TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Quante cose….

…possono accadere in poche ore.
Succede che devi soccorrere la tua amica che collassa davanti ai tuoi occhi perchè la figlia, candidammente, dice: “Mamma, sono incinta.” Qualcuno dirà ..e per questo? Ma la figlia ha 17 anni….
Succede che arriva V., che stò sostenendo perchè ha un problema di famiglia e stà scivolando nell’alcolismo, e ti dice: “Ok, ho deciso, vado dal terapeuta…” e il cuore mi si allarga, e si allarga ancora di più quando ti chiama tuo nipote e ti dice:”Sono arrivati i mobili, li stanno montando, da stasera dormo a casa mia!” E senti la sua allegria e ne sei partecipe; finalmente vanno a vivere insieme, lui e la sua bellissima Giulia.
E succede che dopo neanche un’ora il cuore fa un tuffo nel dolore, nella paura, perchè mentre uno dei tuoi nipoti e al massimo della gioia, il fratello fa un volo terribile dalla moto, durante una gara, e cade violentemente sulla pista battendo il torace e perde i sensi, e devi poi ringraziare Dio perchè il casco ha retto all’urto, altrimenti sarebbe stata una tragedia, e poi si riprende e se la caverà con 10 giorni d’ospedale circa, una forte contusione toracica che gli ha mozzato il respiro e la frattura del tarso, metatarso e della mano destra….
E succede che ti chiama un amico che ha visto le foto di Meli che gli ha fatto la sua amica A., che l’ha eletta a sua modella e che “da grande” vuole fare la fotografa, e questo amico ci chiede se Meli può partecipare alle sfilate di moda o come fotomodella per la sua ditta….ovviamente abbiamo chiesto a lei, la risposta è stata (già da noi immaginata): “Ma scherziamo? Vado a farmi una partita…”, ovviamente a calcio, con Semir 11017875_10205654265870118_5165596523904356247_napr 2015 (2)apr 2015 (3)apr 2015 (4)apr 2015 (5)apr 2015 (6)
E succede che dopo la brutta notizia riguardo il cugino, Meli mi chiama e dice:”Guarda mamma che bella foto mi ha mandato C. dall’Inghilterra!”IMG-20150430-WA0009 C. è il suo amico(?) del cuore, vive in Trentino e si vedono una o due volta all’anno, ma stanno attaccati al telefono tutti i giorni per circa un’ora!
Quante cose possono accadere in poche ore.
Ma accade anche che in pochi minuti scompaiono più di cinquemila vite petrchè madre natura ha deciso di scrollare il suo mantello…
E mentre stò seduta sulla sedia a dondolo guardando il cielo dove le nubi corrono e si rincorrono e sono lì a pensare a quante gioie e dolori possono passare nella vita, a quanto fragile è la nostra vita, guardo Jo che non mi abbandona mai, dove vado io si sdraia lui, sempre in modo di potermi vedere, e lo vedo tranquillo 20150308_105749 ; io lo chiamo il filosofo, con quelle sue zampette incrociate, con il suo scrutare ovunque, con la sua calma… e vorrei tanto sapere cosa passa nella sua mente e nel suo cuore Foto2949

4 commenti »