TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Sempre attuale il tema di questa canzone

7 commenti »

Io e te

di Bernardo Bertolucci

 

Roma, il quattordicenne Lorenzo racconta alla madre di una settimana bianca con la scuola, in realtà, il giorno della partenza, si nasconde in cantina, dove ha preparato scorte di cibo, videogiochi, libri e un piccolo formicaio. Lorenzo è un ragazzo solitario, senza amici, afflitto da un disturbo narcisistico della personalità.
Ma la sua quiete sarà breve, nella cantina irrompe la sorellastra, venticinquenne eroinomane, ribelle, con cui non è mai andato d’accordo.
Tra i due ci saranno scontri, incomprensioni, accuse….ma qualcosa cambierà quando Olivia avrà una crisi d’astinenza.

Film di qualche anno fa, tratto da un romanzo di Niccolò Ammaniti.
Film drammatico, claustrofobico, un viaggio nel disagio giovanile; giovani distaccati dalla realtà, dalla vita sociale, insoddisfatti, problematici, con rapporti genitoriali difficili.
Mi piace come Bertolucci ha trattato con delicatezza la fragilità di queste giovani anime sole. Mi commuove sempre la fragilità dei giovani e la loro solitudine.
Bellissima la fotografia, raffinata la regia, bravissimi gli attori: ottima l’interpretazione di Jacopo Olmo Antinori, brava Tea Falco in un ruolo difficile.
Stupenda la colonna sonora.
Un film da vedere.

8 commenti »