TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Prisoners

di Denis Villeneuve


Conyers, provincia tra i freddi Boschi della Pennsylvania: i Dover e i Birch, amici e vicini di casa si ritrovano a pranzo per festeggiare il Giorno del Ringraziamento, la giornata si prevede allegra. Le due figlie delle coppie, Anna e Eliza, di sei e sette anni, escono per giocare e scompaiono. A capo delle indagine per il loro ritrovamento, c’è il detective Loki (Jake Gyllenhaal), esperto di rapimenti, razionale, lupo solitario dall’intuito sorprendente, apparentemente disincantato. Loki arresta Alex (un ragazzo con problemi mentali, che ha subito da bambino un rapimento), proprietario di un camper parcheggiato nelle vicinanze proprio dove scompaiono le bambine. Quando Alex viene rilasciato per mancanza di prove Keller Dover (Hugh Jackman), devoto e fanatico cristiano, patriota, decide di agire da solo, spalleggiato da Nancy Birch, moglie di Franklin che invece è contrario a questa decisione. Mentre vengono seguite diverse piste aumenta in Dover la pressione nervosa,  pensando che la figlia sia in pericolo di vita, completamente fuori di sé, decide di dover agire il più presto possibile anche con modalità cruente. 
E poi arriverà Holly Jones…
Quello che sembra l’indiziato del momento sfugge un’attimo dopo….Chi sarà davvero il colpevole della sparizione delle piccole? Qual è il confine tra giusto e sbagliato?

E’ un thriller drammatico, inquietante, cupo: personalità ambigue, istituzioni, la lotta e la disperazione delle famiglie… In questo film ho trovato tanto, tanto dolore, tante emozioni,  c’è il lecito, l’illecito, lo smarrimento istituzionale, la pressione religiosa, il simbolismo, il falso perbenismo, l’etica, la violenza mascherata, la corsa contro il tempo, i sospettati e gli insospettabili. Un “labirinto” (questa parola ha un grande peso nel film) dove la società american fluttua, sfuggendo a verità nascoste da sempre, dove i personaggi si dibattono in dilemmi e lotte interiori tra il bene e il male. 
Bravissimi gli attori, ma meraviglioso Paul Dano (Alex).
Sceneggiatura perfetta, con colpi di scena continui.
La fotografia è perfetta nel suo grigio doloroso.
Il finale? Vi sorprenderà. Da vedere assolutamente, uno tra i più bei thriller che ho visto. Un film che tira fuori i lati più oscuri della persona.

 

2 commenti »

Cantico di Frate Sole

Altissimu, onnipotente, bon Signore,
tue so’ le laude, la gloria e l’honore et onne benedictione.

Ad te solo, Altissimo, se konfano,
et nullu homo ène dignu te mentovare.

Laudato sie, mi’ Signore, cum tucte le tue creature,
spetialmente messor lo frate sole,
lo qual’è iorno, et allumini noi per lui.
Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore:
de te, Altissimo, porta significatione.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora luna e le stelle:
in celu l’ài formate clarite et pretiose et belle.
Laudato si’, mi’ Signore, per frate vento
et per aere et nubilo et sereno et onne tempo,
per lo quale a le tue creature dài sustentamento.

Laudato si’, mi’ Signore, per sor’aqua,
la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.
Laudato si’, mi’ Signore, per frate focu,
per lo quale ennallumini la nocte:
ed ello è bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre terra,
la quale ne sustenta et governa,
et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

Laudato si’, mi’ Signore, per quelli ke perdonano per lo tuo amore
et sostengo infirmitate et tribulatione.

Beati quelli ke ’l sosterrano in pace,
ka da te, Altissimo, sirano incoronati.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra morte corporale,
da la quale nullu homo vivente pò skappare:
guai a·cquelli ke morrano ne le peccata mortali;
beati quelli ke trovarà ne le tue sanctissime voluntati,
ka la morte secunda no ’l farrà male.

Laudate e benedicete mi’ Signore et rengratiate
e serviateli cum grande humilitate.

Altissimo, onnipotente, buon Signore, tue sono le lodi, la gloria e l’onore e ogni benedizione.

A te solo, Altissimo, si confanno, e nessun uomo è degno di te mentovare.

Lodato sii, mio Signore, con tutte le tue creature, specialmente messer fratello sole, il quale è giorno, e allumini noi per lui.

E esso è bello e raggiante con grande splendore: di te, Altissimo, porta significazione.

Lodato sii, mio Signore, per sorella luna e le stelle: in cielo le hai formate chiarite e preziose e belle.

Lodato sii, mio Signore, per fratello vento e per aere e nubilo e sereno e ogni tempo, per il quale alle tue creature dai sostentamento.

Lodato sii, mio Signore, per sorella acqua, la quale è molto utile e umile e preziosa e casta.

Lodato sii, mio Signore, per fratello fuoco, per il quale illumini la notte: e esso è bello e giocondo e robustoso e forte.

Lodato sii, mio Signore, per sora nostra madre terra, la quale ci sostenta e governa, e produce diversi frutti con coloriti fiori e erba.

Lodato sii, mio Signore, per quelli che perdonano per il tuo amore e sostengono infermità e tribolazione.

Beati quelli che lo sosterranno in pace, ché da te, Altissimo, saranno incoronati.

Lodato sii, mio Signore, per sorella nostra morte corporale, dalla quale nessun uomo vivente può scappare: guai a quelli che morrano nei peccati mortali; beati quelli che troverà nelle tue santissime volontà, ché la morte seconda non farà loro male.

Lodate e benedicete il mio Signore e ringraziate e servitegli con grande umilità.

 

San Francesco

8 commenti »