TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Prima di tutto in salute…

Oggi ho incontrato un’amica che non vedevo da tanto tempo, non l’ho quasi riconosciuta.
E’ stata sempre una bella donna, dalle curve accattivanti, ma adesso…magrissima, impressionante.
Mi ha detto che sta facendo palestra, dalla sua spiegazione direi che si sta ammazzando in palestra, fa una dieta alimentare ferrea, è una fumatrice accanita e questo l’aiuta a diminuire la fame….tutti rapporti distorti. Non ho replicato, ma avrei voluto.
Trovo sempre sbagliato e avvilente inseguire modelli di donne eteree, rischiando la salute per ottenere falsi risultati, a volte creduti strabilianti, una vera illusione.
In tutto questo rispetto asolutamente le idee altrui e la voglia di cambiare, ma spero che i suggerimenti che vengono propinati a queste persone, soprattutto le indicazioni alimentari, siano adeguate ad ogni individualità metabolica e stabilità psicologica.

28 commenti »

La memoria del cuore

di Michael Sucsy

 

Leo e Paige, innamoratissimi, si sposano malgrado l’avversione dei genitori di lei.
La loro felicità viene stravolta da un grave incidente automobilistico in cui lei perde la memoria. Al risveglio dal coma i suoi ricordi sono confusi, ma la cosa peggiore è che non ricorda di essere sposata, di aver amato intensamente Leo. Lui lotterà contro tutti e contro la paura di Paige vista la difficoltà nel ricordare.

 

Quest’estate (dovete sapere che per “sopravvivere” a tanti momenti difficili mi sono rifugiata nei film, ne ho visti tantissimi) una mia amica mi chiama e mi dice che ha visto un film che gli ricorda la mia storia e mi consiglia di vederlo. E l’ho visto. La memoria del cuore, dal racconto della mia amica, mi era sembrato un film drammatico, in realtà lo è, ma io l’ho trovato soprattutto sentimentale. Il film è ispirato ad una storia vera. La storia è semplice, si può definirla un polpettone, niente di originale visto che è l’argomento è stato spesso trattato, cinematograficamente parlando, regia e scenografia non sono il massimo, ottima la fotografia, brava e bella Rachel Mcadams, bravissimo e affascinante Channing Tatum. Comunque mi sento di dire che è da vedere, scorre piacevolmente
Un film in cui c’è la vita reale: il dolore, il dramma personale, la sofferenza, ma c’è anche l’amore, e scusate se è poco.

Vabbè c’ho l’età, forse stò diventando morbidona, ma vederlo mi ha commosso, non nego di aver tirato giù qualche lacrima, pensando anche che avrei potuto non rinnamorarmi di mio marito. Anche io sono stata in coma, anche io al risveglio ricordavo poco della mia vita precedente e a volte quel poco era anche confuso. La tristezza era che davvero non avevo riconosciuto mio marito, il visetto che mi sorrideva dalla foto sul comodino non sapevo essere mia figlia…scoprirlo piano piano è stato devastante e meraviglioso allo stesso tempo. Non ringrazierò mai mio marito per aver aspettato e lottato pazientemente perchè io ricordassi tanti aspetti della nostra vita insieme…
Forse è vero che l’amore quando è forte non conosce ostacoli.

14 commenti »