TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Regali preziosi

Che non sono quelli d’oro, di perle, costosi…sono quelli del cuore perchè sono i più semplici ma con il cuore te li donano.
DSC07250 E ieri a Meli (che ha compiuto 16 anni) ne sono arrivati di “speciali”, a parte i libri, anche dall’Australia, molto particolari, uno stupendo mazzo di fiori, un goloso bagnodoccia dall’accattivante profumo anni ’50…
Mi squilla il cellulare: “Ciao Paola, sono Andra puoi venirmi a prendere prima che arrivi Meli (invitato a pranzo i suoi 3 amici del cuore, la quarta ha solo inviato il dono perchè a letto con il febbrone) devo portare il regalo…” Ho pensato “…ma che diamine di regalo può essere?” Lascio fornelli e scappo a prenderla. “Scusa Paola posso attaccarlo alla finestra?” Avrei potuto dire di no?
Un pò stropicciato dopo 5 ore di scuola, ma ben teso nelle intenzioni.
Stupendo, un dono che non ha prezzo…

DSC07295

DSC07296DSC07297DSC07300DSC07301DSC07302DSC07299
DSC07243DSC07244 Poi arriva l’altro dono inviato dalla ragazza che stà male, un segnalibro con una Meli trasformata in fumetto. un fumetto che ricorda l’inizio della loro amicizia e una china con i suoi personaggi preferiti.

DSC07245
Che dire, non c’erano “preziosi” nè “costosi”, ma ho visto l’unione di questi ragazzi, come si conoscono, quanto tengano uno all’altro e leggendo un paio di biglietti anche la mia ragazza si è emozionata.
Un’emozione vale più di ogni tesoro al mondo e io ieri ho visto la gioia, l’amicizia, la pace dentro la mia casa.

DSC07258
DSC07288 E poi tutti fuori a guardare il tramonto e ad aspettare che salisse la luna ad illuminare la notte e tanta meravigliosa compagnia (sfidando un vento abbastanza freddo, ma la gioventù è gioventù!).

Copia di DSC07293

 

E voglio dire a mia figlia che da quando è con me la mia vita è diventata ancora più straordinaria, la mia vita è piena di brio e la noia, che già non conosco, sono convinta che non arriverà mai, e forse con un pò di presunzione dico che sono lieta che a dipingere questo quadro stupendo che tu sei abbiamo partecipato io e il tuo papà.

 

Annunci
23 commenti »

Il pomeriggio….

IMG-20150113-WA0003…di ieri non era dei migliori, una leggerissima nevischiata, raffiche di vento fortissime  e il ghiaccio ci avevano impensierito perchè avevamo un “appuntamento” particolare. Armate di coraggio io, Meli e mia sorella siamo partiti alla volta dei Castelli romani e siamo arrivate a destinazione, un pò  infreddolite e disturbate dagli eventi metereologici, ma per nulla al mondo avremmo rinunciato a chi ci poteva scaldare. E così è stato….

IMG-20150118-WA0000 Scaldate dal fuoco del caminetto, dai sapori meravigliosi della cucina romana, ci siamo fatte travolgere dalla recitazione magistrale di Barbara Bricca (https://tuttoilmondoateatro.wordpress.com), passionale e travolgente regista e attice,DSC06667 e da alcune attrici della Compagnia del Cavaliere KATIA persone meravigliose che non solo hanno accettato di portare questa arte  meravigliosa in luoghi alternativi al classico palcoscenico, ma che hanno il grande dono dell’accoglienza. Essere con loro è come averli lasciati un minuto prima. Seguiti da Barbara in modo fermo e professionale, ma abbracciati dalla sua umanità e dal suo sorriso, portano avanti un discorso teatrale  interessante. Quel sorriso e la gioia della recitazione che Barbara mette in ogni sua performance c’ha rallegrato, fatto sorridere e apprezzare ancor di più artisti a volte dimenticati che hanno scritto testi ancora oggi attualissimi e teatralmente eseguibili: poesie di Trilussa e Belli, simpaticissimo e molto “romano” il pezzo “Le comari”.

Li ringrazio infinitamente per averci donato una magnifica serata.

DSC06671La chiusa giusta a tanta allegria…..

10 commenti »

Figli

“Mamy, la proff di storia dell’arte ci ha asseganto un compito di gruppo sulle statue greche, mi sono offerta di ospitare i cinque amici con cui devo lavorare; venerdì pomeriggio…Ho fatto bene no? Ho detto, senza problemi mia madre accoglie tutti!!!”
“Cosa devo preparare per pranzo (vengono tutti da fuori paese)?”
“Ma niente, hanno detto che non è il caso di scomodarti più di tanto, mangiamo un pò di pizza da “Tuttopizza” e quando abbiamo fatto magari ci vieni a prendere. Ok?.
“Certo, tutto ok.”
Mia figlia è la specialista degli annunci a freddo con già la risposta incorporata.
Ma lei sa perfettamente cosa può o non può fare, cosa può decidere da sola, anche se deve chiedere sempre una sorta di autorizzazione; fin da piccola è stata abituata a partecipare a quasi tutti gli aspetti della vita familiare.
E, ripeto, come dire di no, i figli non sono forse l’antidoto alla noia?
Proprio ieri la professoressa (nuova) di italiano l’ha invitata ad un colloquio sulla solitudine nei giovani, a cosa ne pensasse e se reputava che c’è effettivamente la solitudine nei giovani di oggi; se l’è cavata egreggiamewnte, come sempre quando si tratta di temi sociali. L’aggregazione nel contesto scolastico non è forse un modo per combatterla? Nel gruppo che hanno formato e che verrà venerdì c’è una ragazza colombiana che ha stentato ad inserirsi, c’è un ragazzo testimone di Geova e che all’inizio veniva snobbato perchè non può partecipare a compleaNni o ad un certo tipo di manifestazioni, c’è il nuovo arrivato. Mia figlia non mette mai nessuno a margine a meno che qualcosa proprio non va, ma guai se così non fosse, mi sembrerebbe di avere davanti un foglio piatto che prende tutto, senza avere sentimento, idee, personalità; lo so non è da “cristiani” ragionare così, ma un minimo di autogestione dei propri pensieri bisogna pur averla.

3 commenti »

A tavola!

Ieri verso le 11 mi telefona un’amico:”Torniamo dalle vacanze, passiamo da quelle parti, proprio una toccata e fuga, porto mozzarelle di bufala fresche…cosa prepari per pranzo?”
“Mmmm, vediamo….mozzarelle di bufala…Bhè, visto la mano poco utilizzabile, direi pomodori dell’orto del Sor Richetto, il basilico fresco della mia pianta, fichi e mele raccolte questa mattina presto dai miei alberi…ah dimenticavo, pane casareccio cotto al forno! Che ne pensi?”
“Affare fatto!”.
E la domenica diventa una poesia, perchè come scrisse Marco Tullio Cicerone “Il piacere dei banchetti non si misura dalle squisitezze delle loro portate, ma dalla compagnia degli amici.”

czok_tavolata

8 commenti »

Lo scoiattolo volante

scoiattolo-volante-1Una giornata “piena”: sveglia alle sei, preparo qualcosa per il pranzo, vado a messa per le Palme e torno bella carica…Da circa 40 minuti la casa è tornata nel silenzio, rotto solo dal rimbombo dei tuoni e dal leggero scrosciare della pioggia. Questa mattina approfittando di un pò di  sole  abbiamo lavorato in giardino, aiutati da alcuni amici che si sono fermati a pranzo. Risate, scherzi, il vociare dei piccoli e tanta fatica, tra siepe e alberi e cespugli da potare…Ma bello, allegro. Dopo pranzo prendo i piccoli e li porto nel bosco per una passeggiata, la cosa che più li ha meravigliati è stato vedere due scoiattoli saltare da un ramo all’altro per poi sparire quando Sara (4 anni) ha gridato “Dove avete le aliiii?”. All’improvviso si è alzato un vento freddo e il cielo si è fatto scuro, così mentre tornavamo a casa le ho raccontato qualcosa sui scoiattoli, tipo che non hanno le ali, ma uno…..
Tra gli scoiattoli (mammiferi), c’è una specie davvero singolare: lo scoiattolo volante.
Tutti gli scoiattoli saltano da un albero all’altro, ma quello volante è in grado di compiere voli anche di 80 metri, arrivano a 90 con condizioni di vento favorevole; questo è possibile perchè dotato di patagi, membrane aerodinamiche che congiungono le zampe anteriori a quelle posteriori sostenute da un’asticella cartilaginea, sono due strati di pelle tra cui vi è un sottile strato muscolare che consente di variare la curvatura per adattarne il comportamento. Per compiere le planate lo scoiattolo tende le membrane appiattendosi completamente. Durante il “volo” non urta mai, in quanto la coda fa da timone e dirige il volo. Prima di atterrare su un albero esegue un’impennata che gli permette una sorta di frenata. E’ anche un ottimo arrampicatorescoiattolo-volante-4.
Lo scoiattolo volante siberiano è leggero, da adulto pesa in media 150 gr. ed è lungo circa 20/30 cm. esclusa la coda che non supera i 60; le altre specie arrivano anche a misurare 45-60 cm.
Ha orecchie piccole e prive di ciuffi, occhi che assomigliano a grosse perle nere, lunghi baffi vibranti, il mantello varia da un colore fulvo fino ad un bruno scuro, il pelo è particolarmente folto e caratterizzato da una colorazione più chiara nelle parti inferiori degli arti e della coda che può essere punteggiata di nero nella parte finale.
A differenza di altri scoiattoli è un animale notturno e possiede una buona vista.
Il suo cibo preferito sono: amenti, foglie di alberi caducifogli, gemme di conifere, frutti di bosco, noci; prima che arrivi l’inverno, quando il cibo scarseggia, all’inizio dell’ autunno, fa piccole provviste di amenti che nasconde sui rami e all’interno di alberi cavi.
La primavera è la stagione dei giochi e degli amori; la femmina rimane affascinata dalle acrobazie del maschio e inizia a preparare il nido che può essere un nido di uccello abbandonato e ben riparato o la cavità di un albero, raramente nei fienili; di solito fa molti nidi, alcuni li usa per nascondere le provviste, altri come camere di riserva. A primavera inoltrata o all’inizio dell’estate la femmina mette al mondo due o tre piccoli, appena nati sono grandi quanto la punta di un dito, ma prima della fine dell’autunno già abbandonano il nido.
E’un animale notturno, si muove silenziosamente sui rami più alti degli alberi, scendendo raramente sotto i 15/20 m. dal suolo. In Europa preferisce i boschi misti che si estendono nei territori nordici dal Mar Baltico, la taiga russa fino all’Oceano Pacifico. Anche se le foreste della Siberia ancora assicurano la sua sopravvivenza in Russia, la deforestazione stà privando questa specie di luoghi adatti in cui fare il nido. In Finlandia, la parte più occidentale del suo habitat è protetta da un decreto dell’Unione Europea: la sola vista di uno scoiattolo volante o la scoperta dei suoi escrementi può bastare a far rinviare o annullare un progetto edilizio. Vive anche nel Nepal orientale e nel sud est della penisola malese, in alcune località del Vietnam, sulle isole di Sumatra, Giava e del Borneo, in Cina, Corea e nell’isola giapponese di Hokkaido.
I suoi nemici sono : civette, gufi, la martora, che lo insegue fin dentro la tana.
Le specie di scoiattoli volanti sono 44; in estremo Oriente, gli si dà la caccia per la magnifica pelliccia con cui vengono confezionati copricapi e manicotti; è inserito tra le specie a rischio minimo.

 

7 commenti »

Un abbraccio collettivo

Questa mattina sulla posta elettronica mi arrivano le foto che vedete di seguito. Le posto volentieri perchè la gioia che ho provato per l’inattesa , e mai immaginata, sorpresa che mi è stata offerta è una di quelle cose che nella vita mi scalda il cuore, non mi fa sentire mai sola, mi fa pensare che la vita ha sempre un motivo valido per essere vissuta. In questo caso l’abbraccio colletivo di chi mi ha sostenuto quando sono venuta a vivere nel paesino vicino a dove vivo ora,  da Roma; di chi mi ha sostenuto con infinita gioia durante la gravidanza che sembrava un’utopia; di chi mi ha accompagnato durante la malattia, una grande parte di  paese che ha fatto un pellegrinaggio e canti e preghiere corali in una notte di giungo, perchè il Signore riaccendessa la luce della vita che si stava esaurendo in me; di chi chi mi ha sostenuto ancora due anni fa, con discrezione e amore…Grazie ragazzi, mi avete fatto sciogliere lacrime e cuore, vi voglio un mondo di bene.

Sono stata abbracciata da una giovanissima e bellissima Poppea Copia di 20140309_120519(all’epoca di ciò che ho descritto sopra aveva 9 anni), che ha lasciato arbitrariamente la sfilata per farlo; sono stata abbracciata, anche se non fisicamente dai schiavi, che per un attimo hanno lasciato le loro espressioni tristi20140309_12065720140309_120659 per esternarmi la loro felicità nel vedermi, sono stata abbracciata da chi sicuramente non poteva lasciare biga e cavallo Copia di 20140309_120438, sono stata abbracciata da una bellissima Messalina che per un’attimo ha lasciato l’espressione altezzosa per dare spazio al sorriso che mi ha illuminatoCopia di DSC06328; e sono stata omaggiata davanti a un centinaio di persone, e la cosa mi ha fatto arrossire e commuovere, di un inchino per  “la romana” 20140309_120355 e come avrei potuto sottrarmi all’abbraccio forte, di sincero affetto che mi ha regalato “il centurione” a nome di tutti coloro che hanno lavorato a questo carro, fatto tutto con le loro mani20140309_120539 Grazie davvero ragazzi! Per voi ci sarò sempre.

6 commenti »

Hairspray – Grasso è bello

hairspray grasso e belloIl film (musical del regista Adam Shankman) è ambientato agli inizi del 1960 quando imperversava il razzismo dei bianchi verso i neri. Tracy, adolescente di Baltimora, dal fisico abbondante e dal carattere esuberante, decide di presentarsi ad un provino per entrare come ballerina nel suo programma televisivo preferito: il Corny Collins Show. E’ anche innamorata del primo ballerino dello spettacolo: Link Larkin.
Tra l’essere ostacolata dalla madre, dal suo corpo voluminoso, aggevolata dall’incitamento del padre, la spinta di alcuni amici nel vedere la sua bravura nel ballare, riuscirà nell’intento, come riuscirà ad aprire un varco tra i bianchi che non volevano affiancare i neri nella danza e nella vita di tutti i giorni.
La mia amica Roberta è giù di corda da qualche giorno, problemi con la sua famiglia d’origine; ieri pomeriggio mi chiama e mi chiede se può venire. Come posso dire di no alla mia dolce amica? Ceniamo insieme e poi mi chiede se possiamo vedere un film insieme, ma un film allegro, spensierato che non gli dia da pensare. Tra le mani ho questo film, che io vidi al cinema circa 5-6 anni fa.
E’ stata la scelta giusta, un film leggero, adatto ad una serata da colorare con l’allegria: balli scatenati, ritmo, scenografie luminose, umorismo, una storia non troppo impegnativa ma che nella sua leggerezza fa pensare e ricordare. Io e Roby, prese dal vortice musicale e ballabile, abbiamo provato a fare qualche passo sotto gli occhi estereatti di mia madre che, nel suo candido pigiamino, ci dava la buonanotte. La cosa più bella è stata veder la mia amica sorridere e riacquistare qualche momento di serenità.
Riguardando il film dopo tanto tempo ho apprezzato molto la simpatia di John Travolta che ha affrontato un personaggio particolare (Edna, la madre) dalla mole pazzesca che balla con incredibile leggerezza (mitico come sempre quando balla anche nella sua vera persona un pò su di peso); incredibilmente brava Nikki Blonsky (Tracy), per non essere un’attrice professionista; bellissima e raffinata (come sempre) Michelle Pfeiffer (Velma, direttrice dello spettacolo) che riesce solo con la mimica facciale a dare un’impronta al suo personaggio; Christopher Walken (il padre), simpaticissimo.
Il tutto accompagnato dalla bellissima e graffiante voce di Queen Latifah (Motormouth Maybelle).
Ripeto, un film leggero, ma qualche volta ci si può lasciare andare a simili divagazioni? Assolutamente si, un pizzico di vivacità nel grigio inverno della vita (che purtroppo spesso arriva scadenzato come le stagioni in natura).

10 commenti »

Finalmente….

…una notizia che mi rallegra. Il mio amico Marco è uscito dal tunnel della tristezza passato dopo l’operazione e domenica sarà a peranzo qui da me, con la sua meravigliosa famiglia. Il mio cuore ha fatto una capriola quando rispondendo al telefono ho sentito “I gnocchi sono pronti per domenica?” Non ci volevo credere.madewithlovetop E poi adoro le grandi tavolate,  quelle che mi impegnano a cucinare. Mi sa di calore, famiglia, amore.

“Il pane condiviso ha un gusto impareggiabile.”   (A. de Saint-Exupéry)

23 commenti »

Amici

La casa è rientrata nella sua routine, il silenzio è sceso, ma della bella allegra compagnia di oggi rimane l’ultima scia del caffè fatto prima che se ne andassero, il profumo degli abbracci, le risate. Che bello avere amici, quelli veri, quelli che quando ci sei insieme ti fanno passare le paure e sparire le insicurezze.

E che bello avere un’amica come Liliana che, non potendo essere presente al compleanno di mia figlia, ha voluto portare  questo gustosissimo capolavoro fatto da lei.

2013-09-29 13.29.49

8 commenti »

Figli

229forumGrande festa questa mattina nella zona dove vivo: le ragazze hanno appeso agli alberi tanti palloncini  multicolore a forma di cuore; sono arrivati i due fratellini, boliviani, adottati dai nostri vicini. Dopo tre anni di via vai, sono finalmente a casa. Cinque anni fa avevano deciso di adottare, in Italia si è presentata  un’impresa burocraticamente, economicamente titanica, in Bolivia solo economica. Erano andati perchè era disponibile l’adozione per una bambina, ma quando hanno saputo che aveva un fratello di due anni più piccolo non hanno esitato, anche se questo significava nuovi documenti e tempi che si allungano; il loro cuore si è diviso d’amore anche per l’altro. Ora sono qui, e che bello vederli abbracciati al collo dei loro genitori, sereni e sorridenti.

“Non è vero che i propri figli si amano perchè sono i nostri. Si amano perchè si impara ad amarli.”

Marcello Bernardi

10 commenti »