TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

Dedicata

DEDICATA

Scarpette di seta rivestite,
di tessuto cremisi e
intrecci di fili dorati
avvolto ha il corpo di
saettanti moine.

 

Risate argentine invadono il
cuore e occhi
vibranti di scaltra furbizia
femminile destreggiano
il palco.

 

Locandiera costruita dalle
magiche parole del Maestro,
incise eterne nell’universo,
non teme il sangue caldo,
la passione che
turbina su assi baciate nel
tempo da chi di teatro ne fece Arte.

 

Locandiera che sfida il tempo
non teme Mirandolina dai
rossi capelli, ne guarda anzi,
ingorda, la nuova vita
che s’offre a incantati corteggiatori,
ad affascinati spettatori,
Mirandolina Mirandolina….

 

Di complessa anima e
orgoglioso potere, di leggiadria,
di parlantina che incanta
Mirandolina si avvinghia
a chi vita gli dona.

 

Di anima la storia ho vissuta
di cuore da te l’ho amata
artista e donna
di vibrante cultura e
passione infinita.

 

A Barbara con immenso affetto e amicizia. Paola.

 

10 commenti »

Volevo scrivere…

…che in Italia niente cambia: soliti intrecci, favoritismi, traffici, missioni di solidarietà che tali non sono, sindaci/che che chiedono trasparenza e che trasparenti non sono, che prendono compensi altissimi (117mila euro annui, ad esempio…), e te credo che “nun se tocca…”;

Vocazione di San Matteo – Hendrick Terbrugghen
(Gesù chiama matteo mentre riscuote le tasse)

volevo scrivere che i romani pagano 162euro l’anno, a Berlino 75….ma la monnezza c’è sempre a dispetto delle tante parole e promesse (false ovvio) fatte; volevo scrivere che alcuni assessori comunali per un part-time prendono 7mila euro, e certo! il problema non c’è visto che gli italiani sono il popolo più tartassato tra imposte e contributi;

“Anche sorgenti e pozzi si esauriscono quando si attinge troppo e troppo spesso da loro.” – Demostene

volevo scrivere che i partiti si ingozzano di contributi parlamentari e rimborsi ma si dichiarano sempre in rosso….; che le pensioni sono sempre più basse e in età sempre più avanzate, che alcuni non le prenderanno mai, volevo scrivere che la forza lavoro invecchia sempre di più mentre i giovani continueranno ad essere immobili, l’Italia rallenta. Volevo scrivere, ma non trovo le parole giuste e siccome, come dice Publio Cornelio Tacito “… le chiacchiere non producono nulla” , o come dice Catone “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”, chiudo qui e vi auguro la buona notte.

 

La Morale

Una bella matina er direttore

d’un Giardino Zoologgico vestì

le scimmie, le scimmiette e li scimmioni

co’ li calzoni de tela cachì.

Una vecchietta disse: – Meno male!

ché armeno nun vedremo certe scene…

Er direttore l’ha pensata bene:

se vede che je preme la morale…. –

Una scimmia che stava ne la gabbia

tutta occupata a rosicà una mela,

intese e disse: – Ammenoché nun ciabbia

un parente che fabbrica la tela…….

Trilussa

26 commenti »

Giovanni VII

  Di Giovanni VII (86º papa della chiesa cattolica) non ne parlo perchè abbia fatto grandi cose, ma perchè è il primo papa di cui abbiamo l’immagine vera perchè ritratto in vita, quindi attendibile.
Di origine greca, ci sono scarse fonti sulla sua vita, le notizie conosciute contengono soprattutto notizie sulle principali imprese artistiche di papa Giovanni. A differenza dei papi che si fecero seppellire in San Pietro, anche in modesti sepolcri , fu il primo a farsi inumare in un oratorio costruito appositamente per lui e dedicato alla Vergine; fece restaurare diverse chiese romane, tra cui la semidistrutta chiesa di S. Eugenia, fece riparare i cimiteri dei SS. Marcelliano e Marco e di papa Damaso. Molti affreschi che fece dipingere in numerose chiese spesso includevano raffigurazioni della sua persona
I restauri più importanti furono dedicati alla Vergine: i mosaici della basilica di S. Pietro e gli affreschi di S. Maria Antiqua nel Foro romano.

 

Roma – Frammento del mosaico di Giovanni VII. – Museo Petriano

Oratorio di Giovanni VII – Antica basilica di San Pietro – Sacrestia di Santa Maria in Cosmedin –
Sacra Famiglia e Angelo

11 commenti »

Succede anche questo…..

Che si muore uccisi a 15 anni, quando la vita ancora non l’hai iniziata. Come Fabiana.fab

Che si muore a 84 anni, dopo che sei stata una attrice, donna impegnata in politica, nel sociale, che sei moglie, madre…che la vita l’hai vissuta.franca

Che si muore senza troppo rumore, anche se ne hai fatto con la tua musica.


E succede che tu figlia sei tranquilla che la mammina, tutta piena di acciacchi, a 82 anni, dorme beata nel suo lettino, visto che scorrono le 0.25…e invece se ne stà beata in discoteca a bere un buon rosso e cianciare con una manica di 18-20enni! E la vita continua.Mary

 

6 commenti »

Jessie Marion King

tumblr_m3rgnoXMOb1qb0n4ho1_500Jessie Marion King nasce nel Marzo del 1875 vicino Glasgow, in Scozia, in una famiglia molto religiosa in quanto il padre era un ministro della Chiesa di Scozia. Riceve un’educazione religiosa severa che gli vieta di diventare un’artista.ALBUM VON BERLIN 1899
La King non si scoraggia e nel 1892 entrò alla Glasgow School of Art e prima della sua laurea le fu offerto un posto di lavoro come insegnante d’arte. Nel 1902 poteva già vantare una medaglia della Fiera Internazionale di Arte Decorativa Moderna, che quell’anno si tenne a Torino.2416690780_bc17fe06a6
Tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento il mondo dell’arte era dominato dagli uomini e le donne lottavano per avere autonomia, Jessie si impose grazie alla sua individualità, originalità (pur ricevendo l’influenza botticelliana, preraffellita e dell’Art Nouveau), ecletticità che si manifesta non solo come pittrice, ma anche disegnando poster, copertine di libri, sfondi, tessuti, costumi, lavoro con la ceramica, l’argento, il batik, curatore di design degli interni. Sicuramente le sue opere più conosciute sono come illustratrice: i libri che possono vantare le sue illustrazioni sono più di duecento, tra cui un’edizione dei racconti di Wilde e molti libri per Bambini e ragazzi.
Nel 1907 sposa E.A. Taylor; inizialmente si trasferì con lui a Salford ma nel 1910 si trasferiscono a Parigi dove Taylor aveva ottenuto una cattedra presso Studios di Tudor Hart. Nel 1911, Jessie e Taylor aprono la Scuola Atelier Shearing a Parigi, qui le sue opere sono considerate come influenti per la creazione del movimento Art Déco. jessie_m_king_guinevereWerke Alter Meister coversevenhappy1Nel 1915 si trasferiscono a Kirkcudbright dove Jessie continuerà a lavorare fino alla sua morte, avvenuta nell’Agosto 1949.
Grande artista e illustratrice che ha saputo catturare la magia dei colori pastello, le sfumature delicate accompagnate ai colori forti;fishermanp_fs2_cityfishermanpomegranates opere dove traspare  il suo spirito libero; sono innumerevoli, a me piacciono molto e vorrei esporle tutte.

 

10 commenti »