TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

25 dicembre, una data “imperiale”

su dicembre 20, 2020

L’imperatore Aureliano, riunificato l’Impero Romano dopo la vittoria sul Regno di Palmira (272), anche grazie al sostegno dei sacerdoti di Emesa cultori del Dio “Sol Invictus”, decide di trasferire a Roma, in segno di ringraziamento, la classe sacerdotale e il culto del Sole di Emesa ed in onore del Dio Sole Invincibile fece edificare un tempio di Stato a Roma, sulle pendici del Quirinale. Il culto del Sole era presente, in forme diverse, in tutte le regioni dell’impero: come in Egitto, Anatolia e tra le popolazioni celtiche, quelle arabiche, tra i Greci e gli stessi Romani.
La festa del Sol Invictus si affermò come la festa più importante dell’ Impero, la popolazione ne era entusiasta, anche perché si univa ed andava a concludere la festa romana più antica, i Saturnali. Anche i culti cristiani si confondevano con i culti solari.
Aureliano fece diventare Festa ufficiale il Natale del Sole in tutto l’Impero Romano (Dies Natalis Solis Invicti) il 25 dicembre 274 D.C.

   
La festa del Sol Invictus fu trasformata dall’imperatore Costantino (che dall’essere cultore del Dio Sole abbracciò poi la fede cristiana) in Festa Cristiana tra il 330 e il 335, mantenendo, con un decreto, la data del 25 dicembre. Nel 337 Papa Giulio I ufficializzò la data del Natale da parte della Chiesa Cattolica, come riferito da San Crisostomo nel 390: “In questo giorno, 25 dicembre, anche la natività di Cristo fu definitivamente fissata in Roma”.
Nel calendario della liturgia romana si menziona per la prima volta nel 354 la festa del 25 dicembre cristiano.
Nel 461 questa scelta sarà riconfermata da Papa Leone Magno.
Quindi dobbiamo con molta propabilità la data del 25 dicembre a Costantino, data riportata già nel 354 su un antico documento, il Cronographus, calendario illustrato da un artista romano dove si attesta che la chiesa romana festeggiava il Natale in questa data già nell’anno 336.
Il calendario illustrato è opera di Furio Dionisio Filocalo, commissionato da un aristocratico romano di nome Valentino.

 

 


3 responses to “25 dicembre, una data “imperiale”

  1. macalder02 ha detto:

    Conoscendo la storia antica, possiamo avere un’idea della celebrazione del Natale in epoca romana.
    Storia interessante Fulvia. Leggerti è come immergersi in quell’epoca romana che da sempre attira la nostra attenzione dai tempi della scuola.
    Interessante ingresso Fulvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: