TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

E sogno…

Quando riemergo dal sonno svaniscono i sogni.
Vorrei tenerli stretti a me, vorrei non finissero mai.
Ma la realtà è in agguato e vivo i sogni del giorno, quelli ad occhi aperti.
E poi torna la notte e tornano i sogni..perchè c’è sempre qualcosa da sognare.
E allora vado.
Buonanotte blogger.

Annunci
23 commenti »

Dolore…e ancora dolore….

…questo periodo va così!

Cerco sempre nei sogni, mi aiutano, ma la realtà è un’altra cosa. E’ dura a volte. Tanto dura.

36 commenti »

“Il vincitore è semplicemnte un sognatore che non si è mai arreso”

Nelson Mandela

 

Spesso non ho vinto, ma non rinuncio a sognare…perchè non mi arrendo mai, devono imprigionar il mio cuore per fermarmi.

 

24 commenti »

Sogno? O son desta?

Immagine creata da Paola Bernardi, con pittura digitale.

 

Sogno di una notte di mezza estate, come la maggior parte di voi (o tutti 😉 ) saprà, è una commedia di William Shakespeare.
Ma qui non parlo certo di questo…ma dello spettacolo a cui ho assistito domenica pomeriggio a Roma, sfidando burrasche di pioggia e vento irrivrente.
Ma come mancare a questo appuntamento che (notare il sottotitolo sulla locandina) mi ha solleticato?
Il tema è ovviamente l’amore, che ci appare come un “sogno”, un “incanto”. Ma dai sogni ci si sveglia con la morbidezza dell’anima e mille colori che non sbiadiscono mai o facendoci cadere in una cruda realtà.
E allora in questo spettacolo c’è l’amore per convenienza che apparentemente è mieloso e appassionante, c’è il rapporto che non vuole vedere ciò che realmente sta accadendo: una frattura insanabile ma che viene tollerata cercando altre scappatoie, come l’infedeltà, e c’è l’amore omosessuale, che è dedizione, è scoperta, è purezza, è mettere i piedi ben saldi sulla terra quando lo si scopre.


E c’è l’amore di una vita vissuta tra alti e bassi, ma che attraversa il tempo
E come dice il sottotitolo, credetemi, c’è di che divertirsi, di che meravigliarsi, c’è su cosa riflettere con un pizzico d’irriverenza, ma con tanta realtà, quella che spezza la convenzione, quella che si fa finta di non conoscere ma poi la si vive.
Questa opera rompe gli schemi e come dice mia figlia incastra la fantasia (ampolline piene di una polvere magica che se spruzzata vi farà dormire….) e la leggerezza con la realtà.


Complimenti ai registi Barbara Bricca e Guido Del Vento per la stesura di questo testo che da origine a uno spettacolo surreale, bello, importante, con tanti significati dentro, da cercare, e si trovano, ve lo garantisco.
Bravi gli attori in ruoli non sempre facili, bella la coreografia, le luci, i costumi.

 

Scenografia ideata da Barbara Bricca, realizzata da Maria Antonietta Paradiso

 

 

fotografie di Melissa Reale

 

28 commenti »

E continuo…

…a sognare. I miei sogni sono scritti nel cielo della notte.

13 commenti »

Meglio sognare

Quando il sonno non arriva penso all’immensità del mare, alla casa isolata nei vicoli vecchi e disabitati, ai tanti oggetti di famiglia ben allineati e conservati nella vetrina….ai rimpianti per non aver osato, alla forza del momento per aver deciso…ma poi mi dico che è meglio sognare, e allora esco e mi faccio un bagno nel buio della notte dove l’unico conforto sono quei meraviglisi puntini lumonosi che ricamano la seta nera del cielo.

16 commenti »

Fernando Pessoa

“Che gli Dei cambino a loro piacimento i miei sogni, ma non il dono di sognare.”

6 commenti »

Sognare

Quanto è bello sognare, ci vivrei nei sogni, ma poi arriva qualcosa o qualcuno a svegliarti, ti costringe a tornare nella realtà. E devo dire che a volte non mi dispiace neanche un pò.

 

Buonanotte blogger

20 commenti »

Sogno del cavaliere

Il “Sogno del cavaliere”, conservato nella National Gallery di Londra, è un’opera di Raffaello Sanzio che mi ha sempre attratto. Originalmente faceva parte dell’opera intitolata Tre Grazie.
Il cavaliere è ritratto addormentato tra due figure femminili che personificano Virtù e Piacere.
Adoro i raffinati colori di questo quadro, il velato azzurro delle colline, le figure.
Un vero “sogno”.

 

 

Buonanotte blogger!

10 commenti »

Il sogno nel cuore

Devo portare due sogni nel mio cuore, perchè devo continuare a dare alla mia vita sempre appigli a cui aggrapparmi per non scivolare… E’ sbagliato voler vivere sogni? Anche quelli che sembrano impossibile si avverino? Ho sempre creduto che sognare con intensità fa avverare ciò che desidero, a volte è accaduto, a volte no…ma ci voglio sempre credere. Sembra una voglia di onnipotenza quella di sognare che la realtà cambi, sembra che io voglia essere padrona della vita, pur sapendo di non esserlo…no, non è niente di questo. E’ voler portare ancora il sogno nella dura realtà della vita. E questa volta è dura davvero.

 

26 commenti »