TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Speriamo non sia un sogno…

Secondo i ricercatori del Massachussets General Hospital di Boston, i discorsi prolissi, contorti e ripetitivi possono essere sintomo del morbo di Alzheimer. Lo studio è stato fatto anche esaminando i scritti di Agatha Christie, Ronald Reagan, Iris Murdoch…altri politici e scrittori; a tutti fu diagnosticata questa malattia degenerativa, nelle loro opere sono stati riscontrati un calo del lessico, ripetizioni di vocaboli generici, vocabolario ristretto. I ricercatori sperano che nell’arco di cinque anni posano preparare un test psicologico di valutazione del linguaggio che aiuti a diagnosticare precocemente questa terribile patologia.

 

Annunci
22 commenti »

E l’acqua?

In una zona della cittadina dove vivo ancora oggi, dopo l’estate torrida e arida di quest’anno, c’è carenza d’acqua, arriva a singhiozzi, un filino la mattina, un po di più la sera…l’ente erogatore dice che non ha ridotto il flusso, il comune dice che non ha ridotto la pressione…ma insomma la colpa di chi è? E l’acqua dove va a finire? E perchè le bollette sostanziose continuano ad arrivare?
Il solito scarica barile all’italiana 😦
E intanto le tubature continuano ad essere colabrodi, manutenzione zero, ma quanti litri di acqua si perdono vergognosamente? Tutta l’Italia è un colabrodo; 474mila chilometri di acquedotti dove circa 9 miliardi (udite udite) di litri d’acqua si disperdono, per l’obsoleta tubatura e inesistente manutenzione. E come il solito abbiamo un primato pessimo, in Europa, siamo i più bassi investitori per rimodernare la rete idrica tra i Paesi così definiti industrializzati…
Politica corrotta…anche sull’acqua la politica incombe. vergogna! Un bene tanto prezioso, anelato e tanto sprecato.

 

9 commenti »

Lavoro

“Tre grandi mali allontanano da noi il lavoro: la noia, il vizio e il bisogno”

(Voltaire)

Trovo sia una frase ambigua….voi che ne pensate?

 

 

23 commenti »

Violenza

La generazione attuale, o almeno, la fascia che va dai 30 anni in giù, cresce circondata da una violenza esagerata, e non parlo solo di quella che tutti i giorni ci viene propinata da midia e giornali, non parlo degli ultimi eventi terroristici, ma di videogames, di linguaggio, di fumetti, di film…
Scene di film e giochi che usano la violenza con una ironia che mi spaventa, spaccare un cranio sembra un’azione normale.
E come non possimo pensare ad una correlazione anche con il bullismo? Non nasce solo da problemi comportamentali dovuti a varie problematiche, ma anche dalla violenza gratuita che viene propinata, una violenza che inneggia all’onnipotenza, tutti guerrieri vincitori, tutti personaggi di cui bisogna aver paura, personaggi invincibili, indistruttibili…che pretendono rispetto. Così si sente il bullo.
E noi adulti? Non siamo forse noi che abbiamo permesso film e giochi dove si squarta, dove il sangue è il protagonista? Dove l’inferno sembra essere il top? Quando il branco si nutre di questo e i corpi e l’anima non hanno più se stessi si arriva alla violenza nera, le passioni reali sono sopresse da quelle irreali, maledette.
Una generezione che non vive nella realtà.
Noi dobbiamo osservarli ma anche insegnare loro la vita vera ed accompagnarli.

 

Fred Astaire ha detto che: Il compito più arduo dei giovani di oggi è dover imparare le buone maniere senza che le possano vedere.

Io sostituirei alle buone maniere (che comunque non ci sono quasi più) la pace…come la imparano se non la vedono?

40 commenti »

Ancora…

Mentre si discute se soministrare o no vaccini, il Centro europeo per il controllo delle malattie mette al corrente che in Europa dieci milioni di persone soffrono di epatite B e C senza saperlo, ed è devastante sapere che ogni anno si registrano 57mila diagnosi nuove di una di queste infezioni.

19 commenti »

Sciogliersi…

Perchè le alpi crescono 2 millimetri l’anno?
Geologicamente la crescita è troppo veloce, ma il mistero c’è…che poi mistero non è: la placca africana spinge quella euroasiatica, lo scontro innalza le linee, e questo è immaginabile a me comune mortale, ma non è solo questo, secondo il Centro di ricerca geoscentifica tedesca la causa è da imputare anche allo scioglimento dei ghiacciai; se lo scioglimento avveniva in 18 mila anni lentamente erodendo 4 mila miliardi di tonnellate di rocce, oggi lo scioglimento è più veloce e accellera ancora di più la crescita di queste meravigliose montagne, che si fermerà drasticamente quando l’ultimo ghiaccio sarà scomparso, comportando la diminuzione della pressione sulla crosta terrestre.


Dal 1979 la copertura glaciale dell’Artico è calata in estensione e spessore in modo preoccupante. La riduzione dei ghiacci incide sull’ecosistema, altera le correnti e questo comporta fenomeni metereologici che creano problemi anche alle persone. In inverno l’estensione del ghiaccio è massima fino a marzo, poi inizia a sciogliersi arrivando ad un’estensione minima fino a settembre, oggi è stato calcolato (satellite) che lo scioglimento dura quasi un mese in più negli ultimi 40 anni, sembra poco, ma così non è, perchè questo comporta che cia sempre meno ghiaccio per tornare ad ispessirsi in inverno e più acqua tra i ghiacci; l’acqua assorbe calore e questo amplifica il riscaldamento e la fusione. Si prevede che nel 2040 l’Artico potrebbe non avere ghiaccio in estate.
Se il ghiaccio si scioglie sempre di più, isole e atolli sono in pericolo, come alcuni tratti delle coste italiane (es. Venezia, Versilia…). Gli esperti dicono che in questo secolo i mari si potrebbero innalazare anche di un metro.
Nell’immediato noi siamo ancora al sicuro, ma le generazioni future? Come possiamo non coalizzarci affinchè la colettività potrà fermare la corsa al surriscaldamento, la corsa di questo folle velocissimo cambiamento climatico? Perchè la causa di tutto questo siamo noi: l’uomo! E solo noi possiamo decidere di frenare…

 

PS. L’Australia sta cercando di comprare duemila ettari di terre vicino le isole Fiji per consentire la migrazione graduale di 113.000 persone da un arcipelago di 33 isole coralline ( Kiribati) minacciate dalle acque che si innalzano di 3 millimetri l’anno (ciò vuol dire che in 30, al massimo 60 anni scompariranno).

10 commenti »

Segreti

“I bambini hanno un mondo segreto che per gli adulti sarà sempre impenetrabile.”

J.K.Rowling

 

13 commenti »

E brave le donne!

Nei prossimi 13 anni le donne vivranno di più, l’aspettativa di vita si è alzata al 65%, lo dice l’Organizazione modiale della sanità e i ricercatori dell’Imperial College di Londra. Le più longeve saranno le coreane del sud, con una media di 90 anni, segue Francia, Spagna, Giappone. Dal 2030 (e mi devono spiegare come ci sono arrivati tanto lontano) gli uomini ci supereranno…

8 commenti »

Mi domando…

…ma anche la pipì di mia figlia deve dar da mangiare ai “magnoni” che ci governano (notare l’onere aggiuntivo sul totale costo urine)? E meno male che è servizio nazionale…

 

12 commenti »

Giornata mondiale degli oceani

– Voi amate il mare, capitano?
Si! l’amo! Il mare é tutto. Copre i sette decimi del globo terrestre; il suo respiro é puro e sano; è l’immenso deserto in cui l’uomo non è mai solo, poiché sente fremere la vita accanto a se. Il mare non è altro che il veicolo di un’esistenza straordinaria e prodigiosa; non è che movimento e amore, è l’infinito vivente, come ha detto uno dei vostri poeti. Infatti, signor professore, la natura vi si manifesta con i suoi tre regni: minerale, vegetale, animale. Quest’ultimo vi è largamente rappresentato da quattro gruppi di zoofiti, da tre classi di articolati, da cinque classi di molluschi, da tre di vertebrati, dai mammiferi, dai rettili e dalle innumerevoli legioni di pesci, che contano oltre tredicimila specie, di cui un decimo soltanto appartiene all’acqua dolce.
Il mare è il grande serbatoio della natura, è dal mare che il globo è, per così dire, incominciato, e chissà che non finisca in lui.
Ivi è la calma suprema. Il mare non appartiene ai despoti. Alla sua superficie essi possono ancora esercitare diritti iniqui e battersi, divorarsi, recarvi tutti gli orrori della terra; ma trenta piedi sotto il suo livello, il loro potere cessa, la loro influenza si estingue, tutta la loro potenza svanisce! Ah! signore, vivete, vivete nel seno del mare! Qui soltanto é indipendenza, qui non riconosco padroni, qui sono libero!

 

Jules Verne, 1870

 

5 commenti »