TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Una richiesta

…la mia, e lo faccio con le parole di S.Agostino:” Signore, non disdegnare questo tuo filo d’erba assetato.”

tappeto%20erboso1

6 commenti »

Fuori misura….

…è il momento che stiamo vivendo. E tralascio argomenti sociali e politici, penso alla natura. L’uomo vuole comandarla, ne stravolge il sistema, non ha più limiti, la invade in ogni dove con superbia, dimentica l’armonia con cui è stata creata gettando lo scompiglio in ogni luogo, da nord a sud, da est a ovest, dalla terra al cielo, dai mari ai monti, persino sui pianeti. L’uomo la sfida, la vuole rendere schiava dei suoi piaceri, vuole trarre vantaggio nel manipolarla geneticamente, vuole stabilire un’ordine dimenticando che ce n’è uno naturale, che prima o poi chiederà conto, perchè l’uomo ha dimenticato che tutto ciò che è stato creato era per noi, perchè ci riproducessimo in pace e armonia. La natura ne chiederà conto…

——“Dov’ eri tu quando io ponevo le fondamenta della terra?medium_Scotland_Aberdeen_Deeriver_003810092718_LuisB_02
Dillo se hai tanta intelligenza!
Chi ha fissato le dimensioni, se lo sai,
o chi ha teso su di essa la misura?
Dove sono fissate le sue basi
o chi ha posto la sua pietra angolare,
mentre gioivano in coro le stelle del mattino
e plaudivano tutti i figli di Dio?
Chi ha chiuso tra due porte il mare
quando erompeva uscendo dal seno materno,
quando lo circondavano di nubi
per veste
e per fasce di caligine folta?”—— (dal Libro di Giobbe)

 

4 commenti »

Fede

Ma quanta ne aveva trovata in se Sant’Agostino per scrivere parole meravigliose come queste?canada_34_bg_061904

Ma che amo, quando amo te?
Non una bellezza corporea…
Non una leggiadria che appassisce…(Conf. 10, 6,)
….
Amo, per cos’ dire, amo una luce, un profumo, un cibo, un amplesso quando amo il mio Dio: luce, voce, profumo, cibo, amplesso dell’uomo interiore che è in me…
Nell’uomo interiore risplende all’anima mia una luce non conosce tramonto; risuona una voce che il tempo non rapisce; si espande un profumo che il vento non disperde; gusto un sapore che la voracità non sminuisce; mi stringe un amplesso che sazietà non potrebbe disciogliere…Questo io amo, quando amo il mio Dio! (Conf.10, 6).
….
Dovrò trapassare la barriera della mia forza vitale, quella che tiene l’anima aderente al corpo per riempirne e vivificarne le compagnie…
Vi è, infatti, ben altra energia che rende non solo vivente, bensì sapiente l’uomo che Dio creò…
….
Trapasserò anche quest’altra energia; ed eccomi negli spazi dove si innalzano i palazzi della mia memoria…
Alcune cose vengon fuori subito; altre si fan cercare e tirar fuori da riposti nascodigli; altre irrompono inaspettate…
Par che dicano: Siamo noi che cercavi?
Trapasserò anche la memoria per cercarti e trovarti…Dove?
Dimmi, o soavità indisturbata: trovarti dove?
Quando io cerco te, cerco la Felicità…
(Conf.10,8,17,20,23)

2 commenti »

Salmo penitenziale babilonese

sal

Al Dio, noto o ignoto, proclamo il mio dolore […].
O Signore, non respingere il tuo servo.
Egli giace prostrato nelle paludi; prendilo per mano!
I peccati che ha commesso, convertili in grazia!

 

10 commenti »

Piove…

…e spesso quando accade noi uomini ci annoiamo. Ma l’acqua è il più grande dono che ci è stato fatto,  senza di essa nessuna forma di vita è possibile.

In un papiro del della XIX dinastia (1304/1195 a.C. circa), gli Egizi, circondati dal deserto,  immortalarono la grande forza di questo elemento tanto umile quanto indispensabile; è scritto:

“Lode a te, o Nilo, che esci dalla Terra
e vieni a dare vita all’Egitto:
di natura misteriosa, tenebra di giorno.
Tu irrighi le campagne,
tu sei stato creato da Ra per sostenere il bestiame.
Tu bagni il deserto lontano dall’acqua;
la rugiada è acqua che cade dal cielo.
Signore dei pesci, fai levare in volo gli uccelli.
Fai il grano e crei il frumento
per far celebrare la festa del Tempio.
Arrechi sostentamento e sei ricco di cibo;
tu crei ogni cosa buona.
Tu grandissimo, tu dal dolce profumo.”

huiu2oza

2 commenti »

Oggi

rosePerdona Signore lo sfogo iroso di ieri, non credevo che per ottenere il minimo avrei dovuto battere i pugni, ma è successo, avrei voluto che fosse stato per diplomazia; ascolta la mia preghiera che ha le parole tratte dai Beati costruttori di pace: “Padre nostro che sei nei cieli e cammini con noi nei sentieri della storia, manifesta il tuo piano di vita per tutti…liberaci da ogni tentazione di dominio: dell’uomo sulla donna, del padre sul figlio, del ricco sul povero, del nord sul sud, del grande sul piccolo, del bianco sul nero….Metti le tue mani fresche di creazione nelle nostre mani per costruire insieme un domani migliore per tutti.”

14 commenti »

Maggio, mese mariano

4bee

Lascia un commento »

Ieri era rabbia, oggi è pace

“Tu ami tutte le cose esistenti e niente di ciò che hai fatto ti dispiace…perchè tutte le cose sono tue e il tuo soffio le avvolge e le penetra, o Signore che ami la vita” (Sap 11,24 passim)

E io la amo stà vita. Tanto.gallery_48b29fb486ef6_LagoScinprimavera

2 commenti »

Una preghiera

!cid_85C4FD3CD0844016901BE719514A3C56@portatile

Signore Gesù , parte dell’umanità soffre ancora la fame, la sete; molti sono costretti a fuggire dalle loro terre, cercando ospitalità, molti sono prigionieri della malattia, altri della solitudine e molti altri subiscono l’indifferenza e l’abbandono tra le mura di un carcere. Aiutaci a sfamare, ad accogliere, a consolare, ad ascoltare e a vedere il tuo Volto negli uomini perché su questi gesti d’amore saremo giudicati.

Letizia Battaglino

2 commenti »

Sant’Agostino

“L’onesto, anche se schiavo, è libero;                                                                                                                    il malvagio, anche se re, è schiavo.”

Una frase che mi fa sempre riflettre perchè sembra molto semplice da interpretare, ma io trovo che ha molte sfumature e a volte è difficile da applicare.

Lascia un commento »