TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Noi due

Io e Roberta. Oggi abbiamo tremato, pianto, ci siamo fatte forza e poi gioito. Mai l’avrei lasciata sola. E quando mi sono sentita svenire lei ha sostenuto me. perchè i suoi figli sono i miei, mia figlia è la sua.

“Quando un amico chiede non c’è domani.”
(George Herbert)

Please letter
(Alfred Steven)

 

10 commenti »

La mia amica

Sempre lei, Roberta.
Lei che non mi lascia mai, mi sostiene nei problemi, mi da sicurezza, mi conferma sempre la sua fiducia, coccola i miei sogni, asciuga il mio dolore, mi scalda di abbracci, mi strappa i sorrisi.
Grazie grande immensa amica mia.

24 commenti »

E ancora lei…

…la mia amica Roberta. Se non ci fosse dovrei inventarla.
Mi sono presa un’oretta di svago, gironzolo tra i blog…ma ora devo tornare in ospedale da mia mamma.
Roberta mi da il cambio ogni volta che ne ho bisogno, passa anche solo per un saluto, mi telefona due vote al giorno, mi prepara dolcetti…
E la terrei abbracciata a me sempre, è un vero angelo. L’angelo della mia vita.

Qualcuno ha detto: L’amicizia è un’anima sola!
Se è sincera è pura verità. Come potrei dire il contrario?

 

31 commenti »

Quando Meli ti da la mano…

6 commenti »

Roberta

Robè senza di te oggi ero fritta! Ma tu sei davvero l’altra parte di me, ci sei sempre, nel sorridere, nel piangere, nei cornetti mega farciti al cioccolato, nelle giornate gelide e ventose sul balcone a guardare le montagne, al club delle lettrici che sembriamo già ultraottantenni…ci sei sempre. te vojo bene. tanto.

 

“I veri amici condividono il meglio che hanno.”  Luis Sepulveda

21 commenti »

Amicizia

Nella vista non esiste niente di tanto necessario quanto l’amicizia. (Aristotele)0a8085d3d6485bd17400efbc58fd90f8

(io credo che l’amicizia ha una grande importanza nella vita ma c’è anche l’amore è necessario)

 

Quel che rende indissolubili le amicizie e ne raddoppia l’incanto è un sentimento che manca all’amore: la sicurezza. (H. de Balzac)

(ma c’è la sicurezza nell’amicizia? Proprio in questo momento non lo credo più, credo nell’amicizia si, ma non nella sicurezza in cui mi buttavo a capofitto prima)

 

Voi che ne pensate?

8 commenti »

Un anno di noi: Fulvia e Kalosf

Non commento. E’ tuto scritto.
Dico solo grazie a Kalosf.

kalosf

La conosciamo per il suo essere donna di tempra. La conosciamo per essere madre. Ne abbiamo letto stralci di una vita che ha vissuto con grandissima dignità e forza. Il suo blog, variegato e ricchissimo è una scoperta continua come i suoi interessi. Ha voluto esserci l’anno scorso. E’ tornata per il compleblog di quest’anno.
Grazie Fulvia. E’ bello che tu ci sia. Davvero.
E la madre crea la vita

E il figlio è l’eternità per la madreInsieme generano l’amore che da vita

all’Universo.

image1

View original post

10 commenti »

Jak

Ogni tanto parlo di lui, ma sembra un’ombra. Ve lo presento.
Ci simo conosciuti circa 20 anni fa per caso: io allestivo una vetrina per una amica, ero indecisa come accostare due colori, mi sento bussare sul vetro e mi appare un uomo altro, magro, dagli incredibili occhi neri che mi ga il gesto di legare il giallo ocra al bordò…Provo, perfetto. Esco e lo ringrazio, iniziamoa a parlare di colori, ombre….E ancora siamo lì a parlare. Non dico troppe cose di lui, è una persona conosciuta per chi frequenta gli ambienti fotografici. E’ riservatissimo, ama la musica, suona il pianoforte, ha un gatto. Non è nato in Italia ma da padre romano. Fino all’età di sette anni vive in Kenia, poi sua madre abbandona figlio e marito e loro tornano a Roma. Ha sofferto molto, ma è stato forte. Non ha una vita sentimentale stabile, non ci riesce. Sono l’unica donna, insieme a mia madre, a cui è permesso girare in casa sua (che ha acquistato vicino a mia madre). E’ un girovago, per lavoro e per piacere, tra qualche giorno parte per una nuova avventura. Di seguito posto la “nostra” canzone.

Il testo ce lo siamo ripetuti mille volte; scelgo il video con P e Sting, perchè io bianca e lui nero (questo a volte ci ha procurato qualche problema, purtroppo).

8 commenti »

Roberta

img672Ieri sera ho preparato le castagnole, dolci di Carnevale, e questa mattina sono passata da Roberta per lasciarne un vassoio. Non mi ha sentito arrivare, il cane ormai non abbaia più quando arrivo; sono scesa dalla macchina e ho visto le sue scarpe vicino alle scalette che portano giù nell’orto. Mi sono affacciata proprio mentre stava tornando: fazzoletto a coprire i capelli, stivali di gomma, giaccone pesante, guance arrossate e mani sporche di terra, quella che cercava di drenare per non appesantire troppe le colture che sicuramente giò stanno marcendo a causa della troppa pioggia. Quando mi ha visto ha sorriso, siamo entrate nella casa “sgarrupata” come la chiama lei, una piccola stanza di servizio dove si cambia dopo il lavoro nell’orto. Dopo essersi cambiata e rinfrescata, mi guarda e dice “Caffè?” “Si”. Poi mi dice “Certo non è il massimo ricevere qualcuno quando sono tutta “scinciata”. “Ma quel qualcuno non ha avvisato, e poi lo sai che a me vai bene sempre, anche scinciata.” “E tu lo sai che puoi venire sempre, anche quando sono scinciata.” Ci siamo messe a ridere e ci siamo bevute il caffè chiacchierando del più e del meno.

“Ho amici in tuta da lavoro, la cui amicizia non cambierei neppure con il favore di tutti i sovrani del mondo.”  T.A.Edison

 

6 commenti »

La mia coperta…

…stritola-dolore, ha un bel da fare in questo periodo; ieri ci ho passata la mattinata arrotolata dentro, quando mio marito mi ha detto se ne volessi uscire, quando mi ha guardato mi ha detto se per caso oltre io, ci fosse stato un camion che mi passava sul volto: ciancicato al massimo! Neanche mi sono voluta guardare allo specchio, mi conosco. Un’altra brutta notizia, la mia amica Giovanna (di cui ho parlato nel blog di Stefano), non ce la farà, impossibile operarla, durante il trasporto da casa per l’ospedale è svenuta: leucemia fulminante…Non ci posso credere, prima un seno, un mese fa l’altro e ora gli dovevano asportare ben 24 noduli, ora questo, e la scintografia ha evidenziato una diffusione  in molte parti del corpo…Nel giro di un mese…C’è da morire di dolore, per lei, ha 52 anni, per le sue ragazze (23 e 19), per il marito, che senza di lei non vuole vivere, ha 70 anni. Bella Giovanna, partenopea al 100%: formosa, mora, ambrata, allegra…Domani potrebbero sganciarla dalle flebbo (è in internsiva) e potrei parlargli, speriamo….

scientists-redwood-nichols_52779_990x742E questa mattina prendo Argo, il mio fidato Vento, metto la mantella gialla (evita-cacciatori, almeno si spera) e scendo nel bosco, sotto l’acqua battente, il freddo e un sostanzioso strato di melma da foglie macere. Ho camminato per un’ora, poi ho guardato Argo che malgrado tutto mi seguiva tranquillo e ho pensato a quanto sono stata incoscente, mi sono fermata un pò e sono tornata indietro, l’ho asciugato, pappone energetico, puntura e un preghiera per Giò; ho ripreso vita. Perchè c’è sempre una particella scintillante nella vita che ti fa ripartire: la mia è la voglia di vincere la morte, non fisicamente, è impossibile, ma con l’anima, con il cuore, con la vita che mi circonda. Malgrado tutto. Gli occhi di mia figlia, le mani di mio marito, la zampa di Argo che mi cerca per le coccole, la volpe che da mezz’ora a questa parte corre avanti e indietro davanti al cancello facendo arrabbiare tutti i miei pelosi.

8 commenti »