogate. Vi rendete conto che cosa orribile?
Città delle meraviglie e degli orrori la mia Roma.


10 responses to “Palazzi e torture

  1. Massi Tosto ha detto:

    Storica Sister 😍

  2. gianpiccoli ha detto:

    Tempi antichi . Barbarie e angosce ….
    Non tutto è passato!!!
    Giancarlo

  3. maxilpoeta ha detto:

    ogni città conserva pagine di storia che spesso dimentichiamo, un tempo le atrocità erano all’ordine del giorno, solo che a differenza di oggi, chi viveva altrove non le conosceva.

    Buona giornata 😉

  4. silviadeangelis40d ha detto:

    La nostra Roma riserva molte sorprese….talvolta non piacevoli!
    Un abbraccio,silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: