TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Quanta distruzione stiamo portando!

Il Massachusetts Institute of Technology ha seguito per 10 anni 2milioni di cittadini statunitensi monitorandone l’andamento psicologico e psichiatrico in relazione alle oscillazioni climatiche delle zone dove vivevano.
La ricerca ha evidenziato  come l’aumento della temperatura produce sull’uomo un effetto collaterale davvero grave, potrebbe causare varie malattie psicotiche di media entità, tipo depressione, insonnia, stati d’ansia, paura, malesseri psichici….il generale aumento di un grado Celsius fa aumentare le patologie del 2%, 
Lo studio ha messo in evidenza che un caldo prolungato o le precipitazioni intense peggiorano gli stati depressivi e la salute mentale.

 

11 commenti »

“apparire”

Mi ha colpito molto la notizia di una nota e bellissima indossatrice che a causa di trattamenti di “bellezza” ha il volto devastato.
Non ne faccio uso, e non ne faro mai, ma non sono contraria ai “ritocchini”, se si sente l’esigenza o può dare forza al proprio vivere, soprattutto psicologicamente, perchè non farlo?
Però mi infastidisce l’idea del volere la bellezza fisica ad oltranza sminuendo ciò che inevitabilmente lo scorrere del tempo comporta.
Penso che chi continua costantemente su questa strada in fondo in fondo non si è mai accettata/o, pur nell’essere bella/o; si vuole diversa/o,  forse si vuole solo esaltare la propria immagine.
La società attuale è fatta di immagini, quindi il corpo viene sempre di più enfatizzato, omologato al bello, siamo la società del narcisismo, a sfavore dell’etica.
Si distorce la nostra immagine fino a farla diventare diversa da quello che realmente è.
La chirurgia plastica, la medicina estetica, gli allenamenti forsennati…non sono salute, sono “modificazione”.
Forse il corpo è l’anello più debole dello scorrere del tempo, che inevitabilmente arriva ad una fine, ma non è guardando allo specchio la bellezza che potremmo arrestare tutto ciò.
E gli adolescenti ne stanno facendo le spese…ma questa è un’altra storia! (di cui esporrò il mio pensiero).

14 commenti »

Orgogliosa di voi!

Grazie per tutte le emozioni che mi avete fatto vivere

8 commenti »

Lavoro

In Italia c’è…ma a me sembra che è più facile erogare il reddito…chissà perchè!

“Felice colui che  che ha trovato il suo lavoro; non chieda altra felicità”
Thomas Carlyle

BUONANOTTE

12 commenti »

Canto Luiseno

La terra ti ascolta, il cielo
e le montagne ti scrutano.
Se riesci a comprendere questa verità,
vivrai a lungo.

 

14 commenti »

Diciamo che stasera me gira così…e sono educata!

Er Cane moralista

Più che de prescia er Gatto
agguantò la bistecca de filetto
che fumava in un piatto,
e scappò, come un furmine, sur tetto.
Lì se fermò, posò la refurtiva
e la guardò contento e soddisfatto.
Però s’accorse che nun era solo
perché er Cagnolo der padrone stesso,
vista la scena, j’era corso appresso
e lo stava a guardà da un muricciolo.
A un certo punto, infatti, arzò la testa
e disse ar Micio: – Quanto me dispiace!
Chi se pensava mai ch’eri capace
d’un’azzionaccia indegna come questa?
Nun sai che nun bisogna
approfittasse de la robba artrui?
Hai fregato er padrone! Propio lui
che te tiè drento casa! Che vergogna!
Nun sai che la bistecca ch’hai rubbato
peserà mezzo chilo a ditte poco?
Pare quasi impossibbile ch’er coco
nun te ciabbia acchiappato!
Chi t’ha visto? – Nessuno…
E er padrone? – Nemmeno…
Allora – dice – armeno
famo metà per uno!

Trilussa

 

 

16 commenti »

1° maggio

Ci sono più 250milioni di giovani ragazzi, anche al di sotto dei 14 anni che svolgono lavori vietati e pericolosi, vengono sfruttati e anche resi schiavi.
Costringere gli adoloscenti e i bambini a lavorare significa impedire l’istruzione, il gioco, il contatto sereno con i coetanei, non poter cresere fisicamente in modo armonico e sano.
Lo sfruttamento minorile è favorito anche per il costo è bassissimo.

 

E buona festa dei lavoratori!

35 commenti »

Giornata della Terra

Quanto mi piacciono queste giornate di sensibilizazzione in cui i capi di Stato rinnovano promesse, ne promuovono di altre, i tg inviano filmati meravigliosi, alcune emittenti invitano gli addetti ai lavori a parlare del riciclo, smaltimento e quant’altro…ma alla fine? Tutto peggiora e anche noi cittadini ci impegniamo lo stretto indispensabile (e anche meno). Ci lamentiamo del clima: oggi piove che noia, domani tira vento uffa, che caldo insopportabile, la neve ….insomma non va mai bene niente, tutto sembra fuori luogo. E in alcuni casi lo è, ma la natura ormai fa da padrona, stanca delle nostre offese. E ricordiamoci che clima è anche salute. I cambiamenti climatici sono associati  a fenomini estremi, soprattutto l’aumento delle temperature. Le conseguenze possono essere il cambiamento della qualità dell’aria, dell’acqua, minaccie sull’agricoltura, insetti che si spostano da un continente all’altro causando l’arrivo di malattie che sono facilitate nella diffusione… E ci sono governi ancora deboli e impreparati per affrontare malattie, non hanno risorse, e come sempre i più deboli ne fanno le spese.

“Quando le generazioni future giudicheranno coloro che sono venuti prima di loro sulle questioni ambientali, potranno arrivare alla conclusione che questi non sapevano: accertiamoci di non passare alla storia come la generazione che sapeva, ma non si è preoccupata”.
Mikhail Sergeevich Gorbachev – Premio Nobel per la Pace 1990

 

“Tutti vogliono tornare alla natura, ma nessuno ci vuole andare a piedi.”
Andrew J. Wollensky

 

Una canzone recitava: “Meraviglioso.Ma come non ti accorgi di quanto il mondo sia meraviglioso…”
forse facciamo ancora in tempo a lasciare qualcosa di buono alle nuove generazioni…
Buona vita Mondo!

 

 

17 commenti »

Mi sto facendo dei castelli nella mente…

Vi ricordate quando da piccoli ci cadeva qualcosa dalle mani? un gioco, un pezzetto del panino, una caramella…? molti di noi lo raccoglievano e si andava avanti!
Vi ricordate quando giocavamo seduti sul prato, sulla terra, con le mani sporche che elegantemente ci pulivamo su abiti e grembiulini se non addirittura ci grattavamo un occhio o mettevamo il dito in bocca?
E quando addentavamo il gelato di un cuginetto, un amico…?
E avete avuto animali con i quali passavate ore insieme? Io si, Mora, un pastore tedesco che mi ha insegnato a camminare, mi leccava la faccia, ci dormivo vicino….Non cercavate i vermi nella terra? Io e il mio amico Maurizio si.
Oggi molte di queste “attività” sono off limits per i bambini, se non proprio proibite, io le considero quasi attitudini naturali.
Non dico che i bambini debbano essere lasciati allo stato brado, ma sporcarsi un pochino, scoprire ciò che è saporito o no, non stimola forse le difese del corpo? Uno studio sembra dimostrare che una leccata o la presenza di un animale domestico contribuisce a diminuire del 13% la possibilità di ammalarsi di asma, proporzione che sale al 52% se si hanno animali da fattoria. In questo momento disinfettare le mani è importantissimo, ma anche acqua e sapone è un’ottimo antibatterico, una mia idea è che forse è meglio di tutti i disinfettanti usati al momento. E i cibi troppo raffinati che ormai sono la stragrande maggioranza? Non diminuiscono forse l’efficenza del sistema immunitario?
E poi arrivano gli antibiotici, che salvano un gran numero di vite, ma bisogna usarli con prudenza e se effettivamente servono perchè, se è vero che colpiscono i batteri cattivi, colpiscono anche quelli buoni.
L’abuso di antibiotici e l’uso improprio accelara il fenomeno della resisteza.
L’Italia è uno dei Paesi europei con il più alto consumo di antibiotici: si registra un alto livello di resistenza verso le infezioni gravi, tipo Stafilococco, E.coli, Pneumococco…e ad alcune classi di antibiotici come le penicelline, cefalosporine…
La resistenza è una minaccia per la salute personale e pubblica.
Per questo si creano classi di antibiotici di ultima generazione che inevitabilmente creeranno la comparsa di batteri ad essi resistenti.

30 commenti »

A che età si invecchia? Datemi un numero.

Ma perchè oggi c’è tanta paura di “invecchiare”? Ancora devo capire quando la gente pensa a che età inizia ad “invecchiare”, quando lo chiedo non mi danno mai un’età, tentennano o fanno battute sarcastiche…Ma tanto si invecchia, così è in natura. Invecchiare, una parola che si rifiuta da anni.
Sognamo farmaci che rallentino l’invecchiamento, abbiamo terapie genetiche che ti dicono quali malattie potremmo evitare, farmaci che riescono a sconfiggere il cancro, ripariamo il cuore e i suoi annessi, abbiamo il silicone che ci rimodella, creme che all’apparire della prima ruga la rimpolpano…in fondo la vita si è allungata, in occidente la media è di 80/85 anni…e allora perchè abbiamo paura della parola “invecchiare? In fondo la allontaniamo sempre più questa fase del vivere…o no?
Vogliamo fermare il tempo…addirittura ci facciamo ibernare….e i furbi, che hanno capito che umanità di dei vogliamo diventare, fanno soldi a palate, ed economicamente il divario cresce, i ricchi sempre più ricchi (e belli) e i poveri sempre più poveri (e come sono restano).
Lo so il mio è un discorso un po farneticante, nato dal vedere sui giornali solo gente bella e patinata, statue a cui non riesco a vedere la scintilla dell’anima…
Forse sto invecchiando, si decisamente è così…sto invecchiando e magari, non essendo ricca mi disturba non potermi “sistemare”. Si forse è così…vorrei appartenere agli dei che peseranno sempre più su una società futurista che sarà sempre “giovane”.
Poi mi guardo allo specchio e rido, si rido, perchè le medicine con me hanno fatto effetto salvandomi la vita, il mio cuore è stato riparato…ma le rughe le ho, eccome se le ho, e me le voglio tenere, perchè mi dicono che sono io, sono me stessa e lo so che un giorno finirò e, lasciando stare che credo che c’è un’altra vita oltre ed è quella che mi interessa senza ibernazione, rido perchè la mia “giovinezza” è aver accettato “l’invecchiamento”, faccio i conti con il tempo che passa e mi adeguo, e mi abbraccio e mi godo ogni giorno che mi è concesso vedere con la gioia nel cuore. E come si dice a Roma…”campo finchè er bon Dio vorrà”!

24 commenti »