TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Mi domando…

…ma anche la pipì di mia figlia deve dar da mangiare ai “magnoni” che ci governano (notare l’onere aggiuntivo sul totale costo urine)? E meno male che è servizio nazionale…

 

12 commenti »

Giornata mondiale degli oceani

– Voi amate il mare, capitano?
Si! l’amo! Il mare é tutto. Copre i sette decimi del globo terrestre; il suo respiro é puro e sano; è l’immenso deserto in cui l’uomo non è mai solo, poiché sente fremere la vita accanto a se. Il mare non è altro che il veicolo di un’esistenza straordinaria e prodigiosa; non è che movimento e amore, è l’infinito vivente, come ha detto uno dei vostri poeti. Infatti, signor professore, la natura vi si manifesta con i suoi tre regni: minerale, vegetale, animale. Quest’ultimo vi è largamente rappresentato da quattro gruppi di zoofiti, da tre classi di articolati, da cinque classi di molluschi, da tre di vertebrati, dai mammiferi, dai rettili e dalle innumerevoli legioni di pesci, che contano oltre tredicimila specie, di cui un decimo soltanto appartiene all’acqua dolce.
Il mare è il grande serbatoio della natura, è dal mare che il globo è, per così dire, incominciato, e chissà che non finisca in lui.
Ivi è la calma suprema. Il mare non appartiene ai despoti. Alla sua superficie essi possono ancora esercitare diritti iniqui e battersi, divorarsi, recarvi tutti gli orrori della terra; ma trenta piedi sotto il suo livello, il loro potere cessa, la loro influenza si estingue, tutta la loro potenza svanisce! Ah! signore, vivete, vivete nel seno del mare! Qui soltanto é indipendenza, qui non riconosco padroni, qui sono libero!

 

Jules Verne, 1870

 

5 commenti »

Giornata Mondiale dell’Ambiente

Quest’anno il tema scelto per questa giornata è il rapporto tra persone e natura
Io amo la naturta, ma gli alberi…gli alberi…non potrei vivere senza di loro. Nel mio giardino ne ho diversi, il confine della mia casa è delimitato nel perimetro da sei querce secolari…
Li accarezzo gli alberi, ho bisogno di sentire la loro corteccia sotto le mie mani, mi da energia.
La loro circolarità mi da un senso di flusso vitale, la loro ombra mi protegge dal sole cocente come un amico fidato mi protegge dal dolore.
Li guardo e sento la loro eterna potenza, la loro dolcezza, la loro bellezza…Gli alberi sono fonte di vita.
E non dimentico che tanti alberi formano un bosco, una foresta, la loro unione protegge e da riparo agli animali, alle piante, ci regalano ossigeno, la vita per noi. Tra i loro rami gli ucceli nidificano creando allegria e ancora vita.
Frenano con le loro radici lo sgretolamento del terreno, come dovremmo fare noi “umani”, uniti si crea non si distrugge.
Proteggiamoli, sorvegliamoli. AMIAMOLI.

12 commenti »

Manchester

 

 

 

Servono parole?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

8 commenti »

1° Maggio 2017

Buon 1° maggio ai consumatori di tabacco…(che raccoglie lui in Africa).

Buon 1° maggio a chi crede ancora nell’Italia che può produrre.

Buon 1° maggio ai nostri governanti che campano sulle spalle nostre e so’ “buonisti”…(leggere con tanta ironia…ma se stanziano per creare lavoro?)

 

Comunque, buon 1° maggio a tutti voi.

6 commenti »

Acqua

L’acqua per me è miracolosa.
Mi piace sentirla scorrere sulla mia pelle, mi rilassa, mi da energia.
L’acqua è misteriosa nel suo essere informe e magica nel suo contenere l’embrione nel grembo materno.
Da sempre si nasconde nei cunicoli ancestrali sotto i monti, si palese negli oceani immensi, fertilizza le pianure.
La usiamo per dissetarci, per curarci, per divinizzarci.
L’acqua si cristallizza creando opere d’arte bellissime; crea movimento armonico o potente nel rincorrersi nelle onde del mare.

 

 

Bernardette Soubirous ha detto dell’acqua di Loures.”Non consideratela una pozione magica, bensì un potente veicolo di fede.”

 

Noi la dovremmo adorare, rispettare perchè da lei veniamo, è lei che ci da la vita.
Invece la inquiniamo, la deviamo, la imbottigliamo, la sfruttiamo…senza rispetto. Basterebbe tanto poco per avere rispetto.

 

“Non bisogna far violenza alla natura, ma persuaderla.” Epicuro

Acqua

Acqua di monte,
acqua di fonte,
acqua piovana,
acqua sovrana,
acqua che odo,
acqua che lodo,
acqua che squilli,
acqua che brilli,
acqua che canti e piangi,
acqua che ridi e muggi.
Tu sei la vita
e sempre, sempre fuggi.

G.D’Annunzio

25 commenti »

Perfezione?

Cosa è la Bdd? E’ una sindrome (Body dysmorphic disorder), cioè la errata percezione del proprio aspetto fisico.
Questo porta ad usufruire interventi chirurgici estetici per migliorare il proprio aspetto, ma comporta anche il voler ritoccare in continuazione e correggere il lavoro precedentemente ottenuto perchè mai soddisfatti dell’idea desiderata in precedenza
Tutto ciò si trasforma in una vera e propria dipendenza patologica, una vera malattia psicologica che molti specialisti assecondano invece di consigliare al paziente una consulenza psichiatrica mirata.

 

“Ho fatto così tanta
chirurgia plastica che quando
morirò donerò
il mio corpo alla Tupperware.”

Joan Rivers

Una di quelle che io definisco donna bionica è Cher, che credo abbia circa 70 anni.
Bionica non perchè abbia un segreto per essere immortale, ma perchè il suo segreto è la chirurgia che spettacolarmente la ringiovanisce ogni tot mesi; nel suo corpo non c’è una zona che non sia stata ritoccata: viso levigato, naso piccolino, zigomi sporgenti all’inverosimile per stirare le rughe, mento, braccia, seno, cosce, lato B e perfino l’ombelico…

                        

       Ha detto: “E’ un d overe cercare di non invecchiare, ti diverti di più se riesci a sentirti bella….Sono stata giovane e sono stata vecchia. Giovane è meglio.”

                           

E comunque…

29 commenti »

Che tristezza!

 

 

 

26 commenti »

Ragazzi contro ragazzi…

Cos’è il bullismo? E’ un comportamento intenzionalmente aggressivo, ripetitivo, ai danni di una persona che può avere anche problemi fisici, psicologici, sociali.
Le statisctiche dicono che negli ultimi anni l’Italia ha ridotto del 60% il bullismo tra i giovani. Siamo il Paese industrializzato con il tasso più basso degli altri , “solo” l’11%, che per me è sempre troppo.
In questi ultimi giorni sono venute alle cronache ancora fatti veramente abominevoli.
Offese, denigrazione, isolamento, violenze fisiche, violenze verbali…tutto ciò innesca forme di ansia e mancanza di autostima che  portano anche al suicidio il 10% dei coinvolti e il 30% all’autolesionismo. E tutto ciò anche online, la frontiera sempre più in emergenza, quel bullismo classificato come cyberbullismo che  è gravemente devastante perchè viaggiando in rete può essere visto da decine di migliaia di utenti.
Il bullismo sarà anche in calo, ma si è abbassata la soglia dell’età in cui inizia, addirittura si parla di sopprusi intorno ai 5 anni; la fascia in cui più si perpetra di più va dagli 8 ai 17 anni. La scuola è uno dei luoghi più predisposti a questo fenomeno, proprio quel luogo che dovrebbe essere sicuro per la crescita, dove però spesso si chiudono gli occhi, si minimizza.
Il bullismo ha due componenti: i/il prepotente, le/la vittima; poi ci sono gli “esterni” (che tanto esterni poi non sono).
I prepotenti sono di solito un gruppo costituito dal capo, dai sostenitori, dagli aiutanti; la vittima di solito è sola o con pochissimi difensori; maginarlmente ci sono gli esteri, quelli che sanno e tacciono.
Il lavoro grande va fatto su tutti i coinvolti, sulla vittima sostenendola al 100% con tutti i mezzi possibili, va fatto sui prepotenti che vanno recuperati, sugli esterni che vanno coinvolti dalla scuola, dalle famiglie, dalle associazioni. Forse un lavoro veramente mirato potrebbe aiutarci a venire fuori da questa piaga maledetta che è una di quelle che sta devastando i nostri giovani.

7 commenti »

8 Marzo

Le donne sono “mutanti”: si inseriscono nel sociale, sono ganci di traino nella famiglia, si inseriscono nella comunità adattandosi ad ogni situazione. Le donne sono spina dorsale per tutta la società: contribuiscono economicamente all’interno della famiglia ma senza accantonare il lavoro domestico, senza dimenticare figli, marti, genitori..
Le donne sanno superare le avversità allungandosi verso il futuro. Le donne usano la ragione ma anche il sentimento, il mix di razionalità ed emotività le rende uniche anche quando questi sentimenti si sovrappongono, si scontrano, si incontrano. In loro convivono impegno, misura, saggezza, energia, spontaneità, follia.
Le donne sono il rosso, sono il nero.
Le donne non sono il “sesso debole”.

 

 

Oggi per le donne della mia famiglia

E perdonate la polemica, se così la volete chiamare, e mi riferisco a chi continua a dire che l’8 Marzo è 8 Marzo tutti i giorni per le donne, è inutile festeggiare. Ma questa data non è nata per festeggiare, questa è una cosa che ognuno di noi gestisce, se la si vuole far diventare consumismo è personale, questa giornata nasce per ricordare le OPERAIE morte nel rogo della fabbirca, un rogo, ormai si sa, voluto dal proprietario. Non dimenticarle, mai! Grazie.

21 commenti »