TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Il Cardellino – Donna Tartt

Theo Decker, tredici anni, sopravvive, ma perde la madre, in un attentato terroristico al Metropolitan Museum Art di New York, una perdita che sarà un trauma, una ferita per tutta la vita, una solitudine interiore, un evento che lo trasporterà dall’adolescenza al mondo degli adulti. Una vita devastata da incontri distruttivi, una vita in cui l’amorevole figura materna sarà l’unica parte positiva che non lo abbandonerà. Theo trova conforto nel quadro “Il cardellino” del pittore olandese Carel Fabritius, un quadro che ha salvato e nascosto, ultimo legame con la madre; un quadro che lo legherà ad un intrigo internazionale.

Quasi 900 pagine, che ti coinvolgono nel profondo, un intreccio di storie che mi hanno tenuta legata fino all’ultima pagina. Tra New York e Las Vegas, tra antiquariato e droga, amore e solitudine, sofferenza…non riesci a mollare, devi sapere dove arriverà quel tredicenne solo e disperato.
Io lo definisco un capolavoro, un gran bel romanzo che non lascia indifferenti, ti commuove, ti impegna, ti cattura. Tante pagine, ma si leggono con fluidità anche se ricche di descrizioni e avvenimenti.

“…Che la vita – qualunque cosa sia – è breve.Che il destino è crudele ma forse non casuale. Che la Natura (intesa come Morte) vince sempre, ma questo non significa che dobbiamo inchinarci e prostrarci al suo cospetto…”

2 commenti »

Doni

“Ho imparato che avere un
buon amico è il più puro di
tutti i doni di Dio, perchè è
un amore che non chiede
nulla in cambio.”

Frances Farmer

E io ringrazio Dio per avermene dati di speciali.

 

14 commenti »

Senthe (Ita – Fr – Eng – Esp – Ned)

marcellocomitini

Foto di LUCAS DEWAELE

Sei nata sul fondo oscuro del mare
dalle valve madreperlacee di una conchiglia
concepita dal silenzio del fuoco.
Le alghe ti hanno donato il colore del corallo
tra i tuoi capelli una foglia
del colore rosso dell’autunno,
sulla tua pelle la chiarità dell’alba
e negli occhi due lacrime
del mare profondamente azzurro
che si riversa nella mia anima.
Quando il vento spettina
la fiamma dei tuoi capelli
m’inebria il profumo del tuo sorriso
come un gelsomino fiorito
tra i petali dischiusi delle tue labbra.
Le tue parole danzano
al ritmo seducente delle onde
che s’infrangono sul corallo della tua bocca.
Il suono della tua voce mi seduce
con la dolcezza di stelle tremanti.
Ti guardo alla luce dei baci
che mi hai donato
quando ti pregavo di non fuggire.
Ancora illumina il tuo volto di primavera
la mia mano mentre ti scrivo
e il cuore…

View original post 922 altre parole

4 commenti »

Ancora siamo così?

757milioni di adulti e 115milioni di giovani non sanno né leggere né scrivere.
2/3 degli adulti sono donne.
Il 75% dei bambini analfabeti è concentrato nei Paesi a basso reddito, il 53% sono bambine, oggi a circa 60milioni di bambine è negata la possibilità di studio.
L’analfabetismo femminile è più diffusa in Asia meridionale, Asia ocidentale, Africa subsahariana. Le scuole sono lontane o inesistenti, le risorse economiche scarse; le ridotte disponibilità per l’istruzione favorisce i figli maschi e le bambine restano in casa per le faccende domestiche, per accudire familiari, o sono impiegate a cercare lavoro.

8 commenti »