TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

New York – Cat Power

Tanto per non sentirmi cadavere ci ballo su questo brano….e non è facile.

(https://tuttolandia1.wordpress.com/2017/02/15/non-mi-sento-cadavere/)

10 commenti »

No ci sono più…

…le febbri di una volta!

Devo dire che avrò avuto la febbre forse tre/quattro volte nella mia vita, neanche la chemio più forte che ho fatto, che me l’avrebbe  dovuta procurare, è stata in grado di farmela salire. Mi sembrava di ricordare che la febbre salisse per gradi e altrettanto scendesse. Invece ora arrivano violente e violentemente se ne vanno. Fino a ieri ero sui 38°, questa mattoina 36.7, ora 36.1/2.., fino a due ore fa un gran mal di testa, ma grazie alla pillola miracolosa che prendo, è scomparso. Non posso dire di essere in buona forma, ho ancora dolori muscolari, ma la febbre…puff! è scomparsa…stasera mi darà alla pastasciutta che fino a ieri il mio stomaco rifiutava in favore di minestrina e tè.

Per festeggiare la situazione…musica!

Buona serata blogger!

16 commenti »

Ciao…sei stato grande

Grazie

brividi emozioni commozione…come lui nessuno può intrpretarla

16 commenti »

Non si dorme

E no, o almeno, si dorme poco, dallla notte del terremoto. Non perchè ci siano scosse, ne abbiamo avvertita una ieri mattina, leggera, una questa mattina presto, non si dorme perchè Jo continua ad ululare e abbaiare tutta la notte; gli altri sono silenziosi ma lui no, gira intorno alla casa e ulula, abbaia…Così per non disturbare mio marito nel suo sonno, che comunque deve andare a lavorare, esco e mi siedo sulla pnchina cercando di tenerlo vicino a me. Semir ieri era tranquillo, ma da questa mattina coda ancora dritta ed è nervoso…e io tremo, come quella terra che non vuole smettere di farlo, che continua a tirare giù case, a nascondere corpi e ricordi. Vorrei essere lì, come feci per il Friuli, per l’Irpinia, ma la mia salute prorio non lo consente e allora ci organizziamo da qui….ma niente può essere come prima. Arrotolata alla coperta, sulla panchina, per non sentire l’incessante abbaiare cerco di sviare con un pò di musica dalle cuffiette, ma esce distorta nelle orecchie e nell’anima. Quell’anima che viaggia sulle città fantasma, dentro il dolore, bagnata di lacrime.

 

 

 

12 commenti »

Tag – Musica e Ricordi

tag dama

 

 

A volte ci sono canzoni che ci rammentano nettamente periodi specifici, magari non legati a nessun evento in particolare, solamente periodi della vita in cui è capitato di ascoltare quella canzone e tac… parte un flash mentale infinito riguardo a mesi interi che si legano indissolubilmente a quella canzone, che magari, appena ascoltata non ci era neppure particolarmente piaciuta, o che era passata solamente come un anonimo sottofondo cui non avevamo neppure prestato attenzione, poi la mente gioca con noi e il tempo, passano mesi e…

Sei in un bar a fare colazione e, all’improvviso, parte quella canzone e boom… vengono in mente cose cui magari non si pensava da un po’.

Se sono cose spiacevoli di solito si tende a trovare quella canzone disprezzabile, mentre se invece sono ricordi piacevoli o anche malinconie dolci va a far parte di quella playlist infinita di momenti della vita.

 

Regole:

– Cita sempre chi ha creato il tag: Racconti dal passato (https://raccontidalpassato.wordpress.com);
– Nomina e ringrazia il blog che ti ha nominato;
– Cita anche la parte iniziale di questo post in modo che tutti comprendano bene a cosa fa riferimento il tag, deve essere musica che si lega casualmente a un periodo, non la playlist che avete scelto di proporre il giorno del vostro matrimonio;
– Usa come immagine quella in cima a questo post, non temere è un immagine totalmente royalty free creata da ();
– Nomina almeno 5 blog cui proporre il tag;
– Condividi tutte le canzoni che ti vengono in mente che ti ricordano un periodo particolare della tua vita, non sei obbligato a spiegare quale o i motivi;
– Fai una piccola riflessione finale rivelandoci se sono tutte legate a periodi felici o meno e se riscontrano sempre i tuoi gusti musicali o no;
DIVERTITI!

 

Per questo tag musicale, ringrazio la Dama del blog https://raccontidalpassato.wordpress.com, la musica accompagna e e ha accompagnato spesso la mia vita.

 

Ecco le “mie” canzoni:


Adoro la voce di Adele e questa canzone è legata ad un particolare momento che mi ha visto protagonista assieme ad un conoscente

 

 

E poi si balla! Tanto! Anche con il tormentone…e qui mi potrei sbizzarire, amo ballare e lo faccio tutti i giorni 🙂

 

 

Questa è nel cuore…da sempre

 

La voce che amo

 

 

 


Mi è stata dedicata….

 

 

 

Il passato che non tramonta mai

 

 

 

Qui dentro ci sono io

 

 

 


Io e mio padre…quando guardo la sua foto, anche se non è più qui è sempe presente

 

 

L’emozione…sempre

 

Non sto a dire quale è il mio genere musicale, potrei comunque proseguire all’infinito. Amo la musica, la melodia, le parole, l’emozioni che mi procura….

 

Non nomino nessuno, chi ha voglia di divertirsi si tuffi…nelle note! Coraggio!

11 commenti »

L’anima vuole un po’ di leggerezza

Lascia un commento »

El Mismo Sol (Alvaro Soler)

Volevo scrivere tutta la mia rabbia e la mia delusione contro lo Stato in cui vivo, ma c’ho ripensato, già mi sono “avvelenata” abbastanza oggi, ho cancellato tutto e allora mentre la mia vicina ascoltava questa canzone ho deciso di postarla…così, una musica senza pensieri, una musica per distrasi. (punto) (e che poi mi viene sempre voglia di ballare…)

20 commenti »

Grazie…

…Gianca (Giancarlo Golzi) per le belle parole che mi hai regalato.

g

2 commenti »

Aspettando…

Fade Out Lines – The Avener

Lascia un commento »

That’s All Right – Arthur Crudup

Arthur_Big_Boy_Crudup_(blues_musician)Arthur William Crudup (1905/1974) è stato il padre del Rock’n’roll.
Dopo diversi lavori, fabbrica, manovalanza come raccoglitore di cotone, mugnaio, per un periodo è stato anche contrabbandiere, si autosoprannomina “Big Boy” e coi risparmi acquista una chitarra; tenta la fortuna suonando alle feste nei pressi del delta del Mississippi e come musicista di strada; così, ormai trentaduenne, conosce i più grandi bluesman.
Nel 1939, a Chicago, conosce il produttore Lester Melrose che ne capisce il talento e trasforma il suo Blues in Rythm‘n’Blues, o meglio in Rock’n’Roll. La sua musica ebbe grande successo dopo la Seconda Guerra Mondiale.
Le sue canzoni sono state riprodotte da decine di artisti, in particolare da Elvis Presley.
Trovo che sia stato un grande artista, oggi poco nominato e conosciuto, la canzone che propongo (che a me piace molto), sicuramente è più dinamica nella versione di Elvis, ma volete mettere l’originale? Ogni tanto l’ascolto e non posso fare a meno di pensare che è la migliore versione esistente.

4 commenti »