TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Il Maggio di Maria

su maggio 16, 2019

La leggenda vuole che Pauline Perdrau, giovane postulante francese, dipinse nel 1844 un affresco dedicato alla Vergine Maria, la Vergine adolescente nel Tempio di Gerusalemme, è assorta in preghiera e accanto ha un fuso. Si dice che al momento di dipingere il volto Pauline potè lavorare 13 ore consecutive senza che la calce si asciugasse e considerò questo fatto come un segno speciale.
Quando lo vide la Madre superiora delle suore di Trinità dei Monti decise di coprirlo con una tela, perché riteneva che i colori fossero troppo brillanti.
Nel 1846, durante una visita, papa Pio IX incuriosito dal telo, chiese di vedere cosa vi fosse dietro, nonostante la resistenza della Madre Superiora ottenne di guardarla, il Papa colpito dal dipinto, ordinò che l’affresco rimanesse visibile e lo chiamò Mater admirabilis (Madre ammirabile). Nel 1849 Pio IX istituì la festa Mater Admirabilis per il 20 Ottobre.
Per le tante conversioni e grazie ricevute per Sua intercessione è meta di pellegrinaggi da tutto il mondo.
Nel monastero di Trinità dei Monti, a Roma, vicino Piazza di Spagna.

 

Preghiera a Mater Admirabilis

Madre Ammirabile,
tesoro di calma e serenità,
ti amiamo per la luce
dei tuoi occhi abbassati,
per la pace del tuo volto
e per la profondità revelatrice
della tua pienezza interiore.
Sei la Vergine dell’Invisibile,
dell’Essenziale.
Ti supplichiamo che ci distacchi
da ciò che si vede,
per portarci e fissarci sull’Invisibile
che i tuoi occhi contemplano,
l’invisibile Presenza
l’invisibile Vita
l’invisibile Amore.
Attraverso l’accessorio
che ci sollecita e ci deduce,
tu ci doni il senso e la fame
dell’essenziale.
Amen.


9 responses to “Il Maggio di Maria

  1. caterina rotondi ha detto:

    Molto bello…tutto,anche la preghiera.
    Grazie Paola🌹

  2. maxilpoeta ha detto:

    i dipinti di un tempo avevano la bellezza di una fotografia, erano così perfetti che ci si chiede come abbiano fatto a realizzarli, tenendo conto anche degli strumenti di un tempo.

    Buon wek end 😉

    • fulvialuna1 ha detto:

      Sai che penso? Che non avevano la smania di mostrare, non erano condizionati dalla società come forma di appartenenza o apparenza, mostravano davvero solo l’anima dell’artista, e non avevano l’esigenza di produrre per interesse economico.
      Buon we a te.

  3. cuoreruotante ha detto:

    Maggio è un mese che mi ha sempre messa alla prova, nonostante questo io continuo a Credere

  4. mariluf ha detto:

    Grazie davvero: Molto bello tutto, e non lo conoscevo. Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: