TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Mi sto facendo dei castelli nella mente…

Vi ricordate quando da piccoli ci cadeva qualcosa dalle mani? un gioco, un pezzetto del panino, una caramella…? molti di noi lo raccoglievano e si andava avanti!
Vi ricordate quando giocavamo seduti sul prato, sulla terra, con le mani sporche che elegantemente ci pulivamo su abiti e grembiulini se non addirittura ci grattavamo un occhio o mettevamo il dito in bocca?
E quando addentavamo il gelato di un cuginetto, un amico…?
E avete avuto animali con i quali passavate ore insieme? Io si, Mora, un pastore tedesco che mi ha insegnato a camminare, mi leccava la faccia, ci dormivo vicino….Non cercavate i vermi nella terra? Io e il mio amico Maurizio si.
Oggi molte di queste “attività” sono off limits per i bambini, se non proprio proibite, io le considero quasi attitudini naturali.
Non dico che i bambini debbano essere lasciati allo stato brado, ma sporcarsi un pochino, scoprire ciò che è saporito o no, non stimola forse le difese del corpo? Uno studio sembra dimostrare che una leccata o la presenza di un animale domestico contribuisce a diminuire del 13% la possibilità di ammalarsi di asma, proporzione che sale al 52% se si hanno animali da fattoria. In questo momento disinfettare le mani è importantissimo, ma anche acqua e sapone è un’ottimo antibatterico, una mia idea è che forse è meglio di tutti i disinfettanti usati al momento. E i cibi troppo raffinati che ormai sono la stragrande maggioranza? Non diminuiscono forse l’efficenza del sistema immunitario?
E poi arrivano gli antibiotici, che salvano un gran numero di vite, ma bisogna usarli con prudenza e se effettivamente servono perchè, se è vero che colpiscono i batteri cattivi, colpiscono anche quelli buoni.
L’abuso di antibiotici e l’uso improprio accelara il fenomeno della resisteza.
L’Italia è uno dei Paesi europei con il più alto consumo di antibiotici: si registra un alto livello di resistenza verso le infezioni gravi, tipo Stafilococco, E.coli, Pneumococco…e ad alcune classi di antibiotici come le penicelline, cefalosporine…
La resistenza è una minaccia per la salute personale e pubblica.
Per questo si creano classi di antibiotici di ultima generazione che inevitabilmente creeranno la comparsa di batteri ad essi resistenti.

30 commenti »