TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Avete mai provato..

su agosto 31, 2022

…la Silvoterapia?
Abbracciare gli alberi.
Io si. Li ho praticamente in casa, come potrei non farlo!

I Celti cercavano le energie nei boschi. E noi? Li incendiamo, li estirpiamo…


Il tiglio: foglie grandi a forma di cuore, è accogliente, mira al cuore, abbracciatelo quando siete arrabbiati, è pace.
La tisana di tiglio favorisce il sonno, calma l’ansia, l’infuso di fiori di tiglio è consigliato per bagni rilassanti.


Il salice: per i Celti era legato alla aspetti lunari e all’ispirazione poetica. Vive preferibilmente vicino all’acqua, i suoi lunghi rami ricchi di piccole foglie invitano ad entrare per proteggere, noi lo avevamo in giardino, io e Melissa ci accoccolavamo spesso sotto le foglie, vicino al tronco, una grotta luminosa ma rassicurante:
Fin dall’antichità se ne conoscono le proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie, antifebbrili. Come non affidarci?

L’Olivo: vivo in una zona di olivi, il campo del mio highlander, che non posso dimenticare, è il mio eden.
Centenario, dalla forza incredibile, offre i suoi frutti che diventano puro oro.
E’ pace, è saggezza, ogni volta che lo accarezzo ne sento l’infinita preziosità. E’ sacro.


La Betulla: per i celti era simbolo di rinascita, purificazione, conoscenza, purezza.
Si abbraccia volentieri, la sua corteccia è bianca, liscia, è la dolcezza, è accoglienza.
L’infuso delle sue foglie depura ,il decotto della sua corteccia lenisce i dolori.

Il Castagno: sempre poco considerato se non per i suoi frutti, buonissimi e nutrienti, ricchi di vitamine e sali minerali.
Vado pazza il suo miele, il suo colore scuro, il suo gusto forte….
Lo adoro, è centenario, come quelli che vivono ai margini del bosco vicino a casa mia,
Mi sento sicura quando passo accanto ai suoi fusti, creano macchie enormi, boschi interi,
Per me è un fratello di vita.

Quercia: per i Celti era simbolo di energia, era sacro.
Io ne ho quattro, ma il bosco davanti casa mia è quasi tutto pieno di querce. Le nostre sono ultra centenarie, una, forse la più vecchia, ha alla base del fusto un cespuglio enorme di fiori, che qui chiamano rose di quercia.
E’ sempre stato il mio albero preferito e quando abbiamo acquistato questa casa e le ho viste ho deciso che qui dovevo vivere, non mi interessa di chi mi dice che attirano fulmini, “chiamano” il temporale, le amo!
Quando mi sento debole le abbraccio, la mattina appoggio la mano sul fusto e ne sento la forza, la potenza, l’energia.
E non ho più paura.

 

Pubblicità

20 responses to “Avete mai provato..

  1. kethuprofumo ha detto:

    Gli alberi sono saggi, pieni del tempo e della memoria della terra. Brava, cara Fulvialuna! I celti hanno avuto ragione. 🙂 🙂 🙂

  2. L’ulivo, che albero! Caparbio, contorto, fecondo. Per forza emana energie, pure se credo che, almeno quelle, i Celti non le hanno captate.

  3. gianpiccoli ha detto:

    Vero.
    Un grande olivo ed un tiglio sono la miglior cura per estate ed inverno, Gli oleandri depurano l’aria nel modo più efficace. La natura ci aiuta, ma noi non lo sappiamo e non aiutiamo la natura. Grazie alo cielo, in giardino abbiamo di che accontentarci, un tempo c’erano anche un pino marittimo ed un eucalyptus giganteschi, ma abbiamo dovuto abbatterli per motivi di manutenzione strade, un dolore vederli segar via….
    Un abbraccio.
    Giancarlo

  4. astrorientamenti ha detto:

    Bellissima pratica
    devo dire che quando mi capita li abbraccio volentieri
    e con grande riconoscenza 🙂
    Grazie per la tua esposizione chiara e dettagliata
    … Quando mi sento debole le abbraccio, la mattina appoggio la mano sul fusto e ne sento la forza, la potenza, l’energia.
    E non ho più paura…..
    Grande!
    ❤️

  5. shio76 ha detto:

    Sì, fatto e ho percepito tanta forza ed emozione. Non so bene come spiegarlo, ma è stata un esperienza unica.

    • fulvialuna1 ha detto:

      In effetti non c’è una spiegazione, trova un albero da cui ti senti attratta, senza chiederti il perchè, visitalo con frequenza, se è quello giusto diventa un alleato. io ho diverse querce nel perimetro della mia casa, tutte sono parte di me, ma di una in particolare ne sento le vibrazioni. E’ la mia fedele compagna (come dice mia figlia 🙂 )

  6. ne ho sentito parlare, ma ancora non l’ho provata

  7. caterina rotondi ha detto:

    Ci sono nata sugli alberi.
    Nessun albero è stato così alto da non essere scalato…abbracciato stretto stretto, dove potevo guardare miglie e miglia lontano, dalla parte del mare azzurro pieno di barche di pescatori.
    Mi hanno sfamato con i loro frutti, protetta dal sole è dalla pioggia, aiutando mio padre fin dalla tenera età a guadagnarci il necessario per la nostra numerosa famiglia…ed io essendo la più grande ero sempre pronta a dare sempre il massimo, dall’alba al tramonto.
    Ogni filo d’erba, ogni erba aromatica, ogni fiore di albero o di terra fertile, o sassosa o indurita, mi ha vista sudare…senza mai arrendermi.
    Ci sono nata sugli alberi, sono stati solo loro, i miei amici più fedeli.❤️

  8. Il salice mi ricorda la mia infanzia: ero particolarmente legata al nostro salice, salivo sui rami all’interno, ci andavo persino per studiare.
    L’ho più che abbracciato per tanto tempo, l’ho proprio vissuto ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: