TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

L’innocenza senza confini

Oggi con il mio Capitan tempesta abbiamo cercato immagini di angeli, doveva disegnarli.
Poi mi guarda e mi dice : ”Sono come gli uccelli, hanno le ali”, e il fratello “No, sono gli uccelli come gli angeli, hanno le ali” e lui “No, perché gli uccelli li vedo tutti i giorni, gli angeli quando vogliono volare come loro si fanno prestare le ali… se guardo il cielo non li vedo mai perchè senza non possono volare ma se servono agli uccelli restano sempre. qualche volta li sogno…”
Saggezza innocente, ma non lontana dalla spiritualità che queste figure sempre infondono.

14 commenti »

E in quel bosco…

…solo apparentemente silenzioso ho pensato che ci vorrebbe un angelo consolatore, per sostenere tutto il dolore che imperversa per mano dell’uomo su questo nostro pianeta.

 

“Gli apparve [nel Getsemani] un angelo del cielo a confortarlo” (Luca 22,43)

4 commenti »

Artista…

..a me sconosciuto, ma è bastato un angelo per portarlo da me.

Angelo custode, Carlo F. Nuvolone

 

10 commenti »

dal Vangelo di Matteo

” Essi erano appena partiti,
quando un angelo del Signore
apparve in sogno a Giuseppe
e gli disse: «Alzati, prendi con te il bambino
e sua madre,
fuggi in Egitto e resta là finché
non ti avvertirò:
Erode infatti vuole cercare
il bambino per ucciderlo».
Egli si alzò,
nella notte,
prese il bambino e sua madre
nella notte e si rifugiò in Egitto.”

 

 

Fuga in Egitto, Giotto, Basilica Inferiore di San Francesco

2 commenti »

Angeli

Da sempre nella vita di Giuseppe e Maria, genitori di Gesù,  gli angeli hanno avuto un grande ruolo, in particolare proprio Giuseppe si è fidato e affidato a loro diverse volte, dal fidanzamento con Maria, alla nascita di Gesù, nei primi giorni della vita del Bambino…
Ha sempre ascoltato la voce degli angeli senza badare a ciò che dicevano gli altri.
Io mi affido sempre agli angeli, ad uno in particolare quando mi sento in pericolo, ma comunque li prego, la notte prima di addormentarmi, la mattina appena la luce si fa chiara, quando ho un dubbio su che decisione prendere; io so che mi ascoltano, lo so e ne ho le prove.
Qualcuno dei miei amici dice che sono matta, forse è vero, resta il fatto che la mia convinzione, proprio in questi giorni, è di aver sfiorato il fuoco ed essere passata incolume proprio grazie a loro  e a quel lui particolare.
E il Natale si avvicina.

4 commenti »

Angeli

Chi mi segue ha forse capito che ho un pò la “fissa” degli angeli 😀
In questo periodo di silenzio nel blog  li ho cercati, nel silenzio della mia vita, tra la natura a cui mi sono affidata, nelle notti solitarie sotto le stelle.
E nel silenzio mi hanno parlato, e nel silenzio della mia anima la voce di Dio non è mai venuta meno.
“Loro ci sono”…

 

21 commenti »

Angeli…

…nel giorno dell’ascensione di Cristo nella sua gloria celeste, sotto l’aspetto di “due uomini in bianche vesti”, si rivolgeranno agli Apostoli così: “Uomini di Galilea, perchè state a guardare il cielo? Questo Gesù, che è stato di tra voi assunto fino al cielo, tornerà un giorno allo stesso modo in cui l’avete visto andare in cielo” (Atti degli Apostoli 1,10-11)

8 commenti »

Angeli

Ho sempre fiducia che un Angelo del Signore vegli su di me

14 commenti »

Ho pensato agli angeli

Quest’anno c’è un gran vociare sul fatto che il Natale non sarà lo stesso di sempre. Vero.
Niente pranzi e cene con amici e parenti, pochi regali, niente allegria, poche luci, pochi addobbi.
E niente Messa di mezzanotte…anticipata.
Tutto vero. Se si esclude il discorso messa e parenti, tutto il resto è tanto commerciale, tanto consumismo. Come sempre d’altra parte. E ci vuole anche quello, altrimenti addio economia e posti di lavoro.
Sembrerò un poco….sopra le righe? svagata (come dicono alcuni miei amic)? chiusa in un mondo da favola? con i paraocchi? …se oggi pensavo agli angeli?
Si, agli angeli, quelle figure che si vedono e non si vedono (secondo come uno le vuole guardare) che sono state sempre presenti nella vita di Gesù, anche prima della fatidica data del 24 dicembre.
Gli angeli entrano nella Sua vita tantissime volte, hanno scandito tappe importanti, aperto misteri dalla nascita in poi.
Oggi mi era presa così, con gli angeli (che a me piacciono), a casa mia non mancano mai.

 

 

10 commenti »

A Roma ci sono gli Angeli?

Certo! A ponte Sant’Angelo.
L’imperatore Adriano lo volle per collegare il suo mausoleo alla riva sinistra del Tevere, risale al 134 d.C. Nel 1535 papa Clemente VII ha fatto collocare all’ingresso del ponte le statue dei Santi Pietro e Paolo che tengono fra le mani rispettivamente le chiavi del Paradiso e una spada, alla base ci sono due iscrizioni: “Di qui il perdono per gli umili” “Di qui la retribuzione dei superbi”.

                                                                         

Papa Clemente IX fece poi collocare dieci statue raffiguranti gli angeli della Passione, chiamati così perchè portano gli oggetti simbolo della Passione di Cristo, le incisioni alla base delle statue sono prese dall’Antico Testamento, tutti gli angeli hanno sotto i piedi delle nuvole che li sorreggono. Due statue furono scolpite dal Bernini, otto angeli da altri artisti di cui il Bernini si fidava, gli angeli fatti dal Bernini erano talmente belli che per paura si potessero deteriorare furono affidati a un cardinale e sostituite con due copie, le due opere del Bernini oggi si trovano nella chiesa di Sant’Andrea delle Fratte.

 

Angelo con i flagelli Il flagello con cui fu fustigato. (Artista: Lazzaro Morelli)
Angelo con la colonna La colonna alla quale fu legato durante la flagellazione. (Artista: Antonio Raggi)

Angelo con la corona di spine Corona di spine che, terminata la flagellazione, gli venne posta sulla testa per schernirlo in quanto veniva acclamato come Re da una parte della popolazione (Artista: Paolo Naldini)
Angelo con il sudario o Angelo con il Volto Santo Velo della Veronica sul qual rimase impresso con il sangue il suo volto. (Artista: Cosimo Fancelli)

Angelo con la veste e i dadi La tunica che i soldati si giocarono a dadi. (Artista:Paolo Naldini )
Angelo con i chiodi I chiodi con cui lo crocifissero. (Artista: Girolamo Lucenti)

 

Angelo con la croce La croce su cui venne crocifisso (Artista: Ercole Ferrata)
Angelo con il cartiglio La scritta INRI che venne apposta sopra lo croce per indicare il motivo della condanna a morte. (Artista: Bernini con l’aiuto di Giulio Cartari)

Angelo con la spugna La spugna imbevuta di aceto che gli porsero per dargli da bere  (Artista: Antonio Giorgetti)
Angelo con la lancia La lancia con cui gli trafissero il costato per essere certi della sua morte (Artista: Domenico Guidi)

 

 

21 commenti »