TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Momento

“…il cuore s’affida all’aquilone
dei pensieri e si corre, si vola,
ci si perde a sognare. Sognare!…”

M.Gori

11 commenti »

Mi sto facendo dei castelli nella mente…

Vi ricordate quando da piccoli ci cadeva qualcosa dalle mani? un gioco, un pezzetto del panino, una caramella…? molti di noi lo raccoglievano e si andava avanti!
Vi ricordate quando giocavamo seduti sul prato, sulla terra, con le mani sporche che elegantemente ci pulivamo su abiti e grembiulini se non addirittura ci grattavamo un occhio o mettevamo il dito in bocca?
E quando addentavamo il gelato di un cuginetto, un amico…?
E avete avuto animali con i quali passavate ore insieme? Io si, Mora, un pastore tedesco che mi ha insegnato a camminare, mi leccava la faccia, ci dormivo vicino….Non cercavate i vermi nella terra? Io e il mio amico Maurizio si.
Oggi molte di queste “attività” sono off limits per i bambini, se non proprio proibite, io le considero quasi attitudini naturali.
Non dico che i bambini debbano essere lasciati allo stato brado, ma sporcarsi un pochino, scoprire ciò che è saporito o no, non stimola forse le difese del corpo? Uno studio sembra dimostrare che una leccata o la presenza di un animale domestico contribuisce a diminuire del 13% la possibilità di ammalarsi di asma, proporzione che sale al 52% se si hanno animali da fattoria. In questo momento disinfettare le mani è importantissimo, ma anche acqua e sapone è un’ottimo antibatterico, una mia idea è che forse è meglio di tutti i disinfettanti usati al momento. E i cibi troppo raffinati che ormai sono la stragrande maggioranza? Non diminuiscono forse l’efficenza del sistema immunitario?
E poi arrivano gli antibiotici, che salvano un gran numero di vite, ma bisogna usarli con prudenza e se effettivamente servono perchè, se è vero che colpiscono i batteri cattivi, colpiscono anche quelli buoni.
L’abuso di antibiotici e l’uso improprio accelara il fenomeno della resisteza.
L’Italia è uno dei Paesi europei con il più alto consumo di antibiotici: si registra un alto livello di resistenza verso le infezioni gravi, tipo Stafilococco, E.coli, Pneumococco…e ad alcune classi di antibiotici come le penicelline, cefalosporine…
La resistenza è una minaccia per la salute personale e pubblica.
Per questo si creano classi di antibiotici di ultima generazione che inevitabilmente creeranno la comparsa di batteri ad essi resistenti.

30 commenti »

Gazometro (o gasometro)

Se passate a ridosso della via Ostiense, a Roma, potete osservare un enorme cilindro metallico.
Oggi è considerato quasi una scultura, è il gasometro, o gazometro (come veniva chiamato una volta); intorno al gasometro si è sviluppato un quartiere che fa parte della Movida romana.
Il gasometro è il più grande d’Europ.
Fu costruito dalla società Ansaldo tra il 1935 e il 1937, voluto dal sindaco Ernesto Nathan. All’interno della struttura ancora visibile c’era un cilindro che si abbassava e alzava indicando la quantità di gas contenuto. Con l’arrivo del gas metano, intorno al 1960 il gasometro è caduto in disuso.

 

14 commenti »

“L’amore è l’unico tesoro che potete accumulare in questo mondo e portare con voi nell’altro. Tutta la gloria, il lavoro, le fortune, i tesori e i successi che credete di aver posseduto in questo mondo, resteranno in questo mondo.”

S. Charbel

 

13 commenti »

Occhio alla data… 1938….cosa è cambiato?

Tinte

Un Sorcio, che correva a più nun posso
pe’ nun fasse acchiappà da un Micio rosso,
s’intrufolò de dietro a un cassabbanco
dove c’era accucciato un Micio bianco.
Lì pure la scampò; ma verso sera
cascò fra l’ogne d’ una Micia nera.
— Purtroppo, — disse allora — o brutta o bella,
la tinta cambia, ma la fine è quella.

Trilussa

27 commenti »

Il silenzio e l’indifferenza. Baluardi incoscienti della nostra società

ORME SVELATE

Ecco un’altra testimonianza del nostro nuovo amico centroasociale.com, che ci racconta la voglia di cambiamento di chi vive il disagio e vuole fare di tutto per uscirne e trascinare con sé i “compagni di disavventura”

Risultato immagini per indifference

Se c’è una cosa che non sopporto nella società odierna, che ci accomuna tutti e che ci caratterizza, sono il silenzio e l’indifferenza. Ma perché nel titolo ho scritto “baluardi incoscienti ” ? Perché spesso noi che spesso subiamo questi torti di silenzio e di indifferenza, ne siamo i primi portavoce senza neanche rendercene nemmeno conto secondo me. Potremmo dare una mano, in molti piccoli gesti della nostra vita quotidiana, aiutando il prossimo, senza recare danno a noi stessi e senza rubarci del tempo, piccoli gesti che ci farebbero sentire meglio. Il silenzio e l’indifferenza sono come due macchie nere, che si propagano in un oceano, 2 chiazze di petrolio che inondano esso e…

View original post 292 altre parole

10 commenti »

Valerian e la città dei mille pianeti

di Luc Besson

 

Anno 2740. Valerian e Laureline, giovanissimi, vengono inviati in missione per salvare la stazione orbitante Alpha, la Città dei Mille Pianeti dove vivono abitanti di specie diverse, e recuperare l’ultimo esemplare di una animaletto proveniente da un pianeta distrutto.

Valerian e Laureline incontreranno i bellissimi Pearls che vivono in un luogo incantato la mutante Bubble, un aliena ipersexy in cerca di identità mostri marini e terrestri ; troveranno pianeti distrutti dall’uomo e disastri ecologici.
E l’amore non manca.

 

Oggi i ragazzi dei miei vicini mi hanno invitato ad un pomeriggio cinematografico, con me si trovano bene e io non dico mai di no, li adoro.
Oggi hanno programmato di vedere questo film di fantascienza e avventura.
Tratto da un fumetto francese è un film visionario, molto tecnologico. Sinceramente non è tra i migliori del genere  di quelli che ho visto, qualche similitudine con altri, da Besson mi aspettavo qualcosa di meglio, ma comunque film godibile, spettacolare, che mi sento di consigliare, per chi ama il genere. Oltre due ore di caos, un immenso videogioco con tanti effetti speciali.
Fantastica la scenografia, credibile la trama; gli attori non mi hanno proprio affascinato anche se trovo Dane DeHaanabbastanza fisico ed espressivo, Cara Delevingne, brava e dallo sguardo penetrante.

 

13 commenti »

Testa e cuore

“Dobbiamo ascoltare  la testa,  ma lasciar parlare il cuore.”

Marguerite Yourcenar

 

5 commenti »

Martedì grasso….ultimo di Carnevale!

SCHERZI DI CARNEVALE

Carnevale,
ogni scherzo vale.
Mi metterò una maschera
da Pantalone,
dirò che ogni mio starnuto
vale un milione.
mi metterò una maschera
da pagliaccio,
per far credere a tutti
che il Sole è di ghiaccio.
Mi metterò una maschera
da imperatore,
avrò un impero
per un paio d’ore:
per voler mio dovranno
levarsi la maschera
quelli che la portano
ogni giorno dell’anno…
E sarà il carnevale
più divertente
veder la faccia vera
di certa gente.

G. Rodari

 

 

17 commenti »

Non sposate le mie figlie!

di Philippe de Chauveron

 

Claude e Marie, cattolici, borghesi e provinciali, hanno quattro figlie bellissime.
La prima sposa un musulmano, la seconda un ebreo, la terza un cinese.
Quando la quarta figlia annuncia di volersi sposare con un cattolico Claude e Marie ne sono entusiasti fino a quando non scopriranno che…è nero!
Nascono situazioni imbarazzanti ma molto esileranti.

 

Non è un capolavoro, è una commedia molto francese che ha fatto passare a me e alle mie amiche quasi due ore di sano relax e allegria, avevamo voglia di divertirci, sorridere, respirare….ma non volevamo i cinepanettoni o affini, niente volgarità.
Nel film si parla di razzismo, e religione, ma tutto con estrema intelligenza, delicatezza, ironia, allegria. Il tema multietnico è affrontato anche con romanticismo ma senza superficialità.
Una storia forse impropabile, ma che porta un messaggio di tolleranza, di integrazione.
Non sarebbe bello vedere il mondo in cui le diverse culture sono unite dall’amore?
Ottima la regia, la sceneggiatura, la colonna sonora, bravissimi gli attori.
Ve lo consiglio.

 

 

 

5 commenti »