TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Il 2020 se ne va…

Sta per finire, quest’anno che ha portato via a me e purtroppo a tantissime, troppe persone, l’anima.
C’è stata sofferenza e per fortuna anche un vento dolce di felicità, in casa abbiamo avuto anche sei nascite…la speranza, il segnale che la vita va combattuta, assaporata, accompagnata….va amata.
Un’anno che lascia sicuramente un’impronta, tra crisi, notizie e lo sforzo sovrumano di molte categorie di lavoratori, un’impronta che mi fa rafforzare l’idea che ci vuole un mondo più giusto.
E quindi desidero, e spero, e sogno, come quando ero bambina e aspettavo la notte di Natale per sentire l’indomani il profumo dei dolci di mia nonna, come quando aspettavo la notte dell’Epifania per i giocattoli.
E spero che i sogni diventino realtà perchè alla fine camminare su questa Terra non mi dispiace neanche un po’, non mi dispiace guardare nel volto dei bambini il riflesso della leggerezza del vivere.
Sarò banale, ma la vita è vita, merita rispetto ma anche leggerezza, l’importante è non perdere di vista le cose veramente importanti.

 

28 commenti »