TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Faraoni

su luglio 13, 2020

“Naturalmente i fori non furono creati per guardare
dentro, ma perché il faraone potesse guardare fuori,
magari verso quelle stelle del firmamento settentrionale
che non tramontano mai.”

Jean-Philippe Lauer, egittologo

 

 

Parlo di Djoser, faraone della III dinastia egizia, considerato il fondatore dell’Antico Regno (ca. 2680 – 2180 a.C.).
Era anche chiamato Netjerykhet, che significa Divino nel corpo.
Si pensa sia figlio della regina Nimaathap e del faraone Khasekhemui. Si ritiene che abbia reganato per circa 30 anni.
Numerose furono le sue imprese architettoniche, soprattutto a Saqqara.


La più importante è la Piramide a Gradoni, la più antica piramide egizia; la sua forma costituì il modello di tutte le altre piramidi dell’Antico Regno.
La Piramide è in pietra calcarea, contiene solo uno stretto corridoio che porta nel cuore della costruzione fino a una camera dove era celato l’ingresso al pozzo sepolcrale; originariamente era alta 62 metri e ricoperta di calcare bianco finemente levigato.
Era un’opera colossale, nata propabilmente per sbalordire gli antichi egizi e incutere rispetto verso la potenza divina del faraone. Era il più grande edificio al mondo.
La Piramide a Gradoni era una scala, tramite cui l’anima del faraone poteva salire al cielo, per unirsi ai dei nell’immortalità.
Djoser fu inumato nella Piramide a gradoni.
All’interno della piramide si trova un luogo curioso, una struttura in pietra, il serdab, sul cui fronte sono praticati due fori: guardandovi attraverso si incontra lo sguardo del re, incastonato nel volto di una statua a grandezza naturale dipinta, questo accorgimento consentiva al ka (elemento che assicura l’esistenza e la vita agli dei e agli uomini) del re di comunicare con il mondo esterno (attualmente la statua è una copia, l’originale è esposto nel Museo Egizio del Cairo), è probabilmente la più antica statua a grandezza naturale di un faraone che sia mai stata realizzata in un contesto funerario.
Con Djoser l’antico Egitto iniziò a sorgere.


19 responses to “Faraoni

  1. maxilpoeta ha detto:

    bellissimo questo post, osservare le maestose tracce del passato ci fa riflettere su quella che poteva essere la vita di allora, con tutti i suoi misteri…

  2. luisa zambrotta ha detto:

    Che bel post: non conoscevo Djoser.

  3. sherazade ha detto:

    Quanta potenza nel senso più del termine. Bellssma lettura e se non lo hai visitato, ecco un mio caldo suggerimento: il museo egizio di Torino!
    Sherabbraccicari 🌹🌻

  4. Massi Tosto ha detto:

    Ah il museo egizio ….😍

  5. Nonna Pitilla ha detto:

    Davvero una grande civiltà!

  6. Poesie Stralciate ha detto:

    Antico Egitto, antica passione risvegliata da questa lettura. Ho letto di tutto per anni ed il fascino si rinnova sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: